Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 20/04/2017 da Direttore

quando la giustizia dipende dal governo

quando Ancora una volta la magistratura onoraria precaria mantiene alto il livello di protesta con l’ennesima
astensione sulla paventata attuazione della Legge Delega n. 57/2016, ed in particolare, sulla previsione del
regime transitorio ai magistrati in servizio.
È’ singolare che in ogni dibattito politico e televisivo, non solo tra addetti ai lavori, si discuta dei rimedi alla
eccessiva lunghezza delle indagini e dei processi, e non si pensi che la riforma della magistratura onoraria
nel senso indicato dalla categoria interessata possa essere la soluzione.
Eppure si sta approntando, nel tentativo di eludere la prossima e certa procedura di infrazione UE, che
costerebbe milioni di euro allo Stato italiano, una attuazione della riforma che, lungi dal valorizzare
l’apporto della magistratura onoraria, ne ridurrà sensibilmente l’essenziale contributo al sistema giustizia e
determinerà il collasso definitivo del sistema.
Il cittadino deve sapere che i presidenti dei tribunali attualmente contano sulla magistratura onoraria per
colmare efficacemente i vuoti di organico ordinari e straordinari, sempre più ricorrenti, nel ruolo
monocratico ma anche in quello collegiale, e che davanti a lui in udienza, spesso si siede un giudice
onorario, con le medesime funzioni e doveri del “togato”, ma nessun diritto.
Anche le indagini delle procure sono rese possibili, grazie all’apporto dei vice procuratori onorari nelle
udienze di rito monocratico e di giudice di pace penale, ciò che potrebbe subire una inversione di rotta in
caso di diminuzione obbligata dell’impegno, provocando ingenti ritardi nella conclusione delle indagini
preliminari, con le catastrofiche conseguenze in termini di prescrizione dei reati.
Ebbene, la certa ricaduta negativa che tale progetto avrà sul piano della efficienza del sistema, e il contrasto
stridente con quella normativa europea, provocherà con certezza ingenti danni economici per lo Stato
italiano e soprattutto per i singoli cittadini in attesa di giustizia, e rappresenterà il manifesto della politica in
materia di “lavoro” di questo governo.
La giustizia la attendono i 5000 magistrati onorari dopo anni di servizio prestato senza tutele previdenziali
e di maternità, senza riconoscimento di ferie pagate, con un sistema di mero cottimo “in nero di diritti”, che
li ha costretti a lavorare pur in malattia, sotto chemio terapie o altri trattamenti curativi importanti per
evitare la sicura “revoca dell’incarico”.
In queste condizioni hanno pronunciato e perseguito la giustizia, in modo autonomo e imparziale,
nonostante proprio a questi magistrati onorari veniva negata giustizia.
Questi magistrati precari ancora oggi si vedono negati o comunque non apertamente riconosciuti i propri
diritti, poiché nessuno ha garantito una disciplina transitoria certa e satisfattiva delle ragioni di coloro che la
Commissione Europea e il comitato europeo dei diritti sociali hanno definito comunque come “lavoratori”.
Confidiamo, quindi, nelle dichiarazioni del Ministro che ha demandato al Consiglio di Stato, organo terzo
consultivo in materia di legislazione delegata, di esprimere un parere sulla “eventuale stabilizzazione” della
magistratura onoraria in servizio e che ha dichiarato che avrebbe proseguito nella strada della stabilità delle
funzioni.
Tale parere è pervenuto, a seguito della adunanza del 23 marzo 2017 al n. 00464/2017, e ha delineato una linea
di indirizzo precisa e conforme alle proposte delle maggiori associazioni di categoria, ossia, compatibilità
con il tessuto costituzionale della legge già promulgata nel 1974 per i vice pretori onorari che ebbe a
disporne il mantenimento in servizio nell’ambito delle funzioni di tribunale.
A Costituzione immutata, nessuno può affermare che tale legge ispiratrice della proposta di categoria sia
dotata di “incostituzionalità” come non lo fu la precedente. Del resto, si tratta di garantire la permanenza in
servizio con funzioni piene e relative tutele previdenziali e retributive a chi ha sempre esercitato le
medesime funzioni giurisdizionali piene della magistratura togata, mantenendo la riserva di progressione di
carriera e quindi le prerogative eminentemente politiche di autogoverno alla sola magistratura di carriera.
Chi potrebbe opporre ormai un veto?
L’Unione Nazionale Italiana Magistrati Onorari e la Confederazione Giudici di Pace chiedono al Governo
di seguire le indicazioni dettate dai principi dell’Unione Europea, dalla Costituzione italiana, che, si ricorda,
non ha disciplinato solo il tema dell’accesso alla magistratura ma anche quello degli inalienabili diritti ad
una giusta retribuzione per il lavoro prestato e alle tutele previdenziali e alla maternità e malattia!

