Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 06/09/2017 da Direttore

Cosa sono "ius soli" e "ius culturae"?

Cosa
Si è ripreso a discutere della legge sulla cittadinanza dopo i recenti episodi di terrorismo islamico che hanno interessato la Catalogna ed in particolare Barcellona.

L’ondata di attacchi terroristici che colpiscono l’Europa sembrano non scuotere più di tanto le coscienze delle leadership del Vecchio Continente, ormai più preoccupate delle conseguenze politiche che della sicurezza dei cittadini.

Cerchiamo di comprendere come sia regolato il diritto alla cittadinanza in Italia.

La legge sulla cittadinanza, introdotta nel 1992, prevede un’unica modalità di acquisizione chiamata “ius sanguinis “: un bambino è italiano se almeno uno dei genitori è italiano. Un bambino nato da genitori stranieri, anche se partorito sul territorio italiano, può chiedere la cittadinanza solo dopo aver compiuto 18 anni e se fino a quel momento abbia risieduto in Italia “legalmente e ininterrottamente”. La predetta legge è carente in quanto esclude per diversi anni dalla cittadinanza e dai suoi benefici decine di migliaia di bambini nati e cresciuti in Italia e vincola la loro condizioni a quella dei genitori ai quali il permesso di soggiorno può scadere costringendo l’intera famiglia a lasciare il nostro Paese. La nuova legge in fase di approvazione al Senato introduce due nuovi principi per ottenere la cittadinanza italiana prima del raggiungimento della maggiore età.

Dovremmo avere il criterio della “ ius soli “ ( diritto legato al territorio ) e quello della “ ius culturae “ ( diritto legato all’istruzione ). Lo “ ius soli “ non è contemplato nella legislazione di alcun Stato dell’Unione Europea e, diversamente da quanto avviene negli Stati Uniti d’America, dovrebbe essere limitato statuendo che un bambino nato in Italia diventi automaticamente italiano se almeno uno dei due genitori si trova legalmente in Italia da almeno 5 anni. Se il genitore in possesso di permesso di soggiorno non proviene dall’Unione Europea, deve aderire ad altri tre parametri:

– deve avere un reddito non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale;

– deve disporre di un alloggio che risponda ai requisiti di idoneità previsti dalla legge;

– deve superare un test di conoscenza della lingua italiana.

L’altra modalità per ottenere la cittadinanza italiana dovrebbe essere quella del cosiddetto “ ius culturae “, e passa attraverso il sistema scolastico italiano. Potranno chiedere la cittadinanza italiana i minori stranieri nati in Italia o arrivati entro i 12 anni che abbiano frequentato le scuole italiane per almeno cinque anni e superato almeno un ciclo scolastico (cioè le scuole elementari o medie). I ragazzi nati all’estero ma che arrivano in Italia fra i 12 e i 18 anni potranno ottenere la cittadinanza dopo aver abitato in Italia per almeno sei anni e avere superato un ciclo scolastico. Allo stato attuale in Italia ci sono circa 1 milione e 65mila minori stranieri. Moltissimi di questi ragazzi sono figli di genitori da tempo residenti in Italia oppure hanno già frequentato almeno un ciclo scolastico (a volte le due categorie si sovrappongono). I minori nati in Italia da madri straniere dal 1999 a oggi sono 634.592 (presumendo che nessuno di loro abbia lasciato l’Italia). Per quanto riguarda lo “ ius culturae “, sono invece 166.008 i ragazzi stranieri che hanno completato almeno cinque anni di scuola in Italia, non tenendo conto degli iscritti all’ultimo anno di scuole superiori perché maggiorenni.

L’imporre per decreto agli italiani lo “ ius soli “ e lo “ ius culturae “ pare quantomeno improvvido da parte del Governo perché detti provvedimenti andrebbero ad incidere profondamente sulla nostra società con impatti imprevedibili e, probabilmente, disastrosi. I politici hanno l’obbligo di tutelate l’autodeterminazione per proprio Popolo.

