Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 13/01/2020 da Direttore

A 52 anni dal sisma ancora si discute sulla ricostruzione

A
“Anche quest´anno i 21 comuni della Valle si apprestano a ricordare per il 52esimo anniversario il terremoto che la notte fra il 14 e il 15 gennaio 1968 sconvolse il Belice. Una ricorrenza che quest´anno cade nel pieno di una rivendicazione che ci ha portato negli ultimi mesi a Roma per interloquire con il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Giancarlo Cancelleri al fine di trovare una soluzione definitiva al completamento della ricostruzione. Abbiamo esposto per l´ennesima volta le tematiche più urgenti da affrontare in materia di opere di urbanizzazione primaria e di edilizia privata ricevendo rassicurazioni dal viceministro, d´intesa con la titolare del dicastero Paola De Micheli, in rappresentanza delle istituzioni nazionali, sulla volontà di dare una risposta definitiva a tutte le questioni avanzate”. Così il sindaco di Partanna Nicolò Catania, in occasione del 52esimo anniversario del sisma del Belice. “Abbiamo preso atto – continua il primo cittadino, coordinatore dei 21 sindaci - della disponibilità espressa dal ministro e dal viceministro. L´auspicio adesso è che le soluzioni alle urgenze non più rinviabili indicate nel corso della riunione siano finalmente risolte e che il rammarico per la continua assenza dello Stato, a dir poco mortificante per chi ogni giorno fra immensi sacrifici e ostacoli cerca di creare opportunità di sviluppo, possa trasformarsi nella soddisfazione di vedere finalmente riconosciute le nostre giuste rivendicazioni. Richieste che in questo momento non possono prescindere anche dall´attenzione verso una struttura fondamentale per il Belice come l´ospedale Valle del Belice ´Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano. Nosocomio per il quale i sindaci si trovano ancora una volta costretti a promuovere azioni di salvaguardia al fine di scongiurare un declassamento insostenibile per le popolazioni della Valle e per sollecitare una deroga al decreto Balduzzi da inserire nel decreto legge ´milleproroghe´. Per la tutela dell´ospedale siamo pronti a scendere nelle piazze insieme con le nostre popolazioni a tutela di un diritto alla salute che non può essere calpestato impunemente. Ci appelliamo infine alle istituzioni nazionali perché ci supportino per chiudere la questione Belice e al Presidente della Regione Nello Musumeci perché ci sostenga aprendo se necessario anche una vertenza con lo Stato con l´obiettivo di trovare una definitiva soluzione alla annosa e vergognosa vicenda del completamento, sempre promesso e mai mantenuto, della ricostruzione. A due anni dalla visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ci aveva fatto sperare in una rapida e conclusiva soluzione all´annosa questione dobbiamo rilevare con amarezza ancora una volta che senza l’intervento delle istituzioni nazionali alle istanze del territorio di cui noi amministratori siamo portavoce non si potrà mai dare risposta certa e finale. Al ricordo quest´anno si unisce ancora e con vigore la lotta per ottenere una volta per tutte ciò che ci spetta di diritto. Onorare la memoria delle tante vittime del sisma significa non cedere mai alla rassegnazione e continuare a combattere perché vengano riconosciuti i diritti del nostro territorio a una ricostruzione degna, completa e funzionale al suo sviluppo”.

Per ricordare il sisma i comuni del comprensorio hanno messo a punto il calendario di manifestazioni che qui di seguito riportiamo.

14 gennaio. A Montevago alle 19,00 è prevista una fiaccolata in memoria delle vittime del sisma. Il 15 gennaio alle 11,00 si terrà invece una celebrazione eucaristica al cimitero comunale.

15 gennaio. A Menfi dalle 10,30 sarà visitabile l´installazione storica “Le prime tende, i primi alloggi” sui primi soccorsi arrivati in aiuto delle popolazioni in via Vittorio Emanuele III. Sempre alla stessa ora a palazzo Pignatelli si inaugura la mostra fotografica “I giorni del terremoto” visitabile fino al 20 gennaio. Infine alle 17,00 al Palazzo comunale sarà proiettato il vide documentario di U. Lucia e G. Mistretta “Menfi 1968 – dalle macerie al futuro”.

