Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 19/11/2017 da Direttore

Non sono lavoratori per Ministero della IN-Giustizia, i 5000 magistrati onorari addetti alle medesime funzioni di giudici e pubblici ministeri

Non
Non sono lavoratori per Ministero della IN-Giustizia, i 5000 magistrati onorari addetti alle medesime funzioni di giudici e pubblici ministeri di udienza che, negli ultimi 20 anni, hanno mantenuto alto il livello di produttività della magistratura, pronunciando milioni di sentenze civili e penali anche per valori di milioni di euro e assumendo le parti della accusa nei milioni di processi penali monocratici di Tribunale. Si tratta del 90 % delle udienze penali monocratiche, e il 30 % dei ruoli monocratici giudicanti di Tribunale, dato lampante che emerge dal consistente calo di produttività del sistema giustizia registrato in occasione delle ricorrenti astensioni e che costituirà la normalità quando la riforma ORLANDO avrà la sua applicazione integrale.
L’unico a non registrare l’allarmante dato è il governo, che con l’irremovibile atteggiamento NON comunicativo, insiste per la riduzione dell’apporto della magistratura onoraria a fronte del nulla.
La riforma della magistratura onoraria non è stata concepita per i magistrati onorari, né per rendere efficiente la giustizia, ma è stata concepita per realizzare un’utopica ed opportunistica modalità organizzativa che gli stessi ideatori hanno già constatato come inattuabile alla luce del sistema. Non accontenta nessuno, devasta il tutto.
Non accontenta i magistrati onorari che, dopo anni di servizio, si vedono ignorare le più elementari esigenze di tutela previdenziale ed assistenziale, con una riduzione dei possibili proventi, dai quali dovranno ricavare pure le somme per i contributi previdenziali, obbligatori, ma A LORO TOTALE CARICO, e tutto ciò a fronte di una durata del servizio incerta, ma certa nella sua fine inesorabile al sedicesimo anno, che si tratti di giovani o anziani, tutti accomunati da un solo destino: nessuna età pensionabile, nessuna pensione da parte dello Stato datore di lavoro, nessun ringraziamento tangibile, ma solo l’oblio.
La riforma non accontenta il Consiglio di Stato che aveva suggerito per i magistrati onorari in servizio una
permanenza sino all’età pensionabile, con remunerazione adeguata al ruolo, pur senza progressione di carriera, come avvenuto nel passato per analoghe categorie di magistrati onorari!
Ma la riforma non accontenta il cittadino, perché il sistema organizzativo che rappresenta l’”idea” di base della riforma, altro non è che l’ennesimo tentativo di imbrigliare categorie di lavoratori nella precarietà, con la differenza che mentre chi introdusse la magistratura onoraria nell’ordinamento aveva di mira di raggiungere grandi risultati con poche spese, oggi, con la riforma Orlando l’unico elemento di continuità è dato dalla scarsità di risorse investite, in barba ai risultati!
Ovvio che riducendo ed imbrigliando l’utilizzo dei magistrati onorari, riducendo gli investimenti di risorse umane ed economiche sulla giustizia, il risultato sarà chiarissimo: potremo rottamare il principio “la giustizia è uguale per tutti” per il più appropriato dantesco avvertimento “lasciate ogni speranza o voi che entrate”.
Per questo motivo, i magistrati onorari si asterranno dalle udienze civili e penali dal 21 al 25 novembre 2017 e dall’assumere riserve nel loro ambito, consci sia giunto il momento di non arretrare più!

Commenti
19/11/2017 - Per l´assoluta arbitrarietà dei giudici di pace,converrebbe sostituire la loro opera con un sistema a sorteggio.I risultati in termini di equità sarebbero analoghi. (Filippo)

 

