Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 19/10/2017 da Direttore

ANAS avvia le adesioni per ricorso di riconoscimento servizi pre-ruolo per docenti e personale ATA

ANAS
Dopo le innumerevoli Sentenze di accoglimento in tutti i Tribunali di Italia , L’A.N.A.S.,promuove i ricorsi innanzi ai Tribunali di tutto il territorio nazionale, per dare la possibilità a tutto il personale docente, educativo ed Ata, immesso in ruolo , di ottenere il riconoscimento, dell’intero periodo di servizio pre-ruolo (svolto, in istituti sia statali che paritari, per un periodo superiore 4 anni), ai fini della ricostruzione di carriera e della progressione economica e, dunque, anche ai fini pensionistici. Ed invero, con la normativa nazionale attualmente in vigore tale riconoscimento non avviene per intero, bensì solo in minima parte (in particolare, viene valutato per intero solo fino a 4 anni, con la parte eccedente valutata per soli 2/3 ai fini giuridici e la restante parte pari ad 1/3 valutata ai soli fini economici).

Ciò produce effetti negativi sulla ricostruzione di carriera del personale scolastico– che, per poter ottenere il riconoscimento per intero dei servizi pre-ruolo, si trova costretto a dover domandare il “riscatto” dei servizi pre-ruolo non riconosciuti (e, dunque, a pagare i contributi ad essi relativi, ratealmente tramite trattenuta sullo stipendio, ovvero in un’unica soluzione, anche tramite compensazione con il T.F.R.) – ed incide negativamente, ed anche in maniera rilevante, sull’ammontare della pensione (determinata con il sistema contributivo), che infatti sarà inevitatilmente più bassa rispetto a quella che sarebbe percepita in caso di riconoscimento per intero dei suddetti servizi pre-ruolo.

In applicazione della normativa comunitaria che vieta la disparità di trattamento tra i docenti a tempo determinato (pre ruolo) e quelli a tempo indeterminato (immessi in ruolo), e delle sentenze della Corte di Giustizia Europea, tutti i Tribunali d’Italia, disapplicando la normativa nazionale eventualmente in contrasto con la suddetta normativa comunitaria, continuano a dichiarare il diritto di tutto il personale della scuola al riconoscimento, sia ai fini giuridici che economici, dell’intero servizio pre-ruolo, condannando anche il Miur a collocarlo nella posizione stipendiale maturata in seguito all’intero servizio pregresso svolto ed a corrispondere le differenze retributive dovute a seguito della suddetta ricollocazione.

L’adesione al ricorso presuppone che l’interessato abbia già richiesto e comunque ottenuto, non oltre 10 anni fa, il decreto di ricostruzione di carriera. Ciò in quanto la rivendicazione di natura giuridica è soggetta al termine di prescrizione decennale dalla data del decreto di ricostruzione di carriera, a differenza della rivendicazione economica, che sarà soggetta al termine di prescrizione quinquennale dalla stessa data, e che comporta la possibilità di recupero della posizione stipendiale completa.

Si specifica che a differenza degli altri studi legali e sindacati i quali per questo tipo di ricorso richiedono il 15% dell’importo riconosciuto al ricorrente a titolo di differenze retributive/risarcimento ,oltre alle spese di lite di soccombenza che il Miur potrebbe essere condannato a pagare in favore dell’avvocato distrattario del ricorrente , i legali dell’ A. n.a.s. non richiederanno nulla ai ricorrenti docenti, in quanto crediamo fermamente nella vittoria totale con soccombenza delle spese legali a danno del Miur.

In caso di esito negativo del ricorso, invece, il cliente non dovrà affrontare alcun’altra spesa legale, fatta salva l’ipotesi delle spese processuali “di soccombenza” che il Giudice potrebbe chiedere al lavoratore di pagare, ipotesi che, tuttavia, per tale tipologia di ricorsi, non dovrebbe presentarsi.

Requisiti: A chi è rivolto?
Docenti immessi in ruolo e che hanno ottenuto la ricostruzione della carriera da meno di dieci anni e che abbiano svolto almeno cinque anni di precariato.
Docenti e ATA di ruolo con più di 4 anni di servizio pre-ruolo, con nomina giuridica ed economica successiva all’a.s. 2000/2001.


Cosa si chiede?
Riconoscimento ai fini economici per intero in luogo di due terzi di tutti gli anni di precariato eccedenti i primi quattro, già riconosciuti per intero dal Miur.
(con riconoscimento anche ai fini previdenziali e del TFR)Pagamento delle differenze stipendiali maturate negli ultimi cinque anni con l’anticipo degli scatti di anzianità e mantenimento del riconoscimento dell’anticipo degli scatti anche per il futuro.

Secondo il meccanismo attuale previsto dalla normativa di legge e contrattuale, nella ricostruzione di carriera il Ministero illegittimamente non riconosce tutto il servizio svolto dal docente supplente.
I Tribunale del Lavoro da tempo , garantiscono l’applicazione delle sentenze della Corte di giustizia europea del 19 luglio 2007 e del 18 dicembre 2011 e la conseguente disapplicazione del CCNL 2006/2009 vigente (firmato dai sindacati rappresentativi) e dell’art. 485 del Testo unico sulla scuola, perché sono in contrasto con il principio di non discriminazione scaturito dall’applicazione della direttiva europea sull’abuso dei contratti a termine, in assenza di ragioni oggettive relative alle mansioni svolte.
Il ricorso è utile anche per sbloccare la progressione di carriera per i neo-immessi in ruolo dal 1 settembre 2011 con servizio pre-ruolo, rimasti al livello dello stipendio iniziale, al fine di sfuggire al blocco del primo gradino stipendiale disposto dal CCNL integrativo del 4 agosto 2011.

