Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 15/06/2018 da Direttore

INCIDENTI: TRAPANI A RISCHIO PER LE BICICLETTE, RAGUSA PER I MOTORINI E PALERMO PER LE MOTO

INCIDENTI:
Secondo un’analisi realizzata da DAS in occasione del lancio di DAS in Movimento, nuova soluzione assicurativa di tutela legale a copertura totale, la Sicilia è la 5° regione italiana per densità di incidenti con motorini

Ragusa con un incidente ogni 2521 abitanti* è la provincia siciliana (11° in Italia) con la più elevata densità di incidenti con motorini mentre Palermo (11° a livello nazionale) registra in regione la più elevata frequenza di sinistri con moto (1 ogni 985 residenti) e Trapani (51°) di incidenti con biciclette (1/4.190). Sono i risultati di un’analisi fatta da DAS, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, che per rispondere alle nuove esigenze legate alla mobilità delle persone ha lanciato la soluzione “DAS in movimento”, estendendo le garanzie anche a chi si sposta con hoverboard, segway, bici o qualsiasi altro mezzo.

“Negli ultimi anni – spiega Roberto Grasso, amministratore e direttore generale di DAS – sono cambiate le abitudini e le esigenze di mobilità delle persone e di conseguenza anche i rischi connessi. Purtroppo non sempre gli incidenti sono collegati alla guida di veicoli di proprietà, spesso ci si può trovare coinvolti in spiacevoli eventi anche con auto a noleggio, utilizzando il car sharing, procedendo a piedi, in bicicletta, in moto o sui mezzi pubblici. Se si viaggia all’estero - prosegue Grasso - i rischi si moltiplicano, le normative e le sanzioni previste in caso di violazioni sono diverse in ogni Paese e subentrano inoltre problemi legati alla lingua straniera”.

Dopo quelle ragusane, le strade più pericolose per chi si sposta in motorino sono quelle della provincia di Trapani (1 sinistro ogni 2534 residenti), che è 12° nella graduatoria nazionale elaborata da DAS. A seguire la provincia di Siracusa, dove si è verificato un incidente ogni 3156 cittadini. Sulle strade di Caltanissetta, 4° in regione e 40° a livello nazionale, la densità di sinistri è stata di 1 ogni 5329 residenti. Il capoluogo Palermo (1/5.552 residenti) è al 49° posto tra le province italiane con la più elevata incidenza di sinistri, mentre Catania (1/5.998) è 51°. Relativamente più sicure per gli amanti del cinquantino le strade di Messina (1/6343), Agrigento (1/8243) e Enna (1/21.223). In media in Sicilia è stato registrato un sinistro ogni 4.805 residenti (5°regione italiana), nonostante il numero assoluto di incidenti sia diminuito tra il 2007 e il 2016 del 62%.

Per quanto riguarda gli incidenti in moto, le province più a rischio dopo Palermo sono Messina, dove si è verificato 1 incidente ogni 1343 residenti (19° in Italia), Catania (1/1359 – 21°) e Siracusa (1/1662 – 30° a livello nazionale). Secondo l’analisi di DAS la densità di sinistri che hanno coinvolto moto inizia ad abbassarsi a Trapani (1/2105 - 44° in Italia), Ragusa (1/2714 – 64°) e Caltanissetta (1/3124 – 72°). Seguono Agrigento (1/4686) ed Enna (1/13060) che, dopo il Medio Campidano, è la seconda provincia italiana con la più bassa densità di sinistri. In media in Sicilia si è verificato un incidente con moto ogni 1514 abitanti (6° regione italiana), mentre il numero assoluto dei sinistri è diminuito del 22%.

Gli incidenti con biciclette in Sicilia (1 ogni 10230 abitanti) sono aumentati del 148% tra il 2007 e il 2016. Alle spalle di Trapani, tra le province siciliane con la più elevata frequenza di sinistri con biciclette c’è Ragusa (1/8655 – 71° a livello nazionale), dove comunque il numero di incidenti è cresciuto dell’85%. Quasi quadruplicati (+327%) gli incidenti in provincia di Catania, che tuttavia registra una densità di incidenti piuttosto bassa (1/8715 – 76°). Ancora più sicure per le biciclette sembrano essere le strade del palermitano, dove i sinistri sono stati uno ogni 10.421 cittadini (78°), sebbene il loro numero assoluto sia aumentato del 184%. La frequenza di incidenti si abbassa progressivamente nelle province di Messina (1/11240 – 80°) e Siracusa (1/16159 – 89°), anche se il numero di sinistri è aumentato rispettivamente del 111% e 56%. Enna (1/84891) è la provincia italiana con la più bassa densità di sinistri con biciclette mentre Agrigento (1/34241) e Caltanissetta (1/33970) occupano rispettivamente la 5° e 6° posizione nella graduatoria delle province “più virtuose” elaborata da DAS.

