Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 17/05/2019 da Direttore

DINO GIARRUSSO (M5S) ANNUNCIA QUERELA CONTRO ´LA REPUBBLICA´

DINO
Il candidato alle europee interviene contro il quotidiano che lo accusa di promettere posti di lavoro in cambio di voti
DINO GIARRUSSO (M5S) ANNUNCIA QUERELA CONTRO “LA REPUBBLICA”: «INACCETTABILE DIFFAMAZIONE CONTRO IL M5S»
«Ogni candidato ha il dovere di crearsi una squadra nei territori che stia coi cittadini»


«Ho pronta una bozza di querela contro “La Repubblica”». Dino Giarrusso, candidato del Movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo per la circoscrizione Isole, replica deciso a un articolo video diffuso dal canale tv-web della testata che, commentando le parole pronunciate pubblicamente dal candidato durante un incontro tenutosi a Ravanusa, lo dipinge come fautore di una campagna elettorale “in stile dc” che promette posti di lavoro tramite l´assunzione di collaboratori.

«Si ribalta la realtà per colpire il M5S e i candidati scomodi: un inaccettabile metodo diffamatorio», secondo Giarrusso che interviene sulla vicenda chiarendo la sua posizione a beneficio dei lettori. «Il primo punto del mio programma – spiega l’ex-iena oggi esponente di punta del M5S - è mantenere vivo e costante il rapporto con il territorio e i cittadini, perché il M5S è un movimento di cittadini e non esiste al mondo che un candidato, dopo essersi preso i voti sparisca e non si faccia più nemmeno vedere dalle persone che gli hanno dato fiducia: è ciò che hanno fatto tutti i vecchi partiti, fregando così Sicilia e Sardegna. Io farò esattamente il contrario!

Il territorio da rappresentare è molto vasto, e per questo la legge prevede che l’europarlamentare si costruisca una squadra di collaboratori per la quale ha a disposizione 25mila euro al mese. Averlo raccontato pubblicamente mi rendo conto significhi aver svelato una verità scomoda. Adesso tutti sanno che ciascun ex-parlamentare dei vecchi partiti ha usato quella enorme somma non per una squadra vicina ai cittadini, ma evidentemente per altri scopi, magari per accontentare qualche portatore di voti. Il M5S è differente, e proprio per questo amato dal popolo, dunque non mi lascio intimidire e ribadisco che farò l’esatto contrario di ciò che faceva la vecchia DC: non assunzioni clientelari agli amici degli amici, ma una serie di colloqui trasparenti per selezionare collaboratori competenti, vicini alla filosofia del M5S e distribuiti su TUTTO il territorio. Il loro compito – spiega Giarrusso - sarà appunto quello di mantenere vivo e costante il rapporto con tutti i cittadini di tutte le zone di Sicilia e Sardegna, cosicché nessuno possa mai dire che Dino Giarrusso, esponente del M5S, “ha chiesto i voti ed è scomparso”.

Noi del M5S siamo e dobbiamo essere sempre “portavoce”, non onorevoli, proprio perché portiamo la voce dei territori, e sono orgoglioso di ribadire che - se sarò eletto - la mia squadra rappresenterà tutti i cittadini, ed io non abbandonerò nessuno, a differenza di ciò che hanno fatto i vecchi dinosauri della politica siciliana che forse Repubblica rimpiange perché assicuravano ricchi fondi pubblici all’editoria.

Repubblica ha ancora una volta ribaltato la realtà con una falsità inaccettabile, e per questo procederò a querela, a onore e tutela della mia immagine e di quella del Movimento.

Girando le nostre Isole scopro che ci sono delle intelligenze, delle proposte, delle competenze incredibili, talvolta molto più alte di quelle dei grandi burocrati strapagati dal Parlamento Europeo, a cui vogliamo abbassare gli stipendi.

Dobbiamo valorizzare queste eccellenze, farle fruttare per il bene di Sicilia e Sardegna, dunque di tutti noi.

L’unico modo per farlo è rispettare la legge, ed utilizzare la corposa cifra prevista per crearsi una squadra di collaboratori NON in modo clientelare, ma con colloqui trasparenti e diffusi su tutto il territorio. 

Chi volutamente deforma la mia pubblica limpidezza ribaltando la realtà per gettare fango sul M5S è solo un diffamatore che deve vergognarsi, e che verrà querelato oggi stesso», conclude Giarrusso.


 

ALTRE NOTIZIE

Paceco, sospeso temporaneamente il servizio di raccolta dei rifiuti organici
A causa della chiusura degli impianti in Sicilia, da oggi è sospesa anche a Paceco la raccolta della frazione organica (umido). Abbiamo un ser...
Leggi tutto
Fatture non pagate da ArcelorMittal: al via presidio dei lavoratori
La situazione a Taranto è critica: in questo momento diversi mezzi pesanti si sono schierati davanti alle portineria dello stabilimento siderur...
Leggi tutto
La Sicilia di Titone e Sciascia 30 anni dopo Giornate di studi Castelvetrano, Liceo Classico “G. Pantaleo”, 23 novembre 2019, ore 16:30 Mazara del Vallo, Teatro “Garibaldi”, 7 dicembre 2019, ore 17:30
Trent’anni fa, nel 1989, ci lasciavano a distanza di pochi mesi due tra i più grandi pensatori italiani di Sicilia: Virgilio Titone e Leonardo ...
Leggi tutto
Blutec, domani a Palermo nuova convocazione del tavolo regionale sul´indotto. Mazzeo (Ugl metalmeccanici): "Centinaia di lavoratori abbandonati al loro destino, si trovi una soluzione"
“La proroga della cassa integrazione per i lavoratori della Blutec di Termini Imerese, ottenuta da poche settimane, è sicuramente un fatto posi...
Leggi tutto
Una delegazione del «Centro Studi Dino Grammatico» si recherà alla «Camera dei Deputati»
«Il prossimo 22 novembre 2019 una delegazione del «Centro Studi Dino Grammatico» si recherà a Roma, presso la...
Leggi tutto
Trapani: traditi da una t-shirt, la Polizia di Stato arresta tre rapinatori. Avevano assaltato la filiale della banca Credem, 65.000 euro il bottino
La Polizia di Stato di Trapani ha arrestato Francesco LO COCO, 29 anni, Pietro DI MARIANO, 26 anni, Gioacchino BUSCE...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web