Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 30/09/2018 da Direttore

Lo slalom città di Avola incorona il siracusano lastrina (su radical)

Lo
Strepitosa quarta affermazione stagionale per il trentunenne imprenditore di Floridia, in condizioni fisiche non ottimali per un virus influenzale che lo ha afflitto per tutto il weekend. Alle spalle dell’alfiere della Viemmecorse Motorsport, al culmine di tre manche al fulmicotone ed al cospetto di un numeroso e composto pubblico, si è piazzato in spettacolare rimonta l’esperto catanese Mimmo Polizzi (Elia Avrio). A completare il podio un deluso Michele Puglisi (Radical Prosport), il quale è comunque sempre più vicino al titolo di nuovo campione siciliano. Alla messinese Angelica Giamboi (Fiat X1/9) il Trofeo Dame, Alberto Galopin (Elia Avio), invece, primo tra i locali


Avola (SR), 30 settembre – Le corse automobilistiche non finiscono mai di stupire. Il siracusano Antonio Lastrina e la sua Radical Prosport Suzuki 1.6 si sono aggiudicati con grande merito una memorabile undicesima edizione dello Slalom Città di Avola, Riserva di Campionato italiano Slalom, prova di Trofeo centro-sud, di Coppa AciSport quinta zona, di Campionato siciliano e di Trofeo italiano Femminile Slalom. La competizione automobilistica, ospite in uno scenario d’incomparabile bellezza quale il litorale e l’entroterra di Avola, nel Siracusano, è stata promossa dalla Viemmecorse Motorsport, con il patrocinio dell’assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione siciliana, del Comune di Avola e della Pro Loco di Avola.

Pur in condizioni fisiche non ottimali, a causa di un virus influenzale che lo ha tormentato per tutto il weekend di gara, Antonio Lastrina, imprenditore trentunenne di Floridia, ha inanellato tre manche pressoché perfette (di cui due vinte), in cui ha lasciato davvero poco spazio a tutti i suoi pur quotatissimi avversari, chiudendo la sua prestazione con il tempo complessivo di 124,76 “punti-secondi”.

Per Antonio Lastrina (che ha montato pneumatici nuovi Avon sulla sua Radical nella seconda e nella terza salita tra i birilli) si tratta della quarta affermazione stagionale, forse la più bella e sofferta. Alle spalle del portacolori della Viemmecorse, il forte catanese Mimmo Polizzi, in netta rimonta dalla quarta posizione assoluta in cui era precipitato dopo Gara 2 con la sua Elia Avrio ST09 Suzuki della Catania Corse, a causa di una penalità da 10” che gli era stata comminata dai commissari di percorso per l’abbattimento di un birillo. Per Polizzi, in extremis, uno strepitoso 2’05”50 nella terza manche (complessivo 125,50 “punti-secondi”), grazie al quale ha ‘arpionato’ la 2a piazza assoluta pur non potendo nulla contro il 2’04”76 fatto registrare dal vincitore Lastrina al culmine della seconda salita cronometrata.

Delusione per il ventenne catanese Michele Puglisi, al traguardo di Avola solamente al terzo posto assoluto, con la sua Radical Prosport Suzuki 1.6. Il portacolori della Giarre Corse, cinque vittorie già al suo attivo quest’anno, non ha trovato il giusto feeling con il tracciato (a lui sconosciuto) e con la sua vettura, accumulando anche 20” di penalità per l’abbattimento di due birilli nella seconda manche, fattore che ha probabilmente deconcentrato oltremodo il leader della classifica assoluta provvisoria del Campionato siciliano della specialità, nonostante l’adozione di nuovi pneumatici Avon sulla sua Radical, nel tentativo di trovare la “zampata” giusta in extremis. Con il “bonus” acquisito oggi (126,51 “punti-secondi” nel finale), Michele Puglisi è comunque sempre più vicino alla conquista del suo primo titolo di campione regionale Slalom.

“Ancora non ci credo – è il commento di un raggiante Antonio Lastrina – non sono stato bene, fisicamente, nei giorni della gara, a causa di un virus influenzale e di una terapia antibiotica che mi ha debilitato. Quasi non avrei avuto la possibilità di correre, oggi, ma la forza di volontà e la passione hanno fatto il resto. E’ scaturito davvero un risultato storico, che premia tutta la Viemmecorse ed i sacrifici affrontati da tutti per l’organizzazione della nostra gara. E’ andato tutto bene, ho trovato un ottimo feeling con la mia Radical ed ho dato il massimo su un tracciato a me congeniale. Questa sera faremo festa!”.

Quarta posizione assoluta per il trapanese (di Mazara del Vallo) Girolamo “Gimmy” Ingardia, il quale, sull’agile monoposto Ghipard Suzuki 1150 ha anche accarezzato per una manche il sogno di potersi issare sul podio. Una penalità nella prima salita ed un problema tecnico nella terza manche hanno costretto il trapanese ai margini del podio. Ottima quinta piazza pure per il rimontante catanese (di Belpasso) Matteo D’Urso, con la Radical SR4 Suzuki della Catania Corse, il quale ha preceduto il siracusano Fabio Lenares, con la sua Protolenares Suzuki per la Viemmecorse ed il modicano Giuseppe Medica (Radical Prosport Suzuki iscritta a sua volta dalla Street Racers Modica), settimo assoluto.

A proposito, la “palma” del miglior pilota locale (ben 19 gli avolesi) è stata attribuita ad Alberto Galopin, ottavo al traguardo di Avola Antica dal debutto con la Elia Avrio ST09 Suzuki ‘ex’ Rino Giancani, il quale ha chiuso la sua prestazione davanti a Salvatore Gentile (Predator’s PC008 Suzuki, Armanno Corse) ed a Sebastiano Sinatra, con la Peugeot 106 Gti 16v della Viemmecorse.

