Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 04/05/2017 da Direttore

Sigel Marsala Volley-Costruzioni Papa Altino 3-0 (25-23/25-23/25-19)

Sigel
Vince la Sigel. Vince quella che probabilmente è stata l’ultima partita interna della stagione. Lo fa con il più classico dei punteggi (3-0), soffrendo soltanto nella seconda frazione di gara. Una “vittoria di Pirro” quindi, visto che difficilmente i tre punti conquistati contro la Costruzioni Papa Altino serviranno ad agguantare in extremis un posto nella griglia dei play-off. Ma, a questo punto, attendere i risultati degli altri campi non costerà nulla. E, volendosi attaccare alla più bistrattata delle scaramanzie, non ci sarà nemmeno da soffrire troppo. Vista l’astrusità delle combinazioni che dovrebbero verificarsi per sovvertire i pronostici. Ma tant’è. Diventa inutile recriminare o piangere sul latte versato: è andata così e basta. L’unico rammarico potrebbe essere quello di non esser riusciti a conquistare il primo posto, come già accadute per ben due volte nell’ultimo lustro, proprio quando la mannaia degli spareggi ha finito per sgomberare il campo. Almeno per la prima classificata. Andando quindi a entrare nel dettaglio, viene subito da dire che la sfida contro Altino è stata, né più né meno, la classica gara di fine stagione. Con una Sigel che è riuscita a centrare l’obiettivo “ultima speranza” in meno di un’ora e mezza. Una Sigel capace di rimontare un secondo set ormai “quasi” andato e ottima nel chiudere il match con il minimo sforzo. La squadra abruzzese, dal canto suo, ci ha provato. E sollecitata dalla grinta e dalle urla del suo stesso coach, è arrivata a sfiorare la vittoria di almeno un set. La Sigel, che ha dovuto per di più patire l’infortunio del libero Silvia Agostino (torsione al collo dopo una caduta, per fortuna senza conseguenze) nel finale del secondo set, non ha mollato mai. E anzi, come affermato dalla capitana Camilla Macedo, è sembrata raccogliere forza dalla sfortuna. Riuscendo a sigillare il risultato senza rischiare altro. Formazione classica per la compagine di coach Campisi (Trabucchi, Centi, Macedo, Scirè, Marcone, M’bra con Agostino libero), mentre Di Rocco ha mandato in campo Calista in palleggio e poi Spagnoli, Mancini, Montechiarini, Robazza, Orazi (top scorer del match con 16 punti) nel ruolo di opposto, con Ballarini in quello di libero. Primo set “equilibratissimo”, nel punteggio e nella sua stessa evoluzione. Con Chiara Sciré che prova, sul 9-9, a dare una scossa all’equilibrio realizzando due punti consecutivi. E’ però fuoco di paglia: le teatine non mollano e restano appiccicate alle azzurre. Chiudendo addirittura in vantaggio (14-16) al secondo time-out tecnico. Ci pensano Angelita Centi, con un bella fast, e ancora l’ottima Scirè a ribaltare nuovamente la situazione. Prima che Benny Marcone allunghi sul 23-21, fino all’errato servizio di Lisa Mancini finito in rete (25-23). Il secondo set vede Altino partire sparato, fino all’1-4 rimontato dalle azzurre che impattano e mettono la freccia con una schiacciata della Marcone. Chiara Scirè realizza il punto che porta dritti dritti al primo time-out tecnico. La Sigel riesce a restare, anche se col minimo scarto, davanti all’avversaria. Prima con una veloce della Macedo e poi con un possente muro di Joelle M’bra. Scatto d’orgoglio però delle rossoblù, che sembrano riuscire a imboccare la corsia giusta. Fino al 15-18. In campo a quel punto va Valentina Biccheri, al posto della M’bra. Realizza però Chiara Spagnoli il punto che sembra dare il là al successo abruzzese (16-19), prima che la Sigel rientri prepotentemente in partita. Per ben due volte le azzurre “resuscitano”: prima acciuffando il 19-19, ancora con un muro stavolta di capitan Macedo, poi sul 22-22. Proprio quando l’infortunio già descritto del libero Silvia Agostino sembrava voler maledettamente complicare le cose. Un ace della Marcone e una conclusione out della Orazi danno alla Sigel il successo (ancora 25-23). Viatico incoraggiante per la terza frazione. Le azzurre, che tornano in campo con Federica Foscari nell’inedito ruolo di libero, iniziano a spron battuto (3-0 e poi 4-2, con un punto propiziato proprio dalla Foscari). Altino regge solo fino al primo time-out tecnico, arrivandoci in vantaggio (5-8, dopo un break di quattro punti). Poi sembra mollare. Prima Angelita Centi, quindi un tocco di Gloria Trabucchi e poi un’altra “botta” della Scirè “scalano” il risultato, riportandolo in parità (10-10). Quindi lo sprint decisivo, che parte ancora da una conclusione della Macedo. Che costringe Di Rocco a chiedere due time-out discrezionali ravvicinati. Il secondo addirittura sul 15-10. Poi un altro muro della M’bra e una conclusione vincente della Marcone aprono davanti alle azzurre un’autostrada. Entra Sara Giuliani al posto del capitano. E finisce in gloria, stavolta con un distacco più netto (25-19). Grazie ai punti realizzati di fila da Trabucchi, Scirè, Marcone e gli ultimi due da Joelle M’bra. Una vittoria quindi che ci stava, perché così doveva essere. Una vittoria che non poteva mancare, almeno per un commiato d’onore. Una vittoria che, anche se appare eufemistico dirlo, potrebbe servire a sperare fino all’ultimo. E, comunque andrà, sarà giusto tributare a queste ragazze il giusto e meritato applauso.

 

ALTRE NOTIZIE

Champions League: chi sono le candidate più accreditate a vincerla?
È ufficialmente entrata nel vivo la competizione calcistica più amata al mondo. Con l’andata dei primi ottavi...
Leggi tutto
Controllo straordinario del territorio ad opera dei carabinieri di Trapani
Nell giornata del 19 febbraio 2020, in Trapani ed Erice (TP), i Carabinieri della Compagnia di Trapani, supportati da personale della compagnia di Int...
Leggi tutto
Reddito di cittadinanza. Paolo Capone, Leader UGL: “Provvedimento fallimentare, necessarie politiche di welfare attive e non assistenziali”
“Il Reddito di cittadinanza è stata una misura tampone che non ha ridotto la povertà né creato nuova occupazione, ma è sta...
Leggi tutto
Pantelleria: è online il Modulo per iscriversi all’Albo Comunale delle Associazioni e dei Circoli.
È online il Modulo per effettuare l’iscrizione all’Albo delle Associazioni e dei Circoli, senza fini di lucro, operanti nell’ambito del territorio com...
Leggi tutto
Leonardo da Vinci, Raffaello, Michelangelo: il critico d´arte Paolo Battaglia La Terra Borgese parte dai migliori della storia dell´arte
Il noto critico d´arte Paolo Battaglia La Terra Borgese, tra imigliori in Italia, interviene sui cataloghi della pittriceLa Paglia, a bilancio l...
Leggi tutto
Appuntamento con il Carnevale della Città di Alcamo, a partire da sabato 22 Febbraio e a seguire domenica 23 e martedì 25
Appuntamento con il Carnevale della Città di Alcamo, a partire da sabato 22 Febbraio e a seguire domenica 23 e martedì 25, ci saranno le...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web