15 gennaio. A Salaparuta alle 10,30 nella Chiesa di Santa Caterina si terrà una celebrazione eucaristica alla quale seguirà la proiezione di un filmato sul sisma del ´68. Il 20 gennaio alle 10,30 nell´Aula Consiliare è prevista la tavola rotonda con le autorità istituzionali “Belice 1968: dal ricordo della tragedia allo sviluppo”. Infine il 24 gennaio alle 9,00 sarà inaugurata una mostra fotografica sul terremoto alla quale seguirà la manifestazione dedicata ai bambini e con la presenza del vigili del fuoco “Pompieropoli”.

15 gennaio. A Roccamena alle 10,30 presso l´Auditorium della Scuola media statale “E. Fermi” per la giornata intitolata “Raccontare la storia – trasferire la memoria” sarà proiettato il documentario “Belice 1968/Terre in moto 2008” per la regia di Salvo Cuccia e Antonio Bellia.


15 gennaio. A Gibellina alle 15,00 è prevista una celebrazione eucaristica al cimitero comunale in ricordo delle vittime del terremoto mentre alle 17,00 al Baglio Di Stefano, sede della Fondazione Orestiadi, si terrà la presentazione dei quaderni “Gibellina tra memoria e futuro”, dei racconti di Carlo La Monica e delle poesie di Salvatore Capo “Lu mastru e la putìa” e infine “50 anni dal terremoto del Belice – vicende e visioni”, lettura di testi composti da Francesca Corrao, Mario Cucinella ed Enzo Fiammetta a cura della Fondazione Orestiadi. Nella giornata del 19 gennaio alle 18,00 presso la Sala Agorà - Leonardo Sciascia invece sarà proiettato il documentario di Dario Indelicato “Elogio alle memorie – Ri-Scossa” e alle 19,00 il concerto “Island tales group” a cura di Musica e suoni del Mediterraneo.

15 gennaio. A Santa Margherita di Belice alle 17,00 a Palazzo Filangeri- Cutò sarà inaugurata la mostra fotografica “Il profumo dei fichi selvatici dai ruderi delle case” di Rosario Sanguedolce.


15 gennaio. A Santa Ninfa alle 18,00 si terrà una celebrazione eucaristica in Chiesa madre e alle 19,00 è in programma una seduta speciale del Consiglio comunale dedicata alla commemorazione del tragico evento.

17 gennaio. A Partanna alle 10,30 presso l´Auditorium “Giacomo Leggio” sarà proiettato il documentario “Belice 1968/Terre in moto 2008” e alle 18,00 si celebrerà una messa in suffragio delle vittime del sisma nella Chiesa Madre.

 

ALTRE NOTIZIE

E’ SCOMPARSO L’ON. SALVATORE GRILLO, GIA’ SINDACO DI MARSALA E PARLAMENTARE E ASSESSORE REGIONALE
E’ deceduto ieri, circondato dall’affetto dei suoi familiari, l’on. Salvatore Grillo, 97 anni, già Sindaco della città di Marsala e Asse...
Leggi tutto
La rete ANAS a sostegno della prevenzione e sostegno alle vittime di violenza
Sabato 25 gennaio si è svolto come da programma, presso i locali della presidenza regionale dell’associazione, siti a Druento,presso la Rubbian...
Leggi tutto
“La gestione del verde ornamentale e le piante esotiche invasive”
In Europa e in Italia molte delle piante utilizzate nel florovivaismo, in campo forestale e in agricoltura non sono native di questo continente o del ...
Leggi tutto
Marsala: "Giornata della memoria", intenso e partecipato lo spettacolo teatrale sulla Shoah
“Non possiamo permetterci di non ricordare e cadere nell´indifferenza. La cultura di trovare un nemico, il diverso, ha permesso quel genocidio, ...
Leggi tutto
Assenza deposita un ddl per la tutela della salute alimentare dei minori
“L’insufficiente controllo sull’alimentazione, specialmente su quella dei più giovani, può rivelarsi dannoso se non quando esiziale. Occ...
Leggi tutto
Sabato 25 gennaio si è svolto il convegno Anas“La donna nel XXI secolo: violenze e valutazioni medico legali"
Sabato 25 gennaio si è svolto come da programma, presso i locali della presidenza regionale dell´associazione, siti a Druento,presso la R...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web