Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 07/09/2013 da Michele Caltagirone

Lettera del sindaco Vito Damiano all´on. Mimmo Fazio

Lettera
Il duello in singolar tenzone prosegue. L’un contro l’altro armati, il sindaco di Trapani Vito Damiano e l’ex primo cittadino Mimmo Fazio non si sono risparmiati colpi e fendenti. Nei giorni scorsi Fazio aveva commentato l’iniziativa partita dalla pagina Facebook di “Trapani Cambia” attraverso la quale era stata avviata una raccolta di firme per chiedere le dimissioni dell’attuale primo amministratore di Palazzo D’Alì. Diversa la forma, rispetto a quanto esposto da Trapani Cambia, uguale la sostanza. Per Fazio, “l’attuale sindaco deve andare a casa”.
Ha lasciato passare un paio di giorni Vito Damiano, prima di affondare con una nuova stoccata. È un colpo diretto, è una lettera che il primo cittadino ha inviato al suo predecessore. I toni sono molto duri. Questo il testo integrale della missiva:

“Sig. Fazio, lei dà sfogo alla sua ambiguità e opportunistica convenienza.
Oltre che ad una malcelata dubbia educazione nell´utilizzo di terminologia finalizzata all´offesa.
Se non avessi tanto rispetto per lei, che ritengo persona raffinata, educata e rispettosa degli altri, potrei analogamente esprimermi dicendo che le sue scarpe, così grosse, sanno di buzurro e di villano riuscito (rende maggiormente l´idea la traduzione siciliana).
Prima (due giorni or sono) dice che non ha alcuna intenzione di ricandidarsi a Sindaco; ora dice che è pronto a scendere in campo per "salvare la Patria"!
Come disse Totò: "Ma mi faccia il piacere!"
Lei sa bene che non ha mai voluto smettere di fare il Sindaco.
Quando, negandole ogni possibilità di accesso nella Giunta per non consentirle di ambire ad incarichi che le permettessero di "togliersi qualche sassolino dalle scarpe", le richiesi quella legittima collaborazione da consigliere, quale lei era stato eletto, in seno al consiglio comunale, e mi sentii rispondere, con atteggiamento non più assai garbato ma estremamente leale e collaborativo: "Allora io ti sarò contro!"
Che fosse un tipo accanitamente vendicativo lo avevo intuito e me ne aveva dato dimostrazione nei suoi rapporti con gli altri, ma mai avrei immaginato la cattiveria, l´astio, l´acredine e la rabbia che, ad onor del vero, ha più volte sin qui evidenziato. I
Sig. Fazio, le critiche ci possono anche stare.
La non condivisione di una scelta la posso anche capire.
La vanesia ostentazione del proprio, perfetto operato, senza errori, senza sbavature, senza l´adozione di alcun provvedimento scervellotico, cretino e stupido, la potrei anche ammettere e tollerare, ma non è oggettivamente condivisibile.
Ma come fa, sig. Fazio, a turlupinare la comunità trapanese che, lo voglia o no, io, e non lei, rappresento?
Ma con quale senso della responsabilità e dello Stato si permette di raccontare menzogne ovvero di alimentare e fomentare le proteste di taluno al solo scopo di denigrare e distruggere l´avversario politico?
Ha forse dimenticato di avere lasciato debiti e ben due sforamenti di patto di stabilità interno cui ho dovuto far fronte aumentando tasse e tariffe, riducendo al minimo gli interventi manutentivi sul territorio, tagliando tutto ciò che si poteva, e privando di fatto il Comune della capacità di spesa?
