Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 07/09/2017 da Direttore

ALCAMO: AL VIA I LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DEL CASTELLO DI CALATUBO

ALCAMO:
Sono iniziati, oggi, 7 settembre, i lavori di consolidamento delle antiche strutture murarie del Castello di Calatubo ad Alcamo (TP), che ha beneficiato di un contributo di 30.000 euro stanziato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo nell’ambito della 7a edizione de “I Luoghi del Cuore”, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare, in cui il bene si è aggiudicato il terzo posto nella classifica nazionale.

71.967 i voti raccolti nel 2014 dall’Associazione “Salviamo il Castello di Calatubo”, nata al fine di recuperare questo luogo frutto di numerose stratificazioni che hanno attraversato oltre dieci secoli di storia. Il contributo “I Luoghi del Cuore” sarà destinato alla prima messa in sicurezza di un’area del complesso, ovvero l’ingresso e la prima corte su cui prospetta la cappella, grazie a puntuali micro consolidamenti che renderanno possibile l’accesso. Questo permetterà di bloccare il degrado, che avanza quasi quotidianamente con costanti micro crolli e
assicurare in tal modo la conservazione della struttura monumentale fino ad oggi interessata da importanti
fenomeni di dissesto che rischiavano di compromettere l’integrità del castello. Un primo importante passo che
consentirà di aprire alle visite un’area significativa del complesso e attrarre auspicabilmente altri fondi per
estendere i consolidamenti e programmare il restauro vero e proprio – stimato in oltre 5 milioni di euro – oltre alle future azioni di valorizzazione.

L’intervento è stato progettato dal Comune di Alcamo e interamente finanziato dal FAI, come risposta
concreta, anche se inevitabilmente propedeutica a più ampie azioni di recupero, alle decine di migliaia di cittadini che hanno votato con passione e impegno questo “Luogo del Cuore”.

Roberto Russo, Assessore ai Lavori Pubblici e all’Ambiente ha dichiarato: “Sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza del Castello di Calatubo, bene architettonico risalente all’architettura Medioevale siciliana purtroppo ridotto allo stato di rudere. Grazie al FAI ed all’iniziativa “I Luoghi del Cuore” iniziamo un percorso di recupero che, anche se limitato all’area di ingresso, vuole essere il primo passo per restituire al territorio dell’intero Golfo un bene architettonico patrimonio storico, culturale ed ambientale indispensabile per attivare tutti quei percorsi
turistici che sono volano per l’economia. I resti della cinta muraria del Castello potranno essere inseriti in un circuito turistico locale comprendente i tre Castelli, il Castello dei Conti di Modica, la Torre Saracena (Castello Ventimiglia, Monte Bonifato) ed il Castello di Calatubo”.

Rita Barraco, Capo Delegazione FAI di Trapani ha così commentato: “Grazie all’eccezionale spinta
proveniente dal seguitissimo progetto de ‘I Luoghi del Cuore’, il Fondo Ambiente Italiano ha dato al Castello di Calatubo, sito ricco di storia e perla di particolare suggestione in stato di grave degrado e prossimo alla rovina, la visibilità che merita sollecitando le Istituzioni e gli Enti locali che con perspicacia hanno voluto adoperarsi per attuare le necessarie opere di messa in sicurezza di questo straordinario bene. Un sentito, enorme grazie va al Gruppo FAI di Alcamo e all’Associazione Salviamo il Castello di Calatubo, che con grande impegno e con il loro perseverante e utile lavoro hanno contribuito al successo dell’iniziativa”.
Stefano Catalano, Presidente dell’Associazione Salviamo il Castello di Calatubo ha dichiarato: “La nostra più grande gratitudine va al FAI e a Intesa Sanpaolo perché grazie a “I Luoghi del Cuore” danno voce alle segnalazioni dell’intera popolazione italiana, coinvolgendola sul valore del nostro patrimonio dimenticato. Il nostro ringraziamento va anche ai tanti sostenitori che hanno permesso al Castello di Calatubo di aggiudicarsi il podio tra i luoghi più votati d’Italia, fra più di 20.000 siti segnalati. La mia personale riconoscenza va ancora ai volontari della nostra Associazione che, con spirito di sacrificio e profondo amore per le proprie origini, hanno permesso al Castello di essere conosciuto e votato da tutte le parti del mondo. L’inizio dei lavori, vedrà la nostra Associazione in prima linea non solo nella valorizzazione del sito a 360°, ma anche nel recupero di altri fondi per il restauro di questo importante patrimonio dell’umanità, affinché possa riscattarsi da quel mortificante abbandono che da tempo ne fa un triste biglietto da visita a chi si accinge a varcare la provincia di Trapani”.

La storia del castello:
Costruito su un terreno abitato sin dal VII secolo a.C., nel 1093 venne incluso nella nuova Diocesi di Mazara e nel Medioevo divenne una robusta fortezza a controllo di un vasto territorio, finché all’epoca di Federico II fu
trasformato in masseria feudale. Il castello fu utilizzato fino agli anni ‘60 del Novecento, per essere poi abbandonato e trasformato in ovile. Il degrado causato dal pascolo degli animali, il terremoto del Belice nel 1968 e l’assenza di interventi prolungata per decenni, hanno portato al crollo dei solai e di numerose murature. A ciò si è aggiunta l’opera degli scavatori di frodo, interessati ai reperti archeologici che venivano alla luce nella vicina necropoli del VII secolo a.C.
Il bene, che si erge isolato nella campagna fuori Alcamo tra campi coltivati, su uno sperone roccioso rivolto da un lato all’entroterra e dall’altro al mare, ha dunque segnato la storia del territorio. Acquistato nel 2006 dal Comune di Alcamo dai precedenti proprietari privati, il Castello di Calatubo è oggi ridotto in stato di rudere.

 

ALTRE NOTIZIE

Elezioni a Marsala, siglato accordo tra Lega, Fratelli d’Italia e Diventerà Bellissima “Centrodestra forte e compatto, il sindaco sarà garante del programma per la città”
“Il centrodestra a Marsala c’è, si presenterà unito e compatto alle elezioni amministrative di primavera e lo farà a partire dal ...
Leggi tutto
Il giornalista Carmelo Sardo il 18 novembre all´Alberghiero di Erice per la
Carmelo Sardo, scrittore, giornalista e capo redattore cronache del TG5, sarà ospite dell´IPSEOA “I. e V. Flo...
Leggi tutto
Arriva il BLUE JAZZ FEST, il primo festival jazz a Mazara del Vallo! Il primo artista annunciato è Fabrizio Bosso con il suo progetto “New Italian Trio”!
I prossimi 6, 7 e 8 dicembre Mazara del Vallo si tingerà di jazz: arriva infatti il BLUE JAZZ FEST, primo festival jazz organizzato a Mazara de...
Leggi tutto
Manifestazione degli agricoltori a Palermo. L´Anci Sicilia aderisce all´iniziativa promossa da Coldiretti
L’Anci Sicilia aderisce alla manifestazione, in corso stamattina a Palermo, promossa da Coldiretti. “Siamo qui’, oggi, accanto alla Coldiretti pe...
Leggi tutto
Sicilia: domani firma convenzione tra regione e Artes 4.0
Gli assessori Lagalla e Turano firmeranno il protocollo con i vertici del centro di competenze
Leggi tutto
Innovazione e sanità: occhiali “Mindlenses” della palermitana Restorative Neurotechnologies vincono premio Europeo EIT Health
Delle lenti prismatiche per influenzare l’attività cerebrale, potenziando le funzioni cognitive, l’attenzione...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web