Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 07/06/2019 da Direttore

Catemoto De Luca ad Una Marina di Libri e in libreria

Catemoto
“CATEMOTO DE LUCA” PASSA DA UNA MARINA DI LIBRI E ARRIVA IN LIBRERIA. TRE PRESENTAZIONI A GIUGNO PER IL SAGGIO DI EMILIO PINTALDI:

LUNEDÌ 10 GIUGNO, ALLE 11,30, AL CONSORZIO UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO.
GIOVEDI’ 20 GIUGNO ALLE 16,30 ALLA LIBRERIA CIOFALO DI MESSINA.
SABATO 29 GIUGNO ALLE 18 AL TEATRO TINA DI LORENZO DI NOTO .
PREFAZIONE DEL SOCIOLOGO FRANCESCO PIRA.


A colpi di post su Facebook, di tuffi in piscina e di parodie, vuole arrivare alla presidenza della Regione. La comunicazione del sindaco di Messina Cateno De Luca viene passata ai raggi x in un saggio scritto dal giornalista professionista Emilio Pintaldi. La tecnica utilizzata dal politico più “social” della Sicilia viene esaminata in centotrentacinque pagine. La Prefazione del libro è del professore Francesco Pira, sociologo e docente dell´Università di Messina ed esperto dei fenomeni social e di comunicazione politica. A darlo alle stampe, Casta editore, una società editrice indipendente. La metà dei diritti che spettano all’autore sarà devoluta al centro Nemo sud di Messina che si occupa dei pazienti affetti da malattie neuromuscolari e all’associazione Abc amici dei bimbi in corsia. Nel volume anche un approfondimento del giornalista Santi Cautela che ha analizzato le parole e i temi affrontati durante la campagna elettorale da De Luca. Il libro è presente in anteprima alla manifestazione “Una Marina di Libri” all’Ortobotanico di Palermo dove potrà essere anche acquistato. Tre le presentazioni ufficiali previste nel mese di giugno. Per lanciare il libro, Emilio Pintaldi, ha scelto la città della valle dei templi.

Il volume sarà presentato:

lunedì 10 giugno alle 11,30, nella sede del consorzio universitario di Agrigento. Presenti oltre all’autore, il professore Marcello Saija direttore del corso di laurea in mediazione culturale e linguistica e il consigliere comunale di Messina Alessandro Russo. Previsto un video intervento del professore Francesco Pira autore della prefazione.

Giovedì 20 giugno alle 16,30, a Messina, nel saloncino della libreria Ciofalo, ad un tiro di schioppo dalla sede comunale. A conversare con l’autore Emilio Pintaldi saranno il professore Pira, il sociologo Marco Centorrino e la direttrice di Tempostretto Rosaria Brancato.

Sabato 29 giugno alle 18, a Noto, al teatro Tina Di Lorenzo. Con l’autore ci saranno diversi ospiti illustri.

In via di definizione altre tappe che comprendono il Marina del Nettuno di Messina, Palermo, Milazzo, Santa Teresa, Fiumedinisi, Tripi, Catania, Taormina.

“Nell’era di internet e dei social- scrive l’autore- il tradizionale ufficio stampa e la vecchia comunicazione pubblica fatta di fax, conferenze stampa e comunicati, sono totalmente superati. E’ una conseguenza dello spostamento di grandi masse di utenti sui social, dell’abbandono da parte di intere generazioni della carta stampata, dell’avvento di una televisione che utilizza la “smart tecnologia”. I leader post-politici- quelli che hanno preso il posto dei predecessori che utilizzavano i media tradizionali come normali canali di comunicazione, molto spesso, non hanno un vero e proprio addetto stampa. Non hanno uno spin doctor. Non hanno un portavoce. Cateno De Luca, sindaco di Messina dal giugno del 2018, rappresenta il superamento di qualsiasi mediazione tradizionale tra la politica pubblica e il cittadino”.

