Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Gusto il 11/11/2017 da Direttore

San Martino, i biscotti, il vino, l´iconografia e le tradizioni siciliane Una pregevole arte che ancora, grazie all´arte di Castrenza Pizzolato, rimane viva

San "A San Martino ogni mustu è vinu". Questo proverbio bucolico, molto antico, rammenta che per il giorno dedicato al santo Martino, il mosto, prezioso frutto della vendemmia conclusasi alla fine della stagione estiva, in Sicilia, ha finito di fermentare e può, per la felicità degli amanti di questo prezioso nettare siciliano, tra i più prelibati al mondo, tra i più inebrianti e variegati, quindi, essere "spillato". In Sicilia, dunque, il giorno del Santo si inserisce in corrispondenza al momento detto della svinatura. In questo giorno termina, comunque, l´inesauribile estate, lunga in Sicilia, che sovente si allunga fino a primi giorni del mese di novembre: l´estate di San Martino. Per l´occasione si gusta il vino novello che le pregiati aziende vitivinicole, specie quelle delle province di Trapani e Palermo, fanno degustare aprendo le porte alle varie cantine sparse sul territorio. Un altro proverbio, assai diffuso, ormai un po meno tra i giovani, recita che per san Martino, "s´ammazza lu porcu e si sazza lu vinu". È questo il periodo, infatti, nel quale, in alcune località siciliane si sopprimono i maiali (molto famosi quelli neri che si riproducono e si allevano sui Nebrodi) per trasformarli in profumatissimi prosciutti, salami, zamponi e nelle ineguagliabili salsicce da irrorare con del vino novello, durante la cottura.
Nella migliore iconografia siciliana, l´illirico soldato romano è riprodotto sul groppone ad un cavallo bianco, abbigliato da centurione, con il gladio tenuto in mano, dopo aver tagliato il suo mantello in due parti ed averne regalato la metà a un povero, mal nutrito, quasi spoglio e infreddolito dal freddo.
Martino fu definito il patrono dei bevitori di vino che affollavano le varie "taverne" della città solennizzando il Santo con solenni banchetti a base di verdure cotte: vruocculi, carduna e uova sode, uniti a esagerante libagioni. Nelle case, invece, quelle padronali e dei benestanti, le tavole erano imbandite con il tradizionale tacchino ruspante o, in alternativa, la carne di maiale.
Chi, però, non poteva permettersi grandi pranzi e mense imbandite a festa, perché, in effetti, era di modeste possibilità economiche, quel giorno santificato si conteneva ad accompagnare il suo frugale pasto con del vino "novello".
Per il San Martino dei poveri, nella tradizione siciliana, era necessario attendere la domenica successiva l´undici di novembre (ovvero il giorno dopo la riscossione della simanata - il salario settimanale), per completare il pasto domenicale con "u viscottu i San Martinu", in quyesto caso, però, "abbagnatu nn´o muscatu", (il biscotto di San Martino intriso nel moscato), vino molto amabile e liquoroso, generalmente offerto come dono, dal fornitore di vino cui abitualmente ci si rivolgeva nel corso dell´anno.
Tali biscotti, confezionati con fior di farina impastata con il latte (molti preferiscono l´acqua che va incontro ai tanti intolleranti), sugna, zucchero, vanillina e, poi, fortemente lievitata (con l´aiuto dell´ammoniaca per dolci) e chiamati anche "sammartinelli". Questi pregiati dolci hanno la forma rotondeggiante di molteplici dimensioni, spennellati, prima di andare in forno, con uovo diluito all´acqua, hanno il pregio del dono unico e infinitamente buono, nell´impasto, dei semi di finocchietto selvatico che è in grado di conferire loro un gusto e un aroma particolare, di Sicilia, di campi e di sole. Cotti, al forno, a fuoco molto lento, si presentano, in due diverse vesti, comunque quasi sempre col sesamo spolverato sopra. Taluni molto croccanti e, in quanto tali, friabilissimi (questi sono consumati "abbagnati" ovvero inzuppati nel vino liquoroso, meglio, naturalmente, il "moscato di Pantelleria" (ricavato da uve inzolia), il passito di Pantelleria o la Malvasia delle isole Eolie o, per chi si accontenta, inzuppati nel vino rosso appena spillato dalle botti.
L´altro, invece, oltre al "tricotto", si intende, esiste anche quello denominato "rasco". Tale biscotto è il più morbido ed è destinato, oltre che a essere gustato nella sua naturalezza, ad essere riempito di ricotta di pecora dolce oppure, in alcune aree della Sicilia, di conserva. In molti casi, a richiesta, il "rasco" è decorato in modo baroccheggiante, con glassa di zucchero a riccioli e ghirigori, talvolta, in segno di abbondanza, sormontato da un cioccolatino e splendidi fiorellini realizzati nella pregevole pasta reale.
Merita una particolare attenzione la tradizione che ha luogo a Palazzo Adriano, comune della provincia di Palermo. Una arcaica consuetudine d´origine balcanica prevede che i parenti di una coppia di sposi si faccia carico della composizione della casa dei futuri sposi, congiuntamente a tutto il cibo utile al approvvigionamento per l´anno in corso. È previsto, inoltre, che nel corso delle prime ore mattutine, alcuni bambini portino ceste ricolme dei tradizionali "pani di San Martino" e le distribuiscano per le strade del paese. I genitori dello sposo regalano "u quararuni" (una grossa pentola in rame, stagnata internamente per non alterare i cibi che vi si cuociono) e quelli della sposa "na brascera" (un braciere di rame posto, sovente, su un piedistallo, anch´esso in rame) che veniva utilizzato (forse adesso non più) per riscaldare, con la carbonella realizzata con la buccia delle mandorle, la casa degli sposi nei freddi mesi invernali.
Nella cittadina montana di Palazzolo Acreide che fu prima colonia della Siracusa greca, la tradizione vuole che si accompagnino, al vino, delle ciambelline di patate fritte e zuccherate. In alcune aree della provincia di Siracusa, infine si preparano le zeppole chiamate "crispeddi".
Oggi, per fortuna, grazie alla creatività dei maestri pasticceri, come Enza Pizzolato, proprietaria dell´omonima pasticceria, in Alcamo, nella via Fratelli Sant´Anna, 39, se ne preparano di diverse varietà: da quelli di piccole dimensioni (quello che è conosciuto come il classico biscotto di San Martino) ai a quelli più morbidi adoperati, nel giorno del Santo e la domenica successiva, per essere guarniti, al loro interno, con una pregevole crema di ricotta di pecora in purezza o decorati, a richiesta, con forme e colori che riprendono le sinuosità del famoso barocco siciliano (A. Fu.).

