Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 18/05/2018 da Direttore

i magistrati onorari sono lavoratori a tempo determinato che non possono essere trattati in modo meno favorevole dei lavoratori a tempo indeterminato

i
Il Parlamento Europeo in sede di commissione petizioni, presieduta dall´ On. Cecilia Wilkstrom, ha reso pubblico il documento del 28.02.2018, con cui ha formalizzato la risposta della Commissione Europea in merito alle numerose petizioni inoltrate tra il 2015 ed il 2017 da parte di Magistrati onorari circa le precarie condizioni lavorative in cui sono costretti ad esercitare le loro funzioni giurisdizionali in violazione delle norme comunitarie in materia, risposta sollecitata da ultimo dalla commissione petizioni nella seduta del 22.11.2017 interamente dedicata alle petizioni in materia di lavoro precario in Europa.

Già la Commissione Europea in data 28.10.2016 si era espressa sull´argomento limitandosi ad affermare : "tali questioni sollevano problematiche di compatibilità con la normativa sull´orario di lavoro, la direttiva sulla tutela alla maternità e le direttive sul lavoro a tempo parziale e sul lavoro a tempo determinato". Concludeva in quella sede la Commissione che in risposta a tali denunce avevano chiesto informazioni alle Autorità italiane e che stavano analizzando la loro risposta.

In data 28.02.2018 la Commissione ha affermato in modo inequivocabile che i magistrati onorari sono lavoratori a tempo determinato che non possono essere trattati in modo meno favorevole dei lavoratori a tempo indeterminato ai sensi della direttiva 1999/70/CE.
Si legge infatti nel testo ufficiale che si riporta: "La Commissione ritiene che le condizioni di lavoro dei magistrati onorari e giudici onorari in Italia non dovrebbero essere meno favorevoli rispetto a quelle dei magistrati di carriera e dei giudici di ruolo , in quanto questi ultimi possono essere considerati come "lavoratori a tempo indeterminato comparabili" di cui alla clausola 3, punto 2, dell´ accordo quadro".


L´UNAGIPA sindacato maggiormente rappresentativo della magistratura onoraria e il Collegio difensivo al quale ha dato mandato per la tutela presso le Istituzioni Europee (composto tra altri dagli avv. De Michele e Galleano) , ritengono che questo sia una ennesima fondamentale conferma nel cammino intrapreso ormai da anni per il pieno riconoscimento dei diritti di lavoratore del Magistrato onorario e che un altro importante tassello è stato conquistato e raggiunto al fine di contrastare l´impianto normativo voluto dal ministro Orlando che ha qualificato il Magistrato onorario come "volontario" svilendo così la funzione giurisdizionale dallo stesso espletata in via continuata e a tempo pieno anche da più di un decennio.

Tale risultato è stato raggiunto anche grazie al costante impegno dell´europarlamentare del Movimento cinque Stelle On . Eleonora Evi che ha sostenuto le istanze della categoria in commissione Petizione e dell´europarlamentare della Lega On. Lorenzo Fontana (oggi parlamentare della Repubblica Italiana) che ha appoggiato le richieste della magistratura onoraria presso le istituzioni europee .

Tanto dovrebbe bastare al nuovo Governo in formazione per rivedere completamente la RIFORMA ORLANDO , in via di urgenza, previo blocco immediato del concorso in atto che creerà nuovo precariato, considerando che saranno ormai vicini i prossimi risolutivi appuntamenti presso le Istituzioni Europee.

E´ attesa infatti tra il corrente mese di maggio e quello di giugno una sessione plenaria del Parlamento Europeo in tema di precariato pubblico e di magistratura onoraria come coronamento dell´impegno della commissione Petizioni del PE.

Nei prossimi mesi sarà poi fissata la udienza pubblica in sede di Corte di Giustizia a riguardo della domanda in pregiudiziale sollevata nell´agosto del 2017 dal collegio difensivo dell´UNAGIPA, investita proprio della questione inerente alla posizione del magistrato onorario quale lavoratore nell´ordinamento italiano .

Il Vice Presidente UNAGIPA
Cristina Piazza

 

ALTRE NOTIZIE

Con A.N.A.S. non è troppo tardi per conseguire i 24 cfu necessari per accedere al concorso docenti
A fine aprile ha visto la luce l’attesissimo bando per il concorso docenti: tra i requisiti di ammissione è richiesto il possesso di 24 CFU nei...
Leggi tutto
La Presidenza ANAS augura nella riscoperta della cultura e dei valori "buona festa della REpubblica"
Il Presidente Nazionale della RETE ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale), in occasione della festa della Repubblica ha rivolto a tutti i soc...
Leggi tutto
Mazara del Vallo – la Polizia di Stato arresta una coppia di giovani per detenzione illegale a fini di spaccio e detenzione di arma clandestina.
Il 28 maggio scorso,la Squadra Pegaso della Sezione Investigativa del Commissariato di P.S. di Mazara del Vallo,a conclusione di una intensa attivit&a...
Leggi tutto
Nasce “L’Italia c’è” si uniscono ben 11 Scuole Statali della Campania, ad indirizzo musicale.
Piccolo (Pres. Scuola San Giovanni Bosco di Somma Vesuviana): “Abbiamo rivolto un invito alle Scuole campane ad indirizzo musicale. Hanno risposto in ...
Leggi tutto
Via libera all’ampliamento dei dehors
Via libera all’ampliamento dei dehors: l’amministrazione sceglie una modalità veloce.&nb...
Leggi tutto
Premio Voler Bene all´Italia. Dieci le realtà premiate che guardano al futuro dei borghi
L´Istituto comprensivo "Rallo" di Favignana e il Comune di Malfa sono tra le 10 realtà premiate nell´ambit...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web