“Personalmente - scrive il professor Francesco Pira autore della prefazione del libro- da circa 20 anni studio l’evoluzione della comunicazione politica, ne analizzo i diversi aspetti attraverso l’impiego di più chiavi di lettura, cercando di comprendere l’evoluzione dei processi comunicativi e del linguaggio in un’ottica sociologica. In questo modo teoria e realtà diventano un tutt’uno e restituiscono l’immagine quanto più variegata di questa nostra realtà complessa e complicata. E questa ricostruzione si fonda su solide basi scientifiche, le stesse che costituiscono i presupposti di questo libro che con padronanza e profonda onestà intellettuale offre ai lettori uno spaccato di quel processo che ha portato al nuovo modo di concepire la comunicazione politica." 


BREVE NOTE BIOGRAFICHE EMILIO PINTALDI

Emilio Pintaldi è giornalista professionista. E’ dottore magistrale in Scienze della comunicazione ed ha conseguito all’Università di Messina un master di primo livello in “Manager della comunicazione pubblica”. Per 22 anni è stato corrispondente da Messina del quotidiano “il Giornale di Sicilia”. Ha lavorato anche con “la Sicilia” con le emittenti Tele Etna e Antenna Sicilia e con il settimanale regionale “Centonove” dove ha ricoperto il ruolo di caposervizio. Per oltre vent’anni ha condotto sulle frequenze di Radio Messina Uno Special una trasmissione radiofonica mattutina. E’ corrispondente dell’emittente televisiva regionale Tgs e conduce da sette anni su Tcf, emittente locale messinese, la fortunata trasmissione televisiva Malalingua. Collabora con La Wdr la Radio di Stato tedesca. E’ docente a contratto del corso di laurea in mediazione culturale e linguistica che si tiene al Consorzio universitario di Agrigento. “Catemoto De Luca” è il secondo saggio in cui l’autore affronta il tema della comunicazione. Il primo, “L’informazione che non capisco”, è stato pubblicato nel 2006.


BREVI NOTE BIOGRAFICHE Prof. FRANCESCO PIRA

Francesco Pira, autore della prefazione, è docente di comunicazione e Giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina, dove è coordinatore Didattico del Master in “Manager della comunicazione Pubblica”. Insegna Comunicazione pubblica e d’impresa presso lo IUSVE, l’Università salesiana di Venezia e Verona. E’ visiting professor presso l’Università Re Juan Carlos di Madrid e docente Erasmus presso l’Università di Wroclaw in Polonia. Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Al suo attivo molte ricerche e pubblicazioni sulla comunicazione politica. Ha svolto attività di formatore e consulente per partiti, movimenti e candidati politici. Ha seguito come osservatore campagne elettorali in Italia, Europa e negli Stati Uniti. E’ stato definito uno dei massimi esperti del fenomeno fake news a cui è dedicato il suo penultimo libro “Giornalismi” che firma con Andrea Altinier.


 

ALTRE NOTIZIE

A Messina la V edizione del “Tancrede Swim Challenge
L´emozione di calarsi nelle mitiche acque dello Stretto di Messina e nel Charles River di Boston
Apertura sportello Amorù
13 luglio Aurora Ranno dell ‘Associazione per i diritti umani Contro Tutte Le Violenze Co Tu Le Vi<...
Leggi tutto
Commemorazione vittime strage di Nizza
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende ricordare le sei vittime italiane d...
Leggi tutto
19 luglio. Uniti per la legalità per ricordare Paolo Borsellino e le vittime della strage di Via D´Amelio 2020
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende ricordare la Strage di Via D’Amelio...
Leggi tutto
A CATANIA SABRAGE ACADEMY E SABRAGE PARTY IN VIGNETO IL PROSSIMO 29 LUGLIO
A grande richiesta, la prima accademia italiana dedicata all’arte del sabrage torna a Catania, ospite di Cantine Ni...
Leggi tutto
SICILIAMBIENTE: 8 DOCUMENTARI IN CONCORSO - DA CHERNOBYL AL SENEGAL ACCOMPAGNATI DALLE RIFLESSIONI DEL PREMIO OSCAR JEFF BRIDGES
Saranno 8 i documentari in concorso alla XII edizione di SiciliAmbiente
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web