Quali documenti servono?
-Copia del decreto di ricostruzione della carriera
-Copia Carta d’Identità e Codice Fiscale
-Copia della diffida al MIUR e ricevuta di ritorno
Se reddito inferiore ai limiti di legge, auto-dichiarazione per l’esenzione dal C.U. (Contributo Unificato)
-Sottoscrizione della convenzione con lo studio legale

Per poter aderire al ricorso è necessario pagare la tessera associativa A.N.A.S. del costo di 20,00 euro.
Costi di adesione:
L’adesione al ricorso comporta un costo di euro 259,00 per il pagamento del contributo unificato.
CONTATTARE IL NUMERO DI CELL. 3318038087

Gli interessati possono contattare lo Studio Legale sito in Palermo (3318038087 o via e mail anas.nazionale@libero.it)

 

ALTRE NOTIZIE

Ambiente , salute e qualità della vita progetto la terra incontra il mare
Dopo la conferenza stampa di presentazione del progetto "La Terra incontra il Mare", cui hanno partecipato Manfredi Barbera, ideatore dell´in...
Leggi tutto
Joe Petrosino è il poliziotto italo americano divenuto eroe dai primi anni del Novecento
Ieri pomeriggio giovedì 19 Luglio alla sala Mattarella di Palazzo Reale, la Pittrice Vanessa Pia Turco, lì presente nella sua qualit&agr...
Leggi tutto
Prende il via il 21 luglio il cartellone della manifestazioni E… state con noi 2018
Sino al 29 settembre, circa 60 appuntamenti tra Tre Fontane, Torretta, le Cave di Cusa e Campobello. Tra gli event...
Leggi tutto
Sicilia; ex Province. Lupo: dopo sentenza Consulta necessario recepire legge Delrio
“Dopo la sentenza della Corte Costituzionale è necessario ed urgente recepire in Sicilia la legge Delrio ed u...
Leggi tutto
Ex sportellisti Sicilia: Sindacati, disarmante incontro con assessore Ippolito
Palermo, 20 luglio 2018 - “È stato un incontro disarmante quello avuto ieri con l’assessore alla famiglia e al lavor...
Leggi tutto
Stop della Consulta alle elezioni provinciali in Sicilia
Stop della Consulta alle elezioni provinciali in Sicilia, Musumeci (Ugl Catania): “Triste epilogo, a pagare questo...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

vito serra su Rifiuti. Lupo: Musumeci come Ponzio Pilato, scarica le responsabilità sui Comuni:
ABBIAMO FATTO UN´ALTRO OTTIMO ACQUISTO !!!


Antonino su ANAS - CONCORSO INTERNAZIONALE AL MERITO SOCIALE “ARTI E MESTIERI”:
Per me il premio se lo.meritaIo il dott mario liberto, giornalista, scrittore animatore musicista ecc un grande personaggio da tantiun siciliani


Roasario Mazarese su Calatafimi, don Campo festeggia 60 anni da prete:
Auguri Padre Campo francesco Di altri sessanta anni di ordinamento dal Parrocchiano Rosario lontano per necessità lavorative ( dia un saluto a mio Padre Giovanni se non impossibilitato ) il tempo inesorabbile trscorre


carlo su Governo riferisca in aula su crisi Riscossione Sicilia:
Salve,guarda caso L´On.Cracolici si accorge proprio adesso della situazione di Riscossione Sicilia e non durante il precedente governo regionale quando era assessore regionale.Forse no ricorda quando una nostra delegazione lo ha incontrato prospettandogli la situazione in cui versava la società.Io al suo posto mi vergognerei.


GERARD su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
offrono prestiti tra particolare Avete bisogno di un prestito?   Rufus la banca per voi Un prestito, noi siamo qui per aiutarvi finanziariamente, Per il vostro prestito immediato qualsiasi importo In qualsiasi destinazione. La vostra felicità è la nostra priorità. Tutto quello che dovete fare ora è quello di entrare in contatto Scrivici (gerardrafinon@gmail.com) WHATSAPP : +33756897323


GIUSEPPE MIGNACCA su AIC Sicilia, Giuseppina Costa e gli sviluppi che avrà sulla popolazione celiaca siciliana il “decreto Razza”:
Spero i medici di base saranno informati di questo protocolo, io ho dovuto pagare per un follow.up richiestomi dalla asl dopo il controllo annuale.


Angelo Carollo su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
Ricordatevi che se vi promettono il ponte fate attenzione che sotto ci sia il fiume altrimenti avranno la scusa facile per giustificare la promessa non mantenuta


Angelo Carollo su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
D´accordo con la Signora Monica. Invece Signora Mariarosa tutti faranno di tutto per mantenere lo scalo ma chi ha facoltà decisionale in quello non è di certo il comune di Trapani. Siamo di fronte ad una politica regionale che mira ad accrescere i grossi centri. Di certo nessuno mollerà la questione ma chi le prometterà l´aeroporto stia tranquilla che non ha i poteri per mantenere la promessa.


MR WILLIAMS su IPAB: UGL “IERI SIT-IN, SIAMO CON I LAVORATORI ”:
Enviar esta empresa legítima por correo electrónico; willianloanfirm6@gmail.com, whatsapp +1(214)305-8945, para un pr´stamo real. Recibí mi pr´stamo de ellos despu´s de leer acerca de sus ofertas de pr´stamos aquí en Facebook y mis deudas están completamente resueltas ahora


Mirko Rimessi su L’A.S.D. Polisportiva Saline Trapanesi alla 2^ Placentia Roller Half Marathon:
Ciao, la foto usata è di libero utilizzo (è nostra come organizzatori della gara di Ferrara) vi chiedo però di inserire l’autore Isabella Gandolfi.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web