O forse ha anche dimenticato il suo proverbiale menefreghismo nei confronti degli altri: "Ora sono cavoli tuoi!" Questa la responsabile, garbata, istituzionale e sola frase che ha saputo dire il 24 maggio del 2012 lasciandomi la fascia tricolore e una situazione economico-finanziaria da far paura?
Ma con quale scellerato intento continua a gettare discredito su colui che non le ha fatto da sponda nei suoi disegni personali?
Ma come fa a non rendersi conto, accecato dall´odio, che il suo agire sta creando danni enormi alla collettività, facendole perdere fiducia nelle persone che rappresentano le Istituzioni?
Ma si rende conto o no che in nessun´altra realtà del territorio nazionale si assiste ad un tale pervicace atteggiamento di contrasto?
Lei ebbe a sperimentare sulla sua pelle l´efficacia della macchina del fango, ed ora, con sconsiderati e incoscienti comportamenti, la utilizza per dar sfogo alla sua vendetta personale.
Sig. Fazio, ritengo che lei abbia scientemente voluto, fortemente voluto.
Non ricordo chi di preciso ebbe a dirmi che a lei non sarebbe dispiaciuto che le condizioni complessive della Città fossero peggiorate per ritornare a proporsi come risolutore: io non lo credo, glielo dico con franchezza, perch´ sarebbe come attribuirle un´indole criminale e, ripeto, io non lo credo.
MI consenta, infine, una domanda: perch´ tanta fretta nello sfiduciare il Sindaco? Perch´ tanto attivismo nel costituire comitati "spontanei"? Perch´ si usano, con il conforto dell´informazione (o disinformazione) locale, solo espressioni negative contro l´Amministrazione e la sua attività?
Poco o nulla si dice delle iniziative assunte nel settore dell´edilizia, della cultura, dello sport, dei lavori pubblici ove si stanno realizzando le progettate opere, nonch´ quelle nel settore idrico di cui la mia Amministrazione, con pochi soldi, ha potuto migliorare l´approvvigionamento e l´erogazione, ovvero degli interventi parlamentari per la cancellazione della sanzione di 3 milioni e 61mila euro o del risanamento dell´Ente Luglio Musicale e di altre iniziative interne che lei, da buon amministratore, conosce bene.
Ben sapendo in quali difficoltà si trova l´Amministrazione per discutibili scelte politiche passate, perch´ non le si vuole dare il tempo necessario (5 anni di mandato è stato ritenuto dal legislatore un congruo termine) per risanare e rilanciare?
Teme, forse, lei, sig. Fazio, di poter ancora una volta essere smentito da fatti che, le assicuro, verranno?
Lei sa che lo sforzo maggiore e prioritario che la mia Amministrazione sta compiendo è il rientro nei parametri del patto di stabilità che potrà permettere di adottare misure e iniziative oggi, grazie alla sua lungimirante amministrazione, non consentite.
Perch´ ha tanta fretta di boicottare tale sforzo?
Anche un fermo oppositore, ma che guarda all´interesse collettivo, metterebbe da parte il "personale".
Non chiedo tregua, o accordi ad un tipo come lei: non è nel mio carattere. Io l´ho già cancellata!
Le chiedo di rinsavire.
Per il bene che voglio alla mia Città e ai miei concittadini”.

