Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 01/12/2021 da Patrizia Carcagno

Il Governo regionale stanzia 5 milioni di euro del Patto per il Sud per completare il restauro e la riqualificazione dell’ex stabilimento Florio a Favignana

Il
Palermo, 1 dicembre 2021 – Saranno finalmente completate le opere di restauro e riadattamento funzionale dell’Ex stabilimento Florio di Favignana per il quale sono stati stanziati 4.995.000 di euro del Patto per il Sud, a valere sugli esercizi finanziari del triennio 2021-2023.
Il provvedimento è stato notificato dal Dipartimento dei Beni culturali alla Soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Trapani che, attraverso, il RUP, Roberto Monticciolo, provvederà ora a dare avvio alle procedure amministrative per la realizzazione delle opere.
Gli interventi, che riguarderanno il restauro di circa 15.000 mq tra superfici coperte e scoperte nella parte nord-ovest dell’ex impianto, costituiscono un importante esempio d’investimento legato al recupero di un edificio di archeologia industriale, simbolo dello sviluppo della Sicilia tra la fine dell’800 e la prima metà del ‘900.

"Il completamento delle operazioni di restauro dell´ex Stabilimenro Florio è un’opera strategica non soltanto per l’isola di Favignana ma per tutta la Sicilia. L´intervento, infatti, - sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell´Identità siciliana Alberto Samonà - permette il consolidamento, la messa in sicurezza e il potenziamento della fruizione e permetterà, allo stesso tempo, la creazione di spazi esperienziali e laboratoriali nonché di recupero del patrimonio etno-antropologico. I lavori, che saranno realizzati attraverso la Soprintendenza dei Beni Culturali di Trapani, rivestono grandissima importanza perché consentono di mettere in sicurezza, recuperare funzionalmente e mettere a reddito un complesso monumentale che sorge in un ex stabilimento industriale fra i più grandi e importanti della Sicilia. Un intervento su cui il Governo Musumeci ha voluto puntare per dare un segnale forte di presenza sul territorio e offrire le condizioni per il rilancio culturale ed economico dell’isola”.

Realizzata dalla famiglia Florio su progetto dell’architetto Filippo La Porta, la tonnara di Favignana fu la più grande industria del tonno del Mediterraneo, struttura all’avanguardia sia in quanto a tecniche di produzione che inserirono l’Isola nei più importanti circuiti di pesca e produzione europei, sia per quanto riguarda le condizioni di lavoro degli operai che poterono godere di un sistema di welfare tra i più evoluti del tempo.

Per il sindaco di Favignana, Francesco Forgione, si tratta di una notizia grande importanza: “Il recupero dell’ex Stabilimento Florio, non solo come spazio museale ma come centro propulsore di attività culturali di ricerca e formazione sui temi del mare e dell’identità mediterranea - spiega Forgione - è un elemento molto importante per la riqualificazione dell’offerta turistico-culturale e il complessivo rilancio dell’isola. Il nostro obiettivo è destagionalizzare e riuscire a far vivere lo stabilimento tutto l’anno e non solo nel periodo estivo. Siamo pronti a collaborare al massimo con l’Assessorato e la Soprintendenza. Adesso aspettiamo solo l’avvio dei lavori”.

La Tonnara, di proprietà della Regione Siciliana dal 1986, è stata destinata, per quanto riguarda gli spazi fino ad oggi restaurati, a museo. Il completamento delle opere, che saranno realizzate con risorse del FSC-Patto per il Sud, darà vita a una struttura polifunzionale con nuovi spazi museali e laboratori in cui svolgere attività scientifiche, artigianali, commerciali, turistico-ricreative e sociali, cercando di salvaguardare il potere evocativo della struttura e confermandola come punto di riferimento e rilancio per tutta la comunità.
L’area su cui si andrà ad intervenire, rimasta fino ad oggi fuori da precedenti azioni di recupero, si estende a ovest di una caletta che un tempo ospitava, nel lato meridionale, il “caricatore vecchio” costituito da un piano inclinato che permetteva lo scarico dei tonni pescati e il successivo trasporto verso gli spazi interni deputati alle prime operazioni di lavorazione. Il lato meridionale dell’insenatura è oggi determinato da una lunga cancellata, intervallata da pilastri in cemento armato, conclusa ai lati da due portali in conci di calcarenite modanati con disegno classicheggiante. Le frequenti mareggiate hanno aggredito la muratura sottostante la cancellata causandone il parziale crollo, erosione che richiede oggi un indispensabile intervento di riparazione e consolidamento.
Verranno sottoposti al restauro, inoltre, il “Magazzino delle Lattine”, il “Cortile degli Impianti”, il “padiglione della Fucina”, nell’area che ospita la “centrale elettrica California” e la relativa ciminiera, il “padiglione delle Officine”. Verrà, inoltre, recuperata l’area dove trovavano alloggio gli animali, denominato “il vecchio pollaio”, nonchè l’edificio destinato alle “Celle frigorifere”, caratterizzato da un disegno compositivo perfettamente simmetrico a quello del Malfaraggio (già restaurato) che si trova sul lato opposto della caletta.
Fra l’orto e i locali frigoriferi, nell’area di accesso alla Zona Nord, verrà restaurato “il Mulino” dove si effettuava la frantumazione delle ossa di tonno essiccate che venivano commercializzate come mangime. Il restauro riguarderà anche il “dormitorio/spogliatoio femminile” di 343 mq., dove verranno realizzate Botteghe artigianali.
Gli spazi, una volta recuperati, saranno destinati ad attività socio-culturali e didattico-divulgative. Lo spazio destinato alle ex celle frigorifere con una superficie coperta di mq. 623, ad esempio, sarà destinato a Ristorante Didattico.
Una superficie scoperta di circa mq. 1710, individuata come ex-Camposanto, infine, sarà destinata a luogo in cui svolgere rappresentazioni all’aperto.

 

ALTRE NOTIZIE

MARSALA: SERVIZIO COORDINATO DEI CARABINIERI. DENUNCE E SANZIONI PER MANCATO USO DI MASCHERINE
Nei due giorni appena trascorsi i Carabinieri della Compagnia di Marsala con il supporto dei colleghi del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia hanno mes...
Leggi tutto
Nell´ambito del Corso di formazione on line: Le vie dei Santi, dal pellegrinaggio al turismo religioso
Nell´ambito del Corso di formazione online per Accompagnatori e Guide Turistiche "La Sicilia tra fede, arte, natura e tradizioni popolari" promosso da...
Leggi tutto
HASHISH NEL GIUBOTTO ARRESTATO 42ENNE PER SPACCIO
Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto in arresto un isolano per il reato di detenzione ai fini ...
Leggi tutto
In macchina con un ovulo di eroina: due uomini arrestati dalla Polizia di Stato
Stavano trasportando oltre venticinque grammi di eroina destinati al mercato trapanese i due uomini tratti in arresto, venerdì scorso, dagli ag...
Leggi tutto
San Vito Lo Capo, il Comune stringe intesa con Google per la promozione turistica
L’Amministrazione Comunale di San Vito Lo Capo ha avviato una partnership diretta con Google, tramite un proprio esclusivo account, per la promozion...
Leggi tutto
RUBA CARBURANTE DA MEZZI DA LAVORO. ARRESTATO DAI CARABINIERI
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno tratto in arresto, in flagranza, un 39enne pregiudicato trapanese per il reato d...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web