Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 24/11/2018 da Direttore

La mostra -Mi fido di te-: la donna oggi fra glorificazione e violenza

La
Mostra d’arte contemporanea, a cura di Caterina Randazzo
Dal 25 novembre al 29 dicembre 2018
Effetto Arte Gallery, Palermo - via L. Ariosto, 19


In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, si inaugurerà domenica 25, alle 17.30, nelle sale della Effetto Arte Gallery di Palermo, la mostra “Mi fido di te”. Una mostra dedicata alle donne, che muovendo dal tema della violenza, si allarga ad affrontare la tematica femminile, come discorso culturale ed emozionale.

Lo scopo è quello di sensibilizzare il pubblico su questioni importanti come stalking, discriminazioni, femminicidi, maltrattamenti e diffondere, attraverso l’arte, la cultura del rispetto. “Mi fido di te”, porterà in primo piano il tema attualissimo della violenza di genere, ma al tempo stesso omaggerà la donna in tutte le sue forme e vesti: perché mamma, moglie o donna in carriera, lei è l’emblema della vita, della forza, della bellezza, icona dell´arte di tutti i tempi e va sacralmente rispettata.

È innegabile che il mondo ha fatto enormi passi su temi importanti come la parità dei sessi, l’emancipazione femminile e il ruolo della donna nella società e in coppia. Ancora oggi, però, sono troppe le donne che continuano a subire discriminazioni e violenze; la cronaca infatti ci parla sempre più di casi di maltrattamenti, femminicidi, amori malati, violenze domestiche e discriminazioni sociali, spesso operati da chi, invece, istituzionalmente o biologicamente, quelle donne dovrebbe amarle e proteggerle.

“La mostra si pone come lavoro culturale per dire basta, lasciare un segno, provare, attraverso la cultura, a cambiare le cose – spiega l´organizzatore Sandro Serradifalco - . Perché la cultura, mezzo di sensibilizzazione e progresso, può muovere la sensibilità sociale, in un momento storico in cui la coscienza collettiva sta maturando e aumentando. Una mostra – aggiunge – che è una denuncia, ma anche un messaggio di speranza, perché non tutti gli uomini sono uguali. “Mi fido di te”, perché nonostante la cronaca e l’esperienza personale, non bisogna smettere di fidarsi", conclude Serradifalco.

La mostra vede la partecipazione di cinquanta artisti, selezionati dallo storico dell’arte Caterina Randazzo, anche lei vittima di reato sessuale, per qualità stilistiche e sensibilità artistica di indubbio valore, coniugate con l’attenzione dimostrata al tema trattato, appunto, la violenza sulle donne. Fra le opere scelte, sono presenti pitture, sculture, incisioni, fotografie, installazioni, video e oggettistica di alto artigianato. Fra gli artisti ammessi, ci sono molte vittime di varie forme di violenza e questo ha contraddistinto questo progetto come qualcosa di più di una semplice mostra. Interverranno, inoltre, Lidia Vivoli, sopravvissuta al femminicidio da parte dell’ex compagno, è volto noto di programmi tv come Amore criminale e La vita in diretta, Daniela Ferrero, autrice del libro La donna d’argilla, il silenzio uccide la dignità, Fulvia Latini, artista vittima di stalking e violenza sessuale. Durante la cerimonia inaugurale è prevista la sfilata del capo scultoreo Oltre le apparenze dell’artista italo-spagnolo Simone Tripaldi ArtÈnos.

Inaugurazione 25 novembre - ore 17.30 - Orari apertura mostra: dal lunedì al venerdì 10/13 - 15/18

Ingresso gratuito - Effetto Arte Gallery - galleria d’arte contemporanea - via Ariosto 19, Palermo


Presentazione a cura di: Caterina e Rosy Randazzo

Caterina Randazzo, storico e critico d’arte laureata alla facoltà di Lettere dell’Università degli studi di Palermo, è curatrice, articolista e si occupa da oltre un decennio di mostre, eventi culturali e articoli sul mondo dell’arte. È ideatrice e curatrice della mostra “Mi fido di te”, un evento che ha fortemente voluto poiché anche lei è vittima di reato sessuale. Il 20 dicembre si concluderà il primo grado di una vicenda giudiziaria iniziata nel 2013, quando lavorava, come membro del comitato scientifico di selezione, alla Prima Biennale d’Arte di Palermo.

Rosy Randazzo, collaboratrice, supporto nella coordinazione e organizzazione di eventi.

Interverranno: Caterina Randazzo e gli editori Serradifalco.

Lidia Vivoli
Sopravvissuta al femminicidio da parte dell’ex compagno, è volto noto di programmi tv come Amore criminale e La vita in diretta. Esempio di forza e coraggio femminile per le sue battaglie contro la violenza sulle donne e il femminicidio, ha lottato per avere giustizia, ottenere dallo Stato sostegno e protezione e aiutare le altre donne, con la sua testimonianza e il suo esempio a lottare e denunciare.