“Sono tante – prosegue Grasso – le novità che abbiamo introdotto nella polizza ‘DAS in movimento’, una copertura che non è più vincolata dalla targa dell’auto, ma segue la persona (o l’intero nucleo familiare del contraente), ovunque esso sia. Oltre ad assicurare la difesa nei procedimenti penali derivanti da imputazioni per guida in stato di ebbrezza senza limiti di tasso alcolemico, abbiamo esteso la copertura al mondo intero ed ampliato il massimale a 100.000 € per sinistro, al fine di garantire tutta l’assistenza legale e peritale possibile nei diversi gradi di giudizio anche per le cause più lunghe e difficili.”

E’ possibile richiedere l’intervento di DAS non solo nel caso in cui si subisca o causi un incidente o ci si debba difendere in sede penale (vedasi l’inasprimento delle pene collegate ai nuovi reati di omicidio stradale e lesioni stradali gravi o gravissime), ma anche quando si debbano far valere le proprie ragioni nei confronti di chi non ha eseguito a regola d’arte le riparazioni sul proprio veicolo. 

In caso di decurtazioni dei punti della patente, “DAS in movimento” assicura il rimborso delle spese per rientrare in possesso del titolo di guida o per la frequenza della scuola guida. L’assicurazione prevede inoltre una diaria per i giorni di ritiro o sospensione della patente, nel caso in cui si dimostri l’illegittimità del provvedimento. Tra le garanzie della polizza infine ci sono anche la copertura delle spese di traino del veicolo incidentato e di quelle per ottenere la duplicazione della targa, dei documenti, inclusa la patente, e per reimmatricolare il veicolo.

*rielaborazione DAS su dati Istat 2016

***

D.A.S. è la più storica ed esperta società internazionale specializzata nella tutela legale. Nasce nel 1917 a Le Mans, in Francia, per tutelare i primi automobilisti della storia. D.A.S Italia (compagnia di Generali Italia) nasce nel 1959 a Milano e successivamente trasferisce la propria sede a Verona. DAS è leader mondiale di mercato tra le compagnie specializzate nella tutela legale. Le polizze offerte dalla Società vengono distribuite attraverso una rete di oltre 2.000 broker e agenti assicurativi partner. 
Il Gruppo D.A.S., con oltre 1.900 dipendenti in 17 paesi europei, conta più di 12 milioni di clienti.


 

ALTRE NOTIZIE

Patti chiari e contratti concordati. Depositati i nuovi Accordi sulle locazioni
Le Associazioni dei proprietari e degli inquilini, ASPPI – UPPI – CASAMIA – ANIA, a seguito dell´emanazione del Decr...
Leggi tutto
“Fabio Lo Coco fragrance” al Giardinolfattivo
Sabato 18 ottobre 2019 Fabio Lo Coco ha presentato presso GIARDINOLFATTIVO in via XII gennaio 4/a  le sue f...
Leggi tutto
“I COLORI DEGLI ARTISTI A COMISO PER LA LEGALITA’ E UN MONDO MIGLIORE”
STRAORDINARIA AFFLUENZA DI PUBBLICO
Leggi tutto
Sicilia in prima linea contro l’epatite C: necessario identificare i portatori non consapevoli
Sicilia in prima linea contro l’epatite C:
necessario identificare i ...
Leggi tutto
Pizza solidale
Si terrà a Marsala, il prossimo lunedì 4 novembre, alle ore 20.30, l´in...
Leggi tutto
Prende il via venerdì 25 ottobre il nuovo ciclo di Incontri con l’Autore all´istituto alberghiero di Erice
Prende il via venerdì 25 ottobre, con un appuntamento pomeridiano fissato per le ore 18.30 alla Libreria Gall...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web