 

ALTRE NOTIZIE

GRAZIE AL CONTRIBUTO DI FEDERFARMA PALERMO NASCE IL PRIMO AMBULATORIO D’ITALIA PER LA CURA DELLA LEUCEMIA IN GRAVIDANZA E IN ETA’ FERTILE.
L’INIZIATIVA E’ NATA DOPO IL PRIMO CASO AL MONDO DI PARTO E GUARIGIONE
Libertas, ultima dell´anno in casa con sorprese
Si gioca domenica prossima al “PalaTreSanti” l’ultima gara del 2018 del campionato di basket di serie C Silver. Ad A...
Leggi tutto
Pall.Trapani: I numeri di Biella
Ambiente sempre carico, i vari giovani del vivaio che crescono, quel basket aggressivo e veloce che è ormai u...
Leggi tutto
ENTELLO VOLLEY: VERSO LA 6^ GIORNATA
Si va verso la sesta giornata nei rispettivi campionati di Serie D per le due compagini dell´Erice Entello, che sara...
Leggi tutto
Erice - CHIUSURA DEL REPARTO NASCITE CLINICA S.ANNA: LA PREOCCUPAZIONE DEL SINDACO DANIELA TOSCANO
Esprimo la mia fortissima preoccupazione dopo aver appreso dalla stampa la notizia della imminente chiusura del repa...
Leggi tutto
MILITARE: AVVICENDAMENTO AL COMANDO MARITTIMO SICILIA
Segui le novità della #MarinaMilitare live su Twitter (@ItalianNavy #ProfessionistiDelMare #ilTuoFuturo&eg...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Francesco su MARSALA. CENTRO STORICO AREA PEDONALE:
In altre vie i mezzi di soccorso e di polizia nonch´ ai residenti, mentre per i residenti della Via Caturca, considerati per cittadini di serie B possono morire, in quanto se qualcuno ha un malore lo devono avere nelle ore diurno. Aprite la predetta Via ; state facendo un illecito. Grazie per averci seppelliti. Il turismo a Marsala arriva anche con la Via Caturca aperta. Preoccupatevi più per i residenti e non per i ristoranti. Auguratevi che non succeda mai nulla. Non sottovalutate


direttore su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Provi a scrivere al Comune: comunicazione@comunecustonaci.it


Spada vito su Custonaci approvati due cantieri di lavoro:
Buongiorno vorrei sapere come candidarmi per i cantieri di lavoro del comune di custonaci. Nell´attesa della vostra cortese risposta invio distinti saluti


aldo castellano su Trapani - Controlli della Polizia Municipale su uso cellulare durante guida:
Solo 5? La città ne è piena, come pure dei trasgressori del semaforo e di quelli che parcheggiano all´angolo delle strade, dopo le strisce blu. Con le contravvenzioni si potrebbe impinbguare le casse del comune e contemporaneamente educare i cittadini..


Paola natali su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Fate intervenire le forze dell´ordine


Luisa su Canile Millemusi Messina i maltrattamenti e le morti continuano.:
Condivido che certe persone non debbono gestire un lager di questo genere per i poveri animali


Valenziano su Il Parlamento vari una commissione d´inchiesta per accertare chi ha sollecitato l´ONU e lo deferisca alla magistratura per attentanto alla sovranità:
E....l´articolo del Codice Penale che punisce l´ "attentato alla sovranità nazionale" sarebbe il numero??


direttore su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Sig. Andrea per avere informazioni sul corso di apicoltore può farlo chiamando il numero di telefono 388-6926911 oppure inviando una email a: mimmo.barracco80@gmail.com


Andrea su ALCAMO: un corso di apicoltura a Novembre:
Quali sono i costi se ci sono del corso? Rilasciate attestato?


Rizzi ivana su Mazara del Vallo RACCOLTA DIFFERENZIATA:
Buongiorno,non so se sono sulla pagina giusta. Da giorni che chiamo i numeri riportati per il ritiro a domicilio di un vecchio elettrodomestico,nessuno risponde. Come posso fare?. Grazie anticipatamente


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web