Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 24/02/2017 da Direttore

LET’S PLAY SI RACCONTA A CATANIA

LET’S
Grandi consensi per la tavola rotonda: “Let’s Play: il videogioco tra impresa e cultura”.
La notizia: concluso il primo atto di quella che si prospetta una collaborazione duratura tra Let’s Play, il Festival del Videogioco e Catania.

La tavola rotonda “Let’s Play: il videogioco tra impresa e cultura” è stata la prova tangibile del grande fermento che vi è a Catania e più in generale in Sicilia attorno al comparto dell’industria videoludica.
Stampa specializzata e generalista, studenti di medie, superiori e università, addetti ai lavori, curiosi, semplici appassionati. Il momento delle domande, numerosissime, dopo ben tre ore di interventi, è stato un’occasione vivace e stimolante di grande confronto, crescita e scambio culturale in cui i ragazzi e gli studenti hanno dimostrato di essere già profondamente informati sulla tematica e sulla grande versatilità che il mercato videoludico ha nell’ambito non solo del gaming ma anche nella didattica, sanità, cultura, turismo.
L’Aula Magna del Palazzo delle Scienze del Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università degli Studi di Catania era gremita e notevoli sono stati gli interventi del tavolo dei relatori accolti con favore dal Capo di Gabinetto del Comune di Catania, Giuseppe Spampinato, che ha portato i saluti del Sindaco di Catania, Enzo Bianco.

La notizia principale che è emersa dall’intervento di Giovanna Marinelli, tra gli ideatori di Let’s Play, il 1° Festival del Videogioco d’Italia in programma a Roma dal 15 al 19 Marzo, e presidente di Q-Academy è il progetto di continuare a collaborare con Catania, città ricca di realtà innovative e all’avanguardia. Le motivazioni sono tutte nella dichiarazione della Marinelli: “Abbiamo scelto Catania e questo evento dedicato alle realtà innovative siciliane perché qui risiedono realtà davvero importanti e in crescita. In questi ultimi anni è stato fatto tanto per raccontare le potenzialità dei videogiochi e le loro applicazioni nel quotidiano, ma non c’è ancora consapevolezza di quanto questo medium culturale sia evoluto, tanto da essere utilizzato in molti campi, come ad esempio, la didattica o la sanità. Con questo evento abbiamo voluto fare un passo avanti per portare il dibattito a un nuovo livello, mettendo insieme istituzioni, operatori del settore e giocatori attorno a un unico tavolo per parlare del futuro del videogioco in Italia e acquisire consapevolezza su come i videogame possano cambiare, in meglio, la vita di tutti quanti”.

Let’s Play, infatti, dedicherà cinque giorni di appuntamenti a tutti coloro che vogliono scoprire le ultime novità del gaming e i vecchi successi che hanno fatto la storia del videogioco, ma soprattutto analizzare i mille volti di questo medium culturale che ormai è parte integrante della quotidianità degli italiani. Sarà possibile incontrare gli YouTuber più seguiti, giocare con le anteprime più attese, partecipare a tornei e a workshop per parlare di videogiochi immersi in oltre 30.000 metri quadrati fra gaming, mostre e panel.

Uno degli argomenti ricorrenti di questa giornata è stata la necessità di investire sulla formazione. Ne ha parlato anche Ilaria Amodeo, PR Manager di AESVI, Ass.ne Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani – che ha aggiunto: “AESVI è lieta di collaborare all’organizzazione del Festival e di essere in Sicilia oggi per parlarne di fronte ad alcune delle imprese locali ma con una forte vocazione internazionale che animano la scena dello sviluppo di videogiochi Made in Italy. Secondo il nostro ultimo Censimento, Sicilia e Puglia sono le regioni del sud Italia con la più elevata concentrazione di studi di sviluppo di videogiochi, che in tutta Italia sono 120 e impiegano circa 1.000 persone, per lo più giovani e con un’elevata specializzazione”.

