Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Salute il 23/02/2013 da redazione

Cuori italiani tremano per sport ma anche per politica

Cuori

Cuore stressato nei giorni delle elezioni, come per un'importante partita di calcio, con più rischi per i più appassionati, secondo i cardiologi. Per molti italiani, infatti, riemerge la passione politica e arriva lo 'stress da campagna elettorale'che non fa male solo ai politici ma anche ai cittadini più coinvolti e interessati alle vicende istituzionali, che vedono triplicare il rischio di andare incontro ad aritmie e infarti, sia durante la maratona elettorale sia nei giorni immediatamente precedenti e successivi il voto.

 

Lo spiegano i massimi esperti italiani riuniti per il X meeting internazionale dedicato a fibrillazione atriale e infarto, appena concluso a Bologna. Di questi tempi, ricordano i cardiologi, non mancano i problemi che fanno tremare il cuore: l'ansia da crisi economica tiene sul 'filo del rasoiò e basta una discussione in famiglia sui soldi o il lavoro che non c'è per scatenare la rabbia e incrementare addirittura fino a nove volte il pericolo di aritmie e infarti, stando agli studi discussi durante il congresso. Mentre la pressione psicologica che deriva dal contesto lavorativo difficile accresce il rischio fino a sei volte, dopo momenti particolarmente difficili come un superlavoro per rispettare una scadenza.

 

«Diversi studi hanno sottolineato che lo stress da campagna elettorale incide sul rischio di aritmie potenzialmente molto pericolose come la fibrillazione atriale», spiega Alessandro Capucci, presidente del congresso e ordinario di malattie dell'apparato cardiovascolare all'Università Politecnica delle Marche in Ancona.

 

«Si è visto, ad esempio, che durante la campagna elettorale chi segue i dibattiti e si interessa alle sorti del suo partito vede crescere i propri livelli di cortisolo, l'ormone dello stress. Se il proprio partito vince, poi, l'ormone cala e aumenta al contempo il testosterone. Se invece il candidato sostenuto perde, si ha l'effetto contrario e il cortisolo continua a salire. Questo può provocare squilibri del metabolismo del glucosio, rottura di placche aterosclerotiche, episodi di aritmia anche rischiosi».

 

Per i candidati il pericolo può essere ancora più elevato, «perchè - spiega Capucci - allo stress aggiungono la deprivazione di sonno provocata dai mille impegni pre-elettorali. Attenzione poi a chi si 'dà la caricà per affrontare l'election day con sostanze d'abuso: fumare marijuana quadruplica ulteriormente il pericolo di aritmie ed eventi cardiovascolari, sniffare cocaina lo aumenta addirittura di venticinque volte».

 

Lo stress da campagna elettorale è molto simile a quello che vivono i tifosi quando giocano le loro squadre preferite. «Succede perchè il cuore regge meno bene alle sollecitazioni di stress relativamente acuto, mentre si 'abituà pian piano a un livello di tensione costante anche relativamente alto senza soffrirne», dice Capucci. «In periodi molto intensi ma brevi come la campagna elettorale o quando si vive un evento che provoca emozioni forti, come assistere ad una gara a cui si tiene, lo stress che si genera è molto elevato e impatta maggiormente sul cuore, che non riesce ad attutirne gli effetti negativi».

 

In paragone, «la tensione quotidiana che tutti noi sopportiamo - aggiunge l'esperto - è meno drammaticamente negativa: ci abituiamo poco a poco all'inquinamento, ai rumori, alle ansie da ufficio e anche se ci fanno male non provocano eventi acuti. Quando invece arriva un carico di stress aggiuntivo, improvviso e consistente, il cuore può non riuscire a compensarlo e andare in tilt».

 

Che cosa fare per vivere i giorni del voto senza paura che il cuore possa farne le spese? «Sicuramente - conclude l'esperto - è bene seguire la dieta mediterranea, che protegge il cuore, e recuperare ritmi regolari: non bisogna saltare i pasti e poi esagerare al pasto successivo. Inoltre, occorrerebbe dedicare il giusto tempo al riposo e al sonno. Infine, sarebbe opportuno mantenere un maggiore distacco psicologico».

 

ALTRE NOTIZIE

Rete idrica. chiusura strade interessate ai lavori
Il Comando della Polizia Municipale di Marsala comunica il divieto di transito e sosta veicolare in alcune strade in...
Leggi tutto
UNA POESIA PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC
Si è tenuta nel pomeriggio all’hotel Da Vinci di Cesenatico la conferenza stampa dedicata ai media locali del...
Leggi tutto
Sicilia. Lupo: maggioranza in crisi paralizza attività del parlamento
“E’ ormai chiaro che la coalizione di Musumeci è in crisi e che rinviare i lavori d’aula non risolve il confl...
Leggi tutto
Sicilia. Barbagallo: revisori dei conti, maggioranza dimentica di essersi battuta per nomina attraverso sorteggio
“Sulla legge per la nomina dei revisori dei conti negli enti partecipati dalla Regione la coalizione di centrodest...
Leggi tutto
Jet da combattimento cade, morti due piloti. L´incidente nel cielo dell´Ucraina durante le esercitazioni militari della NATO
Un Jet da combattimento Su-27 dell´aeronautica militare si è schiantato al suolo oggi intorno alle ore 17:00 ...
Leggi tutto
VERSO LA PREMIAZIONE DEI DOCUMENTARI ETNOGRAFICI “RASSEGNA INTERNAZIONALE «VITTORIO DE SETA»
Tutto è pronto a Castrovillari per Rassegna Internazionale «Vittorio De Seta» di Documentari Etnografici . L’...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

VITO su TRAPANI BIRGI: LA REGIONE PRENDE ANCORA TEMPO:
CI SONO ANCORA PERSONE CHE FANNO FINTA DI NON CAPIRE CHE LA REGIONE SICILIA E L´AEROPORTO DI PALERMO VOGLIONO LA CHIUSURA DI BIRGI !!!!!


Vittorio Carcò su Accademia di Sicilia - Convegno sul tema Aspetti diagnostici, eziologici e terapeutici dell´acufene:
Vorrei sapere se è possibile avere copia delle relazioni, sotto qualsiasi forma e ovviamente con le spese, comprese quelle del´eventuale spedizione, a mio carico. a mio carico..Grazie comunque per l´eventuale riscontro..Vittorio Carcò - Vico La palma,6 -09126 CAGLIARI tf.3280744108


Salvatore Bartolone su MARINA MILITARE: CONSEGNA DELLA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE RIZZO A MILAZZO (ME):
Evento eccezionale. Oltre al ricordo del nostro caro Comandante, Luigi Rizzo, viene anche ricordata la sua impresa.Sono onorato di essere milazzese ed italiano.


AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


Scicolone Stefania su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
Spero che il ministro attui quanto sostiene. È necessario che questo incubo finisca al più presto. Troppi sono i disagi economici e psicologici che questo trasferimento ci ha causato. Ci aiuti ministro per favore. Ve ne saremo eternamente grati.


Giorgio su Nave Diciotti. Appello di Fava, Bartolo, Nicolini e Viviano al Presidente della Repubblica:
signor presidenteLei è il capo delle forze armate è Lei che come l´altra volta aiuti lo sbarco ne ha la possibilità.Grazie e mi scusi se l´ho disturbata


a su GAIA ANIMALI & AMBIENTE SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE:
GRAZIE SIETE MERAVIGLIOSI


Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web