Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 20/03/2014 da Michele Caltagirone

Immigrazione, il prefetto Falco incontra gli studenti

Immigrazione,
«Se tutta in tutta l’Europa ci fosse la stessa cultura dell’accoglienza che c’è in Sicilia, non ci sarebbe nessun problema d’integrazione». Con questa considerazione culturale sua Eccellenza Leopoldo Falco, Prefetto di Trapani, ha aperto l’incontro che si è tenuto oggi presso i saloni della Prefettura con i ragazzi delle quarte dell’Istituto Industriale “Leonardo Da Vinci” sul tema “Immigrazione, integrazione: aspetti sociali, culturali, giuridici”.
«Nei giorni dell’emergenza degli sbarchi – ha proseguito Falco – mi sono attivato immediatamente per evitare la costituzione di tendopoli. Ci siamo ritrovati con 400 ospiti che abbiamo temporaneamente alloggiato in una palestra, ma in seguito a una riunione operativa con il ministro Alfano siamo riusciti, tramite i fondi concessi dall’Unione Europea, a utilizzare i posti liberi delle case di riposo e delle strutture ricettive e oggi possiamo ospitare fino a 1600 migranti, creando un indotto di 400 persone occupate in queste strutture e che possono lavorare per tutto l’anno e non solo durante la stagione estiva».
Incalzato dalle domande degli studenti sul ruolo dell’Europa in un’emergenza che non è solo italiana, Falco ha risposto «L’Europa crede che il suo ruolo si esaurisca nel finanziare l’accoglienza, senza intervenire a livello operativo. L’Italia è la porta del nostro continente, ma è un piccolo Stato con risorse limitate e criticità già presenti e non può fare fronte da sola a un’emergenza di questo tipo. Occorre istituire dei voli che dall’Africa Subsahariana portino direttamente nel nord Europa. Il nostro è un Paese di passaggio, molti degli immigrati sbarcati cerca condizioni più favorevoli in Nazioni diverse dalla nostra oppure mira a ricongiungersi con i parenti. Creando dei collegamenti diretti riusciremmo a spezzare il traffico criminale dei mercanti di uomini sul mare».
Il Prefetto ha poi voluto sottolineare l’importanza dell’accoglienza come arricchimento personale: «l’accoglienza è sempre positiva – ha detto – da un punto di vista umano. Mi ha molto colpito la storia di Kofi, fuggito dal suo Paese perch´ dissidente politico. Veniva torturato ogni mattina, ma ha trovato la forza di reagire e scappare da una situazione del genere ed è incredibile come una persona che ha subito tutto questo non perda mai la voglia di ridere. Adesso lavora qua a Trapani come assistente sociale».
Questo sul tema dell’immigrazione è stato il primo di quattro incontri tra i ragazzi dell’Istituto Tecnico Industriale e sua Eccellenza il Prefetto. I temi dei prossimi tre incontri saranno: lo sport come strumento di aggregazione, il concetto di cittadinanza e il protagonismo dei giovani di oggi.

 

ALTRE NOTIZIE

FERROVIA TRAPANI-PALERMO CHIUSA, GIOVEDÌ 24/9 MOBILITAZIONE ALLA STAZIONE DI SEGESTA
FERROVIA TRAPANI-PALERMO CHIUSA, GIOVEDÌ 24/9 MOBILITAZIONE ALLA STAZIONE DI SEGESTA
Trapani, un “pasto sospeso”
Trapani, un “pasto sospeso” per chi è stato messo in ginocchio dal covid: la Comunità Pa...
Leggi tutto
Fotografia Europea | presenta dal 17 ottobre 2020: TRUE FICTIONS – AI CONFINI DELLA REALTÀ e ATLANTI, RITRATTI E ALTRE STORIE
Fondazione Palazzo Magnani e Comune di Reggio Emilia Leggi tutto
Proroga Scadenza Bando Artworker
Avviso di proroga dei termini di scadenza per la partecipazione alla call Leggi tutto
Mercoledì 23 settembre presentazione progetto Orchidea
ORCHIDEA
Organizz...
Leggi tutto
DA IERI IN FUNZIONE IL TELEFONO ANTICACCIA
DA IERI IN FUNZIONE IL TELEFONO ANTICACC...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web