Daniela Ferrero
Presentazione del Libro La donna d’argilla, il silenzio uccide la dignità. Intervento di Maria Teresa Prestigiacomo.

Fulvia Latini
Artista vittima di stalking e violenza sessuale. Testimone della sua vicenda personale e giudiziaria, con la recente chiusura del processo di primo grado.

Artisti: Andrenacci Mauro, Barillaro Umberto, Battaglia Tiziana, Battistelli Simona, Beligni Serena, Belloni Giulio, Burgio Maria Antonia, Caldana Claudio, Capasso Aldo, Cola Franco, Colaiacovo Anna, Corso Marina, De Rosa Ornella "DRO", Dell´Acqua Enzo, Demetra, Denaro Daniela, Distefano Salvo, Federico Giuseppina, Ferrero Daniela, Ferretti Anna Maria, Fior Mario, Fusi Rosy, Gemignani Stefano, Ghidini Francesca, Grifoni Daniela, Isaia Massimiliano, La Rosa Caterina, Latini Fulvia, Lo Mastro Gorizio, Malara Mariella, McMuller Andreas, Mencini Adriano "A. M. Gobì", Mesa Suero Leonardo A. "Orọmi", Moksilla, Monello Nuzzo, Nicolosi Palana Mimma, Ore Francesca, Passeri Cecilia, Pelloni Giorgia, Petrone Libero, Ragni Ferdinando, Ricci Orietta "Ori", Ruggiu Maria Grazia, Saracco Viktor, Seracini Francesco, Serpetti Alessio, Sgura Eleonora, Tabarrani Alessandra, Temìn Josefina, Ventura Ben, Venuti Silvia.

Durante la cerimonia inaugurale

Sfilata del capo scultoreo Oltre le apparenze dell’Artista italo-spagnolo Simone Tripaldi ArtÈnos.

Il capo scultoreo, realizzato con l’assemblaggio di 160 grucce plastiche, per un´altezza di 220 cm, sarà indossato dalla modella Zeinab Barry, che sfilerà per le sale della galleria, come presenza silenziosa testimone di tutte quelle donne che subiscono violenze domestiche, verbali e fisiche. L’opera ha già sfilato per le vie di Palermo suscitando l’ammirazione di pubblico e giornali. ArtÈnos: "Migliaia di donne lavano e appendono alle grucce i propri vestiti che conservano memoria della sofferenza di cui si sono macchiati. Donne che lavano i panni sporchi in famiglia, che lasciano asciugare e rimarginare profonde ferite tra le mura di casa, isolandosi da tutto e da tutti. Le grucce diventano scheletri, ossa, che intrecciandosi fra loro costruiscono una gabbia inespugnabile. Donne sole, che non hanno il coraggio di denunciare violenze che troppo spesso sfociano in femminicidio. Questa scultura ha l’intento di denunciare e, allo stesso tempo, mettere in mostra, il silenzio della violenza domestica”.

Lettura della poesie di Domenico Ruggiero La vita di una donna, le cui poesie vengono trasmesse da Radio Rai 1 Zapping e di Sandra Lucarelli, che ha ispirato l’opera di Orietta Ricci. La serata sarà allietata da Eliana Campanella, che canterà “Quello che le donne non dicono” e “Gli uomini non cambiano”. La giovane cantante si è qualificata idonea al talent nazionale Area Sanremo Tour. Proiezione video in ricordo di tutte le donne vittime di violenza e di quelle che hanno fatto la storia, con il contributo artistico di Daniela Grifoni con “Quello che le donne non raccontano” e Nuzzo Monello con “Vulgaris”.


 

ALTRE NOTIZIE

Il miracolo di Santa Lucia del 1646 a Siracusa sarà celebrato il 5 maggio
Anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) Provinciale Siracusa unitamente all´associazione Gozzo di Marika organizzano, per il prossimo 5 maggio...
Leggi tutto
Erice Entello Under 14 femminile campione provinciale FIPAV e PGS.
In collaborazione con il Progetto Volley di Marsala abbiamo costruito un gruppo per raggiungere l’obiettivo di campi...
Leggi tutto
Telesca, Cattini e Colantuoni in gara il 26 e 27 aprile
Para Powerlifting – Azzurri a Eger per scalare il ranking
Telesca, Ca...
Leggi tutto
Trapani Jazz
26 APRILE – TRAPANI JAZZ
La sera del 26 Aprile ...
Leggi tutto
Imbarco aereo negato: diritti dei passeggeri per ottenere il risarcimento
Imbarco aereo negato: il caso di Trapani fa scuola e insegna ai passeggeri cosa fare e cosa non fa...
Leggi tutto
25 aprile - Rifondazione Comunista sarà presente in tutte le piazze, occorre ricordare la libertà riconquistata ed evitare lo sdoganamento del nuovo fascismo
Palermo 24 aprile - Il 25 Aprile è sempre una giornata bella e straordinaria, perché festeggia la rico...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web