 

ALTRE NOTIZIE

Alcamo: l´1 e il 2 dicembre il Concorso “MUSICA E’ LEGALITA’ MUSIC CONTEST 2017” incentrato sul tema della violenza e sul valore della legalità
L’amministrazione alcamese ha concesso il patrocinio gratuito alla Pro Loco Città di Alcamo per organizzare, in collaborazione con il Consorzio...
Leggi tutto
Marsala:il 3 dicembre al Teatro Impero Carla Fracci racconta la sua carriera con in scena
La più grande danzatrice italiana sarà in scena al Teatro Impero di Marsala, domenica 3 dicembre alle ore 18, raccontando le tappe di un...
Leggi tutto
Si intitola “Zefiro in ovest”, il primo libro di esordio del lametino Antonello Iovane
“Una collezione di stagioni, di esperienze, di ricordi, di speranze” si legge nella prefazione scritta dallo storico e saggista Armido Cario “oltre no...
Leggi tutto
Furto al mercatino solidale di Emmaus. Gregorio Porcaro, Libera Sicilia: siamo tutti responsabili dei bisogni del territorio. Siamo vicini ai volontari, felici che proseguano il loro cammino
Sarà l’ultima vendita straordinaria di autofinanziamento del 2017, in occasione del secondo compleanno della comunità, ma anche l’ulteri...
Leggi tutto
“Trofeo Costa Gaia” ritorna per la 31esima edizione con l’intervento diretto del Milan, l´arrivo della Spal e impegno con AIRC
Tante novità per la trentunesima edizione del torneo di calcio giovanile “Trofeo Costa Gaia”, ideato e organizzato dalla scuola calcio Adelkam....
Leggi tutto
Lettera aperta di Giacomo Tranchida (Erice) al neo Presidente Nello Musumeci
In primo luogo gli Auguri di un buon lavoro, intanto per ridare speranza di futuro a questa terra, bellissima di suo, ma spesso penalizzata da mancate...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Filippo su Non sono lavoratori per Ministero della IN-Giustizia, i 5000 magistrati onorari addetti alle medesime funzioni di giudici e pubblici ministeri:
Per l´assoluta arbitrarietà dei giudici di pace,converrebbe sostituire la loro opera con un sistema a sorteggio.I risultati in termini di equità sarebbero analoghi.


