Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 20/01/2021 da Rossana Battaglia

Omicidio Diego Passafiume: Ammesse le parti civili

Omicidio
Il Gup del Tribunale di Palermo nel procedimento penale per l´omicidio del compianto Diego Passafiume ha ammesso le parti costituite figli, moglie e fratelli della vittima, nonché il Comune di Cianciana e l´Associazione "Cittadini contro le mafie e la corruzione", ed ha rinviato a giudizio l´imputato FIlippo Sciara.
Diego Passafiume era uomo che amava il suo lavoro che svolgeva con passione e determinazione, si occupava di movimento terra e negli ultimi anni della sua vita stava cercando di espandersi, anche per dare un futuro ai figli. 
Purtroppo però nel periodo tra la fine degli anni ‘80 e gli inizi del ‘90, il territorio della bassa Quisquina, grazie all’incremento dei lavori edili - gli appalti per le case popolari, il rifacimento di strade provinciali, la diga Castello - è stato oggetto di rivendicazioni da parte degli esponenti di “cosa nostra”, i quali pretendevano e ottenevano la supremazia sulla gestione dei lavori e sulla decisione di chi e come dovesse eseguirli.
Il giorno dell’anniversario del loro matrimonio, il 22.08.1993, Diego Passafiume e la moglie, decidono di festeggiarlo insieme trascorrendo la giornata presso la casa di compagna del cognato a Cianciana, dove nei pressi il piccolo imprenditore aveva da poco acquistato un terreno da adibire al deposito dei mezzi (camion e pala escavatrice).
Mentre era a bordo della sua vettura insieme alla moglie, alla suocera, alla nipote e ai suoi due piccoli bambini, Passafiume decide contento di fermarsi un attimo per far vedere il terreno alla suocera, quando viene affiancato da una macchina con a bordo quattro uomini, uno di questi imbraccia un fucile da caccia e rivolgendolo verso il Passafiume esplode i primi due colpi di fucile colpendolo al petto
L’imprenditore si accascia, ma non soddisfatto il killer scende dal veicolo, si avvicina ed esplode sul corpo già esamine della vittima, l’ultimo colpo di fucile dritto al volto.
Nell’agguato restano ferite, anche se lievemente, la suocera e la nipote. 
Passafiume non si era voluto piegare alle imposizioni di Giovanni Pollari, un uomo di “cosa nostra” definito da diversi collaboratori di giustizia come un mafioso emergente molto pericoloso, che nell’esecuzione degli omicidi si avvaleva della famiglia di Ribera e di Siculiana. 
Per quell’omicidio, vengono individuati Sciara Filippo, già condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso e ad altri omicidi di mafia, Pollari Giovanni (successivamente deceduto) ed altri due soggetti non identificati.
Diego Passafiume – dichiara Giuseppe Ciminnisi, Coordinatore Nazionale dei Familiari Vittime di mafia dell’Ass. I Cittadini contro le mafie e la corruzione – non era un “amico” dei mafiosi locali. Era un uomo che amava la sua famiglia, il suo lavoro, e che con coraggio non ha accettato le imposizioni di uomini arroganti e spregiudicati. Il suo sacrificio non deve essere dimenticato e, insieme a quello di tanti altri imprenditori, deve diventare un simbolo di una Sicilia che si ribella all’arroganza e alla vigliaccheria del potere mafioso”.
A rappresentare come difensore legale dell’Ass. I Cittadini contro le mafie e la corruzione, alla prima udienza, fissata per il 25 marzo 2021 avanti alla Corte di Assise di Agrigento, sarà l’Avvocato Danilo Giracello del Foro di Agrigento.

 

ALTRE NOTIZIE

Agenda 2030: riusciremo a raggiungere gli obiettivi nel tempo stabilito?
Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la pros...
Leggi tutto
Dipendenti pubblici tra le categorie ad alta priorità per la vaccinazione, la Uilpa Sicilia:
L´assessore regionale alla Salute Ruggero Razza ha dato seguito alla richiesta della  UILPA Sicilia di inse...
Leggi tutto
Isola delle Femmine, mostra dedicata a Joe di Maggio
La Sezione di BCsicilia di Isola delle Femmine, continua i suoi eventi culturali in modalità online. In collaborazione con l’Associazione Isol...
Leggi tutto
Sicilia, Crisi, Economia. Eolie, dalla resilienza nasce il marchio Euipo
Dalla produzione di film e campagne pubblicitarie a prodotti di profumeria e cosmetici, da linee di abbigliamento ai gadget. Ed ancora, organizzazione...
Leggi tutto
Aeroporti: Turano, collegamenti ferroviari per Birgi e Comiso
Pronto un piano dell’assessore Falcone, è caccia ai fondi “La sfida dei prossimi anni sarà quella di sfruttare le risorse che saranno m...
Leggi tutto
Parco eolico off shore, ancora dubbi: Trapani chiede altri 30 giorni
Ulteriori 30 giorni di proroga per poter presentare osservazioni al progetto per il parco eolico offshore al largo delle isole Egadi. Lo ha chiesto al...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web