 

ALTRE NOTIZIE

Mazara del Vallo: svolto stamani un Corso di Alta Formazione per Oculisti e Dermatologi
Oltre 70 tra oculisti e dermatologi hanno preso parte stamani al corso di Alta Formazione organizzato Pharcos (Bio due) Biofta nell´Aula Consiliare di...
Leggi tutto
TRAPANI: FINALE 10.000 METRI MEMORIAL ETTORE DAIDONE CARCERE DI SAN GIULIANO
CON LA FINALE 10.000 METRI, IN DATA ODIERNA SI SONO CONCLUSE LE GARE DI ATLETICA - MEMORIAL ETTORE DAIDONE - RISERVATE AI DETENUTI DEL CARCERE DI SAN...
Leggi tutto
Trapani: Ultimati i lavori di riparazione della condotta fognaria di via Libica
Ultimata la riparazione del tratto di condotta fognaria, situata tra la Via Libica e la Via Culcasi che la scorsa settimana aveva subito un cedimento ...
Leggi tutto
AL VIA PROGETTO SUL MIGLIORAMENTO DELLA COMUNICAZIONE IN ONCOLOGIA E LE CONVERSAZIONI DI FINE VITA
Si è concluso ieri nella sala conferenze di palazzo Ulivo alla Cittadella della salute di Erice Valle, il primo dei corsi di formazione del pr...
Leggi tutto
Sicilia. Aggiornamento dei dati relativi al pagamento dell´assegno di cura ai disabili gravissimi
Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e l´assessore alla Famiglia Carmencita Mangano, comunicano che dopo l´erogazione d...
Leggi tutto
Inquinamento Golfo Castellammare. M5S: “Subito interlocuzione con il nuovo commissario Rolle”
La deputata Valentina Palmeri: “Ancora nessun impianto di depurazione, Regione immobile e golfo sempre più inquinato. A rischio la stagione tur...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

paolo su IIª edizione del Gran Premio Karting Lido Valderice, gara valida per il Campionato Regionale Circuiti Cittadini,:
Leggendo la notizia volevo rettificare il pilota della Kz3 gruppo 4 under, la rimonta era effettuata da Alfano Paolo e non Ferlito Mario, in quanto quest´ultimo è uscito di scena nei primi giri della gara. Alfano invece ha impattato causando il termine della gara nel penultimo giro. Grazie della cortesia.


paolo su IIª edizione del Gran Premio Karting Lido Valderice, gara valida per il Campionato Regionale Circuiti Cittadini,:
Leggendo la notizia volevo rettificare il pilota della Kz3 gruppo 4 under, la rimonta era effettuata da Alfano Paolo e non Ferlito Mario, in quanto quest´ultimo è uscito di scena nei primi giri della gara. Alfano invece ha impattato causando il termine della gara nel penultimo giro. Grazie della cortesia.


Gianni su Lettera del sindaco Vito Damiano all´on. Mimmo Fazio:
Non abbiamo elementi per giudicare penalmente fazio ,ci penserà la magistratura ma ne abbiamo tanti per giudicare il ruolo di sindaco . I diverbio personali ai cittadini trapanesi interessano poco,quello che noi guardiamo e chi lavora per la città , aldilà dei fatti personali Fazio e stato un grande sindaco ,presente,facile incontrarlo alle 6 di mattina a controllare la pulizia delle spiagge sono cose che i cittadini guardano , sul suo operato non riesco a vedere qualcosa che abbia la


Andrea Pellegrino su 70 anni dopo ritorna uno Stefano Pellegrino a Palazzo dei Normanni. Grande oppositore della retribuzione dei parlamentari:
Vi ringrazio per questo splendido articolo. Spero che mio padre possa onorare la memoria e il bagaglio etico ereditato dal nonno. Grazie ancora. Andrea Pellegrino


Mario gabrielli su Torna in mare Vito, Caretta caretta curata presso il Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine dell’AMP Isole Egadi:
Salve, la caretta caretta Vito è stata tratta in salvo da noi ( mario gabrielli, simone missori e andrea buccella) a largo di san vito lo capo, in evidenti problemi di galleggiamento. L abbiamo presa e portata fino al porto di san vito lo capo e chiamato la capitaneria di porto di trapani, che dopo 45 min ´ arrivata e l ha presa in carico.


cerri claudio su SVILUPPO TURISTICO A MAZARA, LA SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE VITO GANCITANO:
Sono particolarmente contento e interessato all´articolo sullo sviluppo del Turismo a Mazara grazie alla cittadinanza e all´Amministrazione Comunale riusciremo ad incrementare e portare più Stranieri per far conoscere questa area della Sicilia ,intanto cominciamo con gli Olandesi e poi vedremo .....from Hopps Hotel


ChiaraT su Sport, dieta e caffè ridurrebbero rischio di cancro ovarico:
Ero convinta già di mio che bere caffè in maniera moderata fa bene e non fa male alla salute come molti sostengono e questo articolo mi ha confermato quello che pensavo. tra l´altro ho trovato buone offerte su questo sito https://www.cialdeweb.it/cialde-capsule-illy/illy-cialde-in-carta e penso di acquistare un paio di cialde perchè amo illy.... cosa ne pensate? credete sia un buon sito? ditemi la vostra


Morena su CITTA’ DI MARSALA - MOSTRA FOTOGRAFICA COLLETTIVA Associazione “Lunghezze d’Onda”:
Con l´entrata in vigore dell´ora legale l´inaugurazione subirà una piccola variazione: Vi aspettiamo alle 17,30 al Ente Mostra Convento Del Carmine Di Marsala


Onofrio Corona su Doppio evento a Palermo con Luigi Moio: presentazione del libro e seminario-degustazione:
Complimenti agli organizza dell´evento. Il collega Moio è stato fantastico, con il suo nuovo libro è riuscito a presentare i risultati scientifici, ottenuti in molti anni di ricerca, con una chiave di lettura resa semlice e comprensibile anche ai non addetti ai lavori. Questi porterà sicuramente una maggiore chiarezza ai tecnici ed agli appassionati del mondo enologico. L´escusiva masterclass tenuta dal prof. Moio ha affascinato tutti, tecnici studenti Enologi e appassionati del vino.


Angela galaverni su LNDC continua a raccogliere adesioni per la possibilità di prescrivere farmaci a costo contenuto anche per gli animali e mettere fine a questa ingiusta discriminazione.:
Sarebbe molto utile


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

powered by
First Web