Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 27/10/2020 da Rossana Battaglia

SINALP SICILIA CHIEDE RISPOSTE IMPATTO ECONOMICO E SOCIALE DELLA PANDEMIA STRATEGIE GOVERNATIVE

SINALP
La Pandemia ha messo a nudo tutte le criticità del nostro sistema socio/economico che negli ultimi 25 anni si è stratificato e consolidato guardando alla globalizzazione come faro del mercato mondiale.
Oggi scopriamo che la distruzione del sistema produttivo locale, che da sempre è stata la forza, la professionalità e la fantasia produttiva dell’Italia è stato sacrificato sull’altare dell’Europa Unita e la globalizzazione del commercio.
La Pandemia ci ha fatto riscoprire l’importanza della rete nazionale di piccole e medie aziende che erano in grado di garantire un flusso regolare e sicuro di merci e servizi. 
La nostra rete di aziende ci metteva al riparo delle crisi economiche delle nazioni che, grazie alla globalizzazione, si sono ritrovate a produrre merci e servizi anche per gli italiani, trasformati in semplici consumatori non più in grado di “governare” le scelte commerciali imposte da poche ed aggressive multinazionali.
Con la Pandemia le scelte del Governo Nazionale, concentrate solo su una presunta sicurezza medica, hanno dato il colpo di grazia alla struttura portante del commercio, dei servizi e della produzione italiana, formata da piccole e medie aziende.
Dopo il primo lockdown di marzo ed aprile, abbiamo avuto la certezza che tale strategia avrebbe distrutto economicamente l’Italia.
Speravamo che questo grande errore non si ripetesse, anche perché nel periodo estivo la sensazione era che il virus si fosse alleggerito e modificato attenuandone notevolmente gli effetti tragici.
Il Governo Nazionale, forte dell’esperienza avuta, passava, per non ricadere nell’errore, ad una serie di decreti che obbligavano le nostre aziende ad investire sulla sicurezza per i propri dipendenti e clienti.
I comparti HO.RE.CA. (hotels, Restourant,Cafè), G.D.O. (Grande Distribuzione Organizzata) e Servizi alla Persona con le aree “socio-sanitarie”, “attività associative”, “educazione e formazione”, ed “estetica e parruchieria” oltre al “tempo libero” sono stati, prima chiusi d’imperio e poi obbligati ad investire anche somme importanti per poter continuare a lavorare garantendo sicurezza ai dipendenti ed ai clienti.
Adesso, pur avendo percentuali simili, ed anche più basse di crescita pandemica, rispetto all’inizio della crisi, il Governo decide di rimettere in crisi intere filiere produttive ed erogatrici di servizi obbligandone, di fatto, una nuova chiusura.
Non comprendiamo quale sia la “ratio” che ha spinto il Governo Nazionale ad emanare una nuova chiusura di tutti i settori che reggono il circuito sociale ed economico delle nostre città, con la consapevolezza che condannerà a morte più di 1 milione di titolari di aziende e più di 6 milioni di lavoratori dipendenti.
A nulla valgono le promesse sbandierate di nuovi aiuti ed indennizzi, visto quanto non erogato durante il primo lockdown.
Gli italiani, a ragione, non hanno più fiducia a questo Governo che promette aiuti a tutti ma alla fine invia 9 milioni di cartelle esattoriali. 

Centro Studi Economici Sinalp Sicilia

 

ALTRE NOTIZIE

Smettere di fumare aiuta anche a risparmiare: ecco perché
Nel nostro Paese, il costo medio di un pacchetto di sigarette è di 5 euro. Se si pensa che ogni fumato...
Leggi tutto
Tavolo di concertazione del terzo settore per sostenere chi è in difficoltà a Carugate
la Presidenza della RETE ANAS (Associazione Nazionale di Azione Scoiale) Lombardia ha convocato il tavolo di concertazione, per il prossimo 4 dicembre...
Leggi tutto
FAVIGNANA: ALTRI 2 ARRESTI DEI CARABINIERI PER LA RAPINA IN VILLA DEL MAGGIO SCORSO
All’alba di mercoledì 2 dicembre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trapani e della Stazione di Favignana, coadiuvati nella f...
Leggi tutto
Incontro online CIFA sul “Sostegno al comparto agricolo”: più sinergie e strumenti per valorizzare le produzioni di eccellenza
“Sostegno al comparto agricolo”, è stato questo il tema dell’evento svoltosi sulla piattaforma digitale di CIFA Italia, organizzato da CIFA Tra...
Leggi tutto
Trapani: CambiaMenti non uno slogan ma una partecipazione civica
“CambiaMenti” non è stato uno slogan da campagna elettorale, ma una visione per rilanciare anche la partecipazione democratica cittadina … dal...
Leggi tutto
EVENTI ARTISTICI online 10, 11, 12, 13 dicembre 2020 AI CONFINI DELL’ARTE
EVENTI ARTISTICI online

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web