Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 29/08/2018 da Direttore

BALATA DI BAIDA: CARABINIERI ARRESTANO UOMO PER RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE.

BALATA
I Carabinieri del Comando Stazione di Balata di Baida (TP), nel pomeriggio di sabato 25 agosto u.s. hanno tratto in arresto, per minacce, resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e lesioni personali aggravate il pregiudicato castellammarese DI FALCO Stefano, classe 1983, residente a Castellammare del Golfo (TP) ma domiciliato a Como (CO).
I Militari dell’Arma intervenivano, nel pomeriggio di sabato, presso l’abitazione dell’uomo, soggetto a loro molto noto, dovendo eseguire una perquisizione domiciliare che scongiurasse il suo possesso di eventuali armi.
Giunti sul posto, gli uomini dell’Arma spiegavano al DI FALCO il motivo della loro presenza ma, udite le parole dei Carabinieri, l’uomo cercava immediatamente di impedire ai militari di compiere il loro dovere, opponendosi fisicamente ed aggredendoli con spintoni e calci. 
Nonostante i Carabinieri tentassero di ricondurlo alla calma, il DI FALCO andava letteralmente in escandescenze e, scatenando la sua ira anche contro i genitori minacciandoli di morte e apostrofandoli con epiteti irripetibili, continuando ad aggredirli in un crescendo di violenza inaudita, al punto tale da costringere i militari ad arrestarlo.
A seguito dell’aggressione, tre militari riportavano lesioni per le quali dovevano ricorrere alle cure dei sanitari presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Alcamo, che dopo aver prestato le prime cure del caso, riconoscevano i militari necessitanti di un periodo di convalescenza.
Al comportamento dell’uomo, particolarmente pericoloso, si aggiungevano i timori confessati dai familiari, i quali chiedevano ai Carabinieri di aiutarli in quanto preoccupati che il DI FALCO potesse attentare anche alla loro incolumità.
L’uomo veniva quindi tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, veniva associato - su disposizione dell’Autorità Giudiziaria - presso la Casa Circondariale di Trapani, in attesa del rito direttissimo svoltosi ieri, a seguito del quale gli è stato imposto il divieto di dimorare in provincia di Trapani e di comunicare in qualsiasi modo con i familiari residenti a Castellammare del Golfo.


 

ALTRE NOTIZIE

Slow Food-Central Europe si avvia alla conclusione. Ma la valorizzazione del patrimonio gastronomico è soltanto all’inizio!
L’esperienza maturata in tre anni di lavoro in cinque città dell’Europa centrale (Venezia, Cracovia, Dubrovnik...
Leggi tutto
Castellammare del Golfo - Negozi aperti anche la domenica e nei festivi
Negozi aperti anche la domenica e nei festivi:
Bayer celebra l’Anno Internazionale della Salute delle Piante con «Il Piantastorie»
Otto racconti dedicati alle piante di città e di campagna scritti da Antonio Pascale e illustrati da Matteo Riva Milano, 28 maggio 2020...
Leggi tutto
Documento tecnico sull’ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico - CNDDU
Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani, dopo aver attentamente valutato i contenu...
Leggi tutto
ALTA ARTE DELLA PANIFICAZIONE SICILIANA, PREMIATI RAFFAELE SCROFANI E CAMILLIERI VALENTINA DALL’ACCADEMIA DELLE PREFI
Una visita ufficiale dell’Accademia delle Prefi a Ragusa, la città dei ponti, è uno dei gioielli del b...
Leggi tutto
È nato il MAC, il Movimento Artistico Culturale della Città di Marsala
Dopo oltre tre anni di intenso lavoro, e nonostante il periodo di enorme affanno per il settore culturale cau...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web