Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 08/11/2018 da Direttore

MANUTENZIONE FIUMI. -Mesi per fare la pulizia. Burocrazia cieca- La denuncia di Lo Giudice

MANUTENZIONE
Chiesta la VIA per rimuovere i detriti


Potrebbero volerci mesi perché si proceda alla rimozione dei detriti accumulati nei fiumi e nei torrenti, con il serio rischio che si ripetano situazioni di grave pericolo. E la colpa non sarebbe la carenza di fondi, bensì l’applicazione “ciecamente burocratica” della normativa sulla tutela ambientale.di n
La denuncia viene da Danilo Lo Giudice, deputato regionale del Movimento Sicilia Vera e sindaco di Santa Teresa Riva, che intervenendo all’ARS ha sollecitato il Presidente della Regione ad attivarsi con estrema urgenza per la semplificazione burocratica delle procedure.
“Per poter intervenire per la rimozione dei detriti – ricorda il deputato – spesso viene richiesta la verifica di assoggettabilità per la VIA – Valutazione di Impatto Ambientale se non addirittura la "caratterizzazione” dei sedimenti dei quali se ne conosce la qualità, quindi, oltre che spendere soldi per tutti i passaggi burocratici, aspettare mesi, anche sette o otto, perché si possa procedere. Siamo solo all’inizio dell’inverno e abbiamo già registrato disastri e lutti; altre piogge arriveranno nei prossimi mesi e non possiamo farci trovare impreparati.”
“Molti dei progetti di sistemazione idraulica - spiega Lo Giudice - prevedono infatti solo la rimozione del materiale, senza opere di alcun tipo e senza modificare in alcun modo il regime idraulico, anzi ripristinando l´originale stato dei torrenti per favorire il regolare
deflusso dell’acqua.
Oggi molti torrenti sono intasati e, come dimostra la triste cronaca di questi giorni, costituiscono un pericolo gravissimo in caso di piogge abbondanti.
A Musumeci chiediamo solo, ma di farlo in fretta, di non piegarsi ad una burocrazia cieca, chiediamo che gli Uffici della Regione diano una interpretazione autentica della normativa, permettendo che si possa
intervenire in fretta.
“Abbiamo il dovere di fare interventi concreti e celeri, perché finalmente si faccia prevenzione e non si debbano più
commentare tragedie.”

 

ALTRE NOTIZIE

Premiazioni Concorso Venere Callipigia
Il 23 novembre presso l’aula magna “Ballatore della facoltà di agraria dell’università di Palermo si t...
Leggi tutto
Commissione Bilancio ARS, incontro con i vertici dell’Istituto regionale del vino e dell´olio (IRVO) e dei rappresentanti sindacali in merito alle problematiche finanziarie dell´ente
Savona (FI): “Vogliamo salvare l’Istituto ma deve tornare a essere efficiente”
Leggi tutto
ARS, la Commissione Attività produttive incontra le Associazioni -Donne di mare- la FIOPS e la FIPSAS
Ragusa (FI): “Abbiamo chiuso la filiera con il giro delle audizioni”. 
Leggi tutto
MUOS. Governo nazionale conferma il Si. Fava: Fra obbedienza a capi romani e coerenza, cosa prevarrà fra i deputati siciliani?
“Da oggi è una certezza: il governo Salvini-Di Maio è favorevole al Muos in Sicilia. All´udienza che s...
Leggi tutto
GiùLemaniDallinformazione L’Ucsi Sicilia si unisce al coro unanime di protesta dei giornalisti
MESSINA - L’Ucsi Sicilia "Unione Cattolica Stampa Italiana", in tutte le sue componenti si unisce al coro unanime d...
Leggi tutto
Rifiuti. Barbagallo: quello approvato in commissione è -ddl-spot-
“Quello approvato dalla commissione Ambiente dell’Ars è un ‘ddl spot’: non si affrontano i veri nodi del sist...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Luisa su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Condivido che certe persone non debbono gestire un lager di questo genere per i poveri animali


Valenziano su Il Parlamento vari una commissione d´inchiesta per accertare chi ha sollecitato l´ONU e lo deferisca alla magistratura per attentanto alla sovranità:
E....l´articolo del Codice Penale che punisce l´ "attentato alla sovranità nazionale" sarebbe il numero??


direttore su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Sig. Andrea per avere informazioni sul corso di apicoltore può farlo chiamando il numero di telefono 388-6926911 oppure inviando una email a: mimmo.barracco80@gmail.com


Andrea su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Quali sono i costi se ci sono del corso? Rilasciate attestato?


Rizzi ivana su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
Buongiorno,non so se sono sulla pagina giusta. Da giorni che chiamo i numeri riportati per il ritiro a domicilio di un vecchio elettrodomestico,nessuno risponde. Come posso fare?. Grazie anticipatamente


VITO su TRAPANI BIRGI: LA REGIONE PRENDE ANCORA TEMPO:
CI SONO ANCORA PERSONE CHE FANNO FINTA DI NON CAPIRE CHE LA REGIONE SICILIA E L´AEROPORTO DI PALERMO VOGLIONO LA CHIUSURA DI BIRGI !!!!!


Vittorio Carcò su Accademia di Sicilia - Convegno sul tema Aspetti diagnostici, eziologici e terapeutici dell´acufene:
Vorrei sapere se è possibile avere copia delle relazioni, sotto qualsiasi forma e ovviamente con le spese, comprese quelle del´eventuale spedizione, a mio carico. a mio carico..Grazie comunque per l´eventuale riscontro..Vittorio Carcò - Vico La palma,6 -09126 CAGLIARI tf.3280744108


Salvatore Bartolone su MARINA MILITARE: CONSEGNA DELLA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE RIZZO A MILAZZO (ME):
Evento eccezionale. Oltre al ricordo del nostro caro Comandante, Luigi Rizzo, viene anche ricordata la sua impresa.Sono onorato di essere milazzese ed italiano.


AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web