ALTRE NOTIZIE

Slalom delle fonti 10a edizione: festa il 28 ottobre con Mauro Pregliasco
I motori tornano ad accendersi l’ultimo weekend del mese, nella cittadina palermitana ‘dell’acqua e dei mulini’...
Leggi tutto
ONCOLOGIA: PRIMO IMPIANTO DI “PICC PORT” ALL’OSPEDALE DI CASTELVETRANO
Impiantato all’unità operativa di anestesia e rianimazione dell’ospedale di Castelvetrano il primo catetere ...
Leggi tutto
Inaugurato oggi pomeriggio il nuovo campo di calcio a 5 a Favignana
E´ stato inaugurato oggi pomeriggio il nuovo campo di calcio a 5, in via delle Fosse a Favignana. All’iniziativa, re...
Leggi tutto
Riace. Orlando: Non fermare battaglia legale e civile per affermare cultura dell´accoglienza
"La revoca dei domiciliari restituisce la libertà a Mimmo Lucano ma non ferma la battaglia legale e civile pe...
Leggi tutto
Trasportava un panetto di hashish e 50 frammenti di infiorescenze di marijuana destinati allo spaccio: arrestato dalla Polizia di Stato un giovane nigeriano ospite di un centro SPRAR di Alcamo.
Nel tardo pomeriggio di ieri ennesimo blitz antidroga del Commissariato di P.S. di Alcamo che ha portato all´arrest...
Leggi tutto
Arresto BEN KRAIEM Lamjed
E’ stato arrestato dalla Digos e sarà nuovamente espulso dall’Italia in tempi brevissimi BEN KRAIEM Lamjed (r...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

VITO su TRAPANI BIRGI: LA REGIONE PRENDE ANCORA TEMPO:
CI SONO ANCORA PERSONE CHE FANNO FINTA DI NON CAPIRE CHE LA REGIONE SICILIA E L´AEROPORTO DI PALERMO VOGLIONO LA CHIUSURA DI BIRGI !!!!!


Vittorio Carcò su Accademia di Sicilia - Convegno sul tema Aspetti diagnostici, eziologici e terapeutici dell´acufene:
Vorrei sapere se è possibile avere copia delle relazioni, sotto qualsiasi forma e ovviamente con le spese, comprese quelle del´eventuale spedizione, a mio carico. a mio carico..Grazie comunque per l´eventuale riscontro..Vittorio Carcò - Vico La palma,6 -09126 CAGLIARI tf.3280744108


Salvatore Bartolone su MARINA MILITARE: CONSEGNA DELLA BANDIERA DI COMBATTIMENTO A NAVE RIZZO A MILAZZO (ME):
Evento eccezionale. Oltre al ricordo del nostro caro Comandante, Luigi Rizzo, viene anche ricordata la sua impresa.Sono onorato di essere milazzese ed italiano.


AMACA su Il Servizio militare obbligatorio la c.d. leva era un grande momento di formazione e di crescita, era quel momento che sanciva la maturità "l´emancipazione" delle persone:
Molti giovani partivano sani e tornavano a casa DROGATI dopo 19 anni si sta scoprendo la VERITA´ sulla morte del Paracadutista SCIRE di Siracusa ( Laureato in Giurisprudenza) allora Ministro della Difesa Sergio MATTARELLA.


Simona Buts su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
sono una docente esiliata con 2 figli...dall´Abruzzo a Finale Emilia...per mantenere il mio posto ho dovuto lasciare i miei figli e vivere in condizioni di estrema difficolta´ dive ogni dignita´ e´ calpestata...spero tutto cio´ finisca presto e possa tornare a lavorare con serenita´ accanto ai miei figli di 12 e 14 anni


Scicolone Stefania su Dichiarazione su mobilità docenti l. 107/2015 del ministro Bussetti:
Spero che il ministro attui quanto sostiene. È necessario che questo incubo finisca al più presto. Troppi sono i disagi economici e psicologici che questo trasferimento ci ha causato. Ci aiuti ministro per favore. Ve ne saremo eternamente grati.


Giorgio su Nave Diciotti. Appello di Fava, Bartolo, Nicolini e Viviano al Presidente della Repubblica:
signor presidenteLei è il capo delle forze armate è Lei che come l´altra volta aiuti lo sbarco ne ha la possibilità.Grazie e mi scusi se l´ho disturbata


a su GAIA ANIMALI & AMBIENTE SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE:
GRAZIE SIETE MERAVIGLIOSI


Ludovico Vinci su Mazara del Vallo - XVI° Edizione, il Blues & Wine Soul Festival – Joe Castellano Band:
Come preannunciato ci sarò. Un caro abbraccio con tanti in bocca al lupo.


ELENA DODESINI su Aeroporti minori. M5S chiede rassicurazioni al Governo regionale:
inammissibile che nell era della globalizzazione si permetta lo sbando di un aeroporto che se pur piccolo aveva un movimento eccezionale di viaggiatori e turisti che incrementavano tantissimo l economia di TUTTA la PROVINCIA di TRAPANI. solo e sopratutto in Sicilia possono avvenire queste coseVERGOGNA!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web