Nel Trofeo Dame, vittoria per l’esperta messinese “figlia d’arte” (di Novara di Sicilia) Angelica Giamboi, con la Fiat X1/9 “griffata” Tm Racing Messina. Alle sue spalle la palermitana (originaria di Belmonte Mezzagno) Enza Allotta, su Fiat 126 gruppo Speciale Armanno Corse e la padovana Alice Paccagnella, con la Peugeot 106 Gti 16v del Rally Team. La siciliana, campionessa italiana Slalom in carica e la veneta, vice campionessa Tricolore 2017, rimangono in corsa per disputarsi il Trofeo italiano Femminile Slalom 2018, nell’ultimo appuntamento di Simeri Crichi, in Calabria.

Per quanto concerne gli altri gruppi, vittorie per il marsalese Salvatore Giacalone (tra le Racing Start, su Peugeot 106 Gti 16v della Project Team), per il catanese (di Bronte) Marco Gammeri (tra le Racing Start Plus, su Renault Clio rs Cup, Project Team), per il ragusano (di Chiaramonte Gulfi) Davide Gravina (in gruppo N, su Citroen Saxo Vts, Project Team), per il palermitano Salvatore Burgio (in gruppo A, su Peugeot 106 Gti 16v di Armanno Corse). Ed ancora, successi ad Avola per il catanese Giuseppe Marcellino (tra le Bicilindriche 700 di gruppo 5,su Fiat 500 Puntese Corse), per l’altro etneo Sebastiano D’Agostino (tra le Bicilindriche 700 di gruppo 2, su Fiat 500, Giarre Corse), per il messinese Antonino Margareci (nel gruppo Speciale, su Fiat 127 Sport schierata dalla Tm Racing), per il giarrese Giuseppe Messina (nel gruppo E1 Italia, Renault Clio Rs Cup, anche lui Tm Racing), per Salvatore Balsamo (tra le E2SH Silhouette, con la Peugeot 106 Proto Suzuki), per il siracusano Manuel D’Antoni, con la Fiat Cinquecento Max Suzuki, nel gruppo Prototipi Slalom, per la Phoenix.

Tra gli Under 23, ancora, ha prevalso il già citato Michele Puglisi (Radical), mentre la speciale classifica riservata alle Scuderie ha visto prevalere la Catania Corse davanti ai locali della Viemmecorse Motorsport, alla Tm Racing, alla Giarre Corse ed alla Armanno Corse.

La classifica: 1) Antonio Lastrina (Radical Prosport Suzuki), in 124,76 “punti-secondi” 2) Mimmo Polizzi (su Elia Avrio ST09 Suzuki), in 125,50 3) Michele Puglisi (Radical Prosport Suzuki), in 126,51 4) Girolamo Ingardia (con la Ghipard Ghi008 Suzuki), in 128,80 5) Matteo D’Urso (con una Radical SR4 Suzuki), in 130,59 6) Fabio Lenares (Protolenares Suzuki), in 131,03 7) Giuseppe Medica (Radical Prosport Suzuki), in 132,73 8) Alberto Galopin (Elia Avrio ST09 Suzuki), in 135,25 9) Salvatore Caruso (Elia Avrio ST09 Evo Suzuki), in 136,17 10) Salvatore Gentile (Predator’s PC008 Suzuki), in 136,88 11) Giuseppe Messina (Renault Clio Rs Cup),in 141,58 12) Manuel D’Antoni (Fiat Cinquecento Max Suzuki), in 142,33 13) Domenico Gangemi (su Fiat 127 Sport), in 142,49 14) Sebastiano Sinatra (Peugeot 106 Gti 16v), in 142,55 15) Davide Firrincieli (Fiat 126 Suzuki), in 143,17.


 

ALTRE NOTIZIE

L´amore e la morte narrati tra suggestive immagini e una prosa poetica di grande impatto in Naim. Dialoghi con le stelle di Benedetta Tomasello
Presentazione in anteprima a Palermo | domenica 24 novembre CaMus | ore 18:30 Domenica 24 novembre, alle 18:30, in anteprima assoluta verrà p...
Leggi tutto
Marittimi, domani giovedì 21 novembre a Trapani la consegna di quattro borse di studio istituite per gli studenti del Nautico Marino La Torre
Due dalla Caronte & Tourist su richiesta della Fit Cisl Sicilia e due in memoria del Capitano Figliomeni Saranno consegnate domani giovedì...
Leggi tutto
Il WWF dona borracce metalliche ai ragazzi di Montallegro e Cattolica Eraclea 
Il WWF Sicilia Area Mediterranea ha voluto ringraziare gli alunni delle terze classi di scuola media dell´Istituto Comprensivo "Ezio Contino" di Catto...
Leggi tutto
Aeroporto di Trapani: «Il morto non è guarito». Appello di Ombra alla politica
«E’ ora di inserire nei bilanci dei 24 comuni trapanesi entro il 31 dicembre le somme per la promozione turistica at...
Leggi tutto
Marsala, traffico veicolare Cisl “subito interventi contro il rischio di incidenti in via A. Damiani”
“Quali interventi ha programmato l’amministrazione comunale sul fronte del piano del traffico veicolare, soprattutto in zone che si trovano in prossim...
Leggi tutto
Prevenzione delle dipendenze: a Marsala istituzioni, esperti, studenti e associazioni per fare il punto sulle attività del progetto “Non Cadere nella Trappola”
Si terrà giovedì 21 novembre alle 9.30 dalle 13 al Complesso Monumentale San Pietro di Marsala il meeting conclusivo del progetto "Non c...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web