VITO su Sabato 18 novembre nei locali dell’aerostazione “Vincenzo Florio” di Birgi, la conferenza stampa sui contenuti dell’emendamento:
MA IL RISTORO PER I DANNI CAUSATI DALLA GUERRA IN LIBIA NON ERANO GIA´ STATI ASSEGNATI ? SI VUOLE FORSE DARE MERITI A PERSONE CHE NON C´ENTRANO NIENTE ??


demetrios daniel su CAMPIONATO ITALIANO BAJA CROSS COUNTRY RALLY 2017 Elvis Borsoi e Stefano Rossi al comando del Il Nido dell´Aquila Baja:
Hai bisogno di assistenza finanziaria di qualsiasi tipo? Prestiti personali? Prestiti aziendali? Mutui? Finanziamento agricolo e di progetto? Distribuiamo prestiti al tasso d´interesse del 3%! Contatto: gkfinance01@gmail.com


enrico su LNDC - Canile lager di Cremona: Galeazzo e gli altri cani uccisi hanno avuto giustizia:
Come mai nel vostro comunicato non viene citata la dott. Butturini che è stata assolta perchè il fatto non sussiste.La sentenza è stata chiarissima e nonostante la LNDC in vari comunicati stampa l´avesse citata come correa in associazione alle altre imputate, ora a processo finito ....nulla su di lei.Anche questa và al legale.


Hobelman su FAVIGNANA - CAPODANNO 2017:
richiedere un prestito a prezzi accessibili urgentemente oggi: Hobelmanfinance@gmail.com testo o chiamami +17816567138


Sig. Derek Douglas su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
Ciao, Richiedi un prestito veloce e conveniente per pagare le tue fatture e per avviare una nuova attività e il tuo progetto ad un tasso di interesse del 3% ci contatta; easyloanfirm2020@gmail.com Saluti. Sig. Derek Douglas easyloanfirm2020@gmail.com Offerta di prestito conveniente del 3%


Filippo su Regionali, Culotta (Pd): "No agli scaricabarile. Urge ripartire per riconquistare fiducia elettori".:
Con quel cognome dovrebbe andarci piano a dire di metterci la faccia!!


fabiana su L’Inps contro le pagine fake di Facebook:
Garantisco a prestiti a breve, medio e lungo termine con un interesse 2%. Il periodo di conservazione è compresa tra 1 e 60 anni Gli importi erogati sono inclusi anche tra € 5.000 a € 500.000.000. Si prega di contattare gentilmente se ha bisogno di un prestito urgente. e-mail: fabianavelarditaa@gmail.com Numero Whatsapp : ( +39 335 696 7410 )


luciano su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
INFORMAZIONI SUL PRESTITO:lucianocassano09@virgilio.it whatsapp:+33756837773 Metto a vostra disposizione un prestito a partire da 5.000,00 € ha 1.000.000,00 € a condizioni molto semplice ad ogni persona che può rimborsare. Faccio anche investimenti e prestiti tra privato di qualsiasi tipo. Email:lucianocassano09@virgilio.it whatsapp:+33756837773


luciano su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
Accordo di credito o finanziamento rapido:lucianocassano09@virgilio.it o whatsapp:+33756837773


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

powered by
First Web