Testimoni della crescita dei talenti siciliani e consapevoli di come il mondo del videogioco sia sempre più un’occasione di lavoro, il prof. Rosario Faraci, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese all’Università di Catania, e allo stesso modo il prof. Sebastiano Battiato, Presidente del Corso di Laurea in Informatica, felici per la formativa “lezione” di oggi sul mondo dei videogiochi:
“Catania è una learning city a tutti gli effetti. E´ uno straordinario luogo in cui creatività, fantasia ed innovazione vengono messe a disposizione del fare impresa. Let´s Play conferma che il talento catanese esiste anche nel mondo della produzione dei videogiochi, dove la solida tradizione in materia di informatica e di elettronica si coniuga perfettamente con spirito di iniziativa ed imprenditorialità”.

Importantissima la presenza di Renato Scifo, Responsabile UO Centro per i Disturbi dello Spettro Autistico- ASP Catania e Salvatore Garozzo Direttore del dipartimento di Ingegneria Informatica dell’ASP, Ente che da alcuni anni sta attuando, con l’ausilio di robot umanoidi, un’innovativa terapia sull’autismo che aiuta i bambini a migliorare l’interazione sociale e a favorirne l’identificazione evitando quindi spiacevoli casi di discriminazione.

Protagonisti indiscussi della tavola rotonda, moderata dal giornalista specializzato Giovanni Polito, le aziende che hanno portato un esempio di case history aziendale suscitando tanta curiosità soprattutto negli appassionati più giovani.

- Marco Lombardo per Behaviourlabs, azienda di robotica sociale applicata alla terapia dell´autismo si è presentato con NAO, simpatico robot umanoide
- Simone Massaro per RimlightStudios, software house ideatrice del videogioco ZHEROS che in poco più di 1 anno ha già distribuito 1,9 milioni di copie.
- Claudio Musumeci per Mash& co, start up dedicata allo sviluppo di app educative tramite cui i più piccoli imparano i valori della condivisione e del rispetto per la natura. I genitori hanno l’opportunità di essere parte integrante del processo d’esperienza del bambino e di seguirne i progressi.
- Luciano Leotta per A-Tono,ha raccontato l’attività di sviluppatore di prodotti e servizi digitali e digital branding.
- Filippo M. Vela per Sylphelabs, indie developer, ha mostrato i loro ultimi successi, il game Occultus - Cabala Mediterranea e FlareStar, action game per non vedenti.
- Giovanni Leon Dall’Ò per Shinesoundstracks, etichetta musicale indipendente, ha spiegato come anche nel mondo del videogame sono fondamentali i contributi artistici in questo caso di musicisti che ne realizzano le colonne sonore.

L’appuntamento, organizzato dalla èxpo di Barbara Mirabella, era una preview di Let’s play, il Festival che si preannuncia come il più grande electronic consumer show mai proposto nella capitale.

 

ALTRE NOTIZIE

Marsala: 23 novembre il mercato del baratto
Lo Spazio “Infanzia in gioco” Marsala, gestito dalla Cooperativa PEGA in collaborazione con il Comune di Marsala - p...
Leggi tutto
Paceco, nomina Energy Manager
È stato nominato l’Energy Manager del Comune di Paceco per il triennio 2019-2021, attraverso una procedura di selezione ad evidenza pubblica,...
Leggi tutto
Bilancio finale de Le Vie dei Tesori: 404 mila visite di cui 272 mila a Palermo, con un indice di gradimento del 91 per cento. Il 42 per cento viene in Sicilia apposta per il Festival
Diversi posti sold out ancor prima dell’inizio del festival, sono piaciute ...
Leggi tutto
Collaborazione socio-sanitaria con i Paesi del Mediterraneo: l ’Ars firma un’intesa con l’Ordine dei medici di Palermo
Palermo - Nasce un Osservatorio permanente, al fine di creare un dialogo interculturale con i Paesi dell’area del Me...
Leggi tutto
“Libriamoci con Giovanni Balsamo” -Lezione di lettura “ad alta voce”-
Partinico- Lezione di lettura “ad alta voce” a classi aperte al Danilo Dolci. Una lezione insolita quella a cui, ier...
Leggi tutto
Un minorenne siciliano su tre è in sovrappeso: giornata di studi a Palermo per discutere del record negativo italiano ed europeo della Sicilia
Più specialisti in Medicina dello Sport a Palermo per lavorare sulla prevenzione Il 32,5% dei minorenni residenti in Sicilia è in sov...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web