Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 22/05/2020 da Rossana Battaglia

Nell’ambito del progetto Authentic Amalfi Coast, il Distretto Turistico, propone con specifici comunicati e post social, storie di imprenditori che non si sono fermati, che hanno scelto di sperimentare nuovi metodi e modalità per continuare a

Nell’ambito
Guida ( della storica famiglia di ristoratori) : "Abbiamo rimodulato la nostra offerta. Abbiamo ripreso a tempo piano l´attività di ristorazione. Due entrate, un´entrata esclusiva per i fornitori. Ci siamo reinventati, adeguando il nostro sito, il nostro menu´, lo stile e i materiali di lavoro, il packaging, la strategia del prezzo, l´attività di comunicazione alle esigenze di questa fase. Noi ci siamo, siamo stati qui per più 50 anni, vogliamo starci per almeno altri 100 in massima sicurezza". 

Dopo la rigida quarantena, abbiamo sentito il dovere di rispondere «Presenti!». Lo abbiamo fatto per noi, per darci coraggio ma anche per i nostri concittadini, per trasmettere un messaggio positivo, di speranza e ottimismo.
Per ripartire, abbiamo dovuto rimodulare la nostra offerta alle esigenze normative e sanitarie diffuse dal Governo. Dal 1° maggio, abbiamo ripreso a tempo pieno con l’attività di ristorazione, garantendo ai clienti la consegna a domicilio e, appena le ordinanze regionali l’hanno consentito, il servizio di asporto.

Abbiamo adibito due entrate: "una di servizio, l’altra per il ritiro degli ordini da parte dei clienti". Lo ha dichiarato Giuseppe Guida , la sua è una famiglia di storici ristoratori della Costiera Amalfitana. 

Oggi Giuseppe ha un ruolo duplice. Da centralinista, con la gestione delle ordinazioni e degli orari del delivery, si trasforma in corriere. Lascia quindi il telefono, salta sul furgoncino, pronto per la consegna ai clienti. Giuseppe difende i valori, la tradizione, la storia della Costiera e dell´azienda fondata da nonno Giuseppe, il suo nonno. 

A metà strada tra le belle Positano e Praiano, Giuseppe Guida, imprenditore infaticabile classe 1921, inaugura nel 1965 quella che oggi è conosciuta come La Taverna del Leone, ristorante/pizzeria dalla veste bella ed elegante. Giuseppe la concepisce come una taverna, un luogo molto semplice dove le persone del posto possano sentirsi in famiglia. Ed infatti, non tarda a divenire un luogo di ritrovo per gli abitanti della Costa d’Amalfi.
Era il primo locale della zona a servire birra alla spina. Si beveva Löwenbräu, la birra bavarese molto diffusa durante l’Oktoberfest. Laddove oggi sorge la pasticceria, c’era la zona bar con tre postazioni per servire la birra. Entrando dalla porta d’ingresso, era ben visibile il logo della Löwenbräu, un leone fiero ritto sulle zampe posteriori. Fu così, spontaneamente, che la taverna divenne del Leone, in omaggio alla Löwenbräu che tanto piaceva ai frequentatori della taverna.
Dopo più di 50 anni di attività, la famiglia Guida continua la sua missione, al fianco dei suoi clienti. Non ha arrestato la sua corsa neppure in questa fase storica così delicata, quando il Covid-19 ha giocato un tragico scacco matto al comparto turistico e a tutto il suo indotto.

Oggi al timone ci sono Antonio, figlio di Giuseppe che diede avvio all’attività, e la nuora Fortunata, anima pulsante del reparto ristorazione. Membro imprescindibile dell’equipaggio è il nipote Giuseppe.

"Grazie agli ampi spazi della Taverna, la gestione delle attività sta procedendo secondo criteri di efficienza e sicurezza. Per esempio, i fornitori dispongono di un’entrata separata. Questo consente il necessario distanziamento dai membri dello staff e dagli spazi della cucina. Ci siamo reinventati - ha continuato Giuseppe Guida - adeguando il nostro sito, il nostro menu´, lo stile e i materiali di lavoro, il packaging, la strategia del prezzo, l´attività di comunicazione alle esigenze di questa fase. 

Abbiamo aggiunto al nostro sito internet una sezione per il take away ed il servizio a domicilio. Ci siamo organizzati per essere reperibili 24 su 24, ovunque. La ripartenza non sarebbe stata possibile senza i loro preziosi collaboratori e la loro voglia di tornare a lavoro. Hanno dovuto adattarsi ad orari ridotti e ad un adeguamento di stipendio. Nonostante le difficoltà, La Taverna del Leone è pronta per affrontare questa nuova sfida che al momento ha ricevuto una splendida risposta da parte della popolazione di Positano e Praiano. Questo è solo l’inizio, vogliamo tornare a lavoro. Aspettiamo da governo e regione indicazioni precise per il futuro della ristorazione e del turismo in generale. La nostra scelta è quella di continuare a far vivere la nostra storia, garanti della sicurezza, della qualità. Per questo, al momento si potranno apprezzare i nostri prodotti con un preciso servizio di asporto. 
Noi ci siamo, siamo stati qui per più 50 anni, vogliamo starci per almeno altri 100 in massima sicurezza".

 

ALTRE NOTIZIE

Mazara del Vallo: la Polizia di Stato arresta in flagranza di reato pregiudicato mazarese per tentato furto aggravato in un villa a Tonnarella.
La notte di martedì 15 settembre,i poliziotti della Volante del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo hanno tratto in arresto B. A., classe...
Leggi tutto
Confisca beni nei confronti di CENTONZE a seguito di attività della Polizia di Stato e Guardia di Finanza
Personale della Guardia di Finanza in forza al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Trapani e della Polizia di Stato in servizio presso la Divis...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO: CONTROLLI DEI CARABINIERI DEL NUCLEO ISPETTORATO DEL LAVORO. SANZIONI E SOSPENSIONI ATTIVITÀ
Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro unitamente ai colleghi della Compagnia di Mazara del Vallo e personale S.I.A.N....
Leggi tutto
“GENERAZIONE FUTURA” e Ivan GERARDI “Insieme per le amministrative di Marsala”
Le imminenti elezioni amministrative cittadine vedranno l’Avv. GERARDI, responsabile delle attività Socio-Giuridiche dell’associazione e dirig...
Leggi tutto
In serie D con chi, grazie alla sua freddezza dalla lunetta, regalò il trionfo del 2017. Marco Ranalli torna alla Libertas
Era stato lui, nei concitati ed emozionantissimi minuti della finalissima Libertas – Adrano, a prendere l’iniziativa, tentare le penetrazione, prender...
Leggi tutto
Mazara del Vallo: la Polizia di Statoarresta in flagranza di reato pregiudicato mazarese per tentato furto aggravato in un villa a Tonnarella.
La notte di martedì 15 settembre,i poliziotti della Volante del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo hanno tratto in arresto B. A., classe...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web