Senza stima.

Il Sindaco della Città di Trapani
Vito Damiano

Commenti
18/06/2017 - Non abbiamo elementi per giudicare penalmente fazio ,ci penserà la magistratura ma ne abbiamo tanti per giudicare il ruolo di sindaco . I diverbio personali ai cittadini trapanesi interessano poco,quello che noi guardiamo e chi lavora per la città , aldilà dei fatti personali Fazio e stato un grande sindaco ,presente,facile incontrarlo alle 6 di mattina a controllare la pulizia delle spiagge sono cose che i cittadini guardano , sul suo operato non riesco a vedere qualcosa che abbia la (Gianni)

 

ALTRE NOTIZIE

Insediata la nuova Giunta del Comune di Custonaci
Giuseppe Bica, il rieletto sindaco di Custonaci, alle elezioni amministrative dello scorso 10 giugno, ha nominato questa mattina gli assessori della s...
Leggi tutto
JAKUB PRZYGONSKI E TOM COLSOUL, MINI JOHN WORKS RALLY, CHIUDONO AL COMANDO LA PRIMA DURISSIMA TAPPA DELLA 25^ ITALIAN BAJA. LORENZO CODECA’, SUZUKI GRAND VITARA, PRIMO DEI PARTECIPANTI AL TRICOLORE
Il polacco ha preceduto le due FORD 150 Evo di Martin Prokop e di Miroslav Zapletal. Primo dei partecipanti al Cam...
Leggi tutto
2 Bronzi per gli azzurri Giochi del Mediterraneo
Pesi: Michael Di Giusto è terzo nello slancio nella 62 kg, Alessandra Pagliaro terza nello strappo nella 48...
Leggi tutto
Il primo compleanno di Memesuddu, fenomeno social del momento
Domani Memesuddu compie il primo anno. La pagina Facebook più irriverente della provincia di Trapani spegne l...
Leggi tutto
Città di Moncalieri - 30th European Music Competition
Concorso 30th European Music Competition Città di Moncalieri 
Limite di et&agr...
Leggi tutto
Manifesta 12 Palermo Il Giardino Planetario. Coltivare la Coesistenza
Manifesta 12 Palermo
Il Giardino Planetario. Coltivare la Coesistenza
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Antonino su ANAS - CONCORSO INTERNAZIONALE AL MERITO SOCIALE “ARTI E MESTIERI”:
Per me il premio se lo.meritaIo il dott mario liberto, giornalista, scrittore animatore musicista ecc un grande personaggio da tantiun siciliani


Roasario Mazarese su Calatafimi, don Campo festeggia 60 anni da prete:
Auguri Padre Campo francesco Di altri sessanta anni di ordinamento dal Parrocchiano Rosario lontano per necessità lavorative ( dia un saluto a mio Padre Giovanni se non impossibilitato ) il tempo inesorabbile trscorre


carlo su Governo riferisca in aula su crisi Riscossione Sicilia:
Salve,guarda caso L´On.Cracolici si accorge proprio adesso della situazione di Riscossione Sicilia e non durante il precedente governo regionale quando era assessore regionale.Forse no ricorda quando una nostra delegazione lo ha incontrato prospettandogli la situazione in cui versava la società.Io al suo posto mi vergognerei.


GERARD su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
offrono prestiti tra particolare Avete bisogno di un prestito?   Rufus la banca per voi Un prestito, noi siamo qui per aiutarvi finanziariamente, Per il vostro prestito immediato qualsiasi importo In qualsiasi destinazione. La vostra felicità è la nostra priorità. Tutto quello che dovete fare ora è quello di entrare in contatto Scrivici (gerardrafinon@gmail.com) WHATSAPP : +33756897323


GIUSEPPE MIGNACCA su AIC Sicilia, Giuseppina Costa e gli sviluppi che avrà sulla popolazione celiaca siciliana il “decreto Razza”:
Spero i medici di base saranno informati di questo protocolo, io ho dovuto pagare per un follow.up richiestomi dalla asl dopo il controllo annuale.


Angelo Carollo su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
Ricordatevi che se vi promettono il ponte fate attenzione che sotto ci sia il fiume altrimenti avranno la scusa facile per giustificare la promessa non mantenuta


Angelo Carollo su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
D´accordo con la Signora Monica. Invece Signora Mariarosa tutti faranno di tutto per mantenere lo scalo ma chi ha facoltà decisionale in quello non è di certo il comune di Trapani. Siamo di fronte ad una politica regionale che mira ad accrescere i grossi centri. Di certo nessuno mollerà la questione ma chi le prometterà l´aeroporto stia tranquilla che non ha i poteri per mantenere la promessa.


MR WILLIAMS su IPAB: UGL “IERI SIT-IN, SIAMO CON I LAVORATORI ”:
Enviar esta empresa legítima por correo electrónico; willianloanfirm6@gmail.com, whatsapp +1(214)305-8945, para un pr´stamo real. Recibí mi pr´stamo de ellos despu´s de leer acerca de sus ofertas de pr´stamos aquí en Facebook y mis deudas están completamente resueltas ahora


Mirko Rimessi su L’A.S.D. Polisportiva Saline Trapanesi alla 2^ Placentia Roller Half Marathon:
Ciao, la foto usata è di libero utilizzo (è nostra come organizzatori della gara di Ferrara) vi chiedo però di inserire l’autore Isabella Gandolfi.


Mariarosa su Per far ripartire Trapani non servono sogni, investimenti mastodontici ma serve avere una strategia:
Sono una docente di un liceo di Bergamo e trovo che non fare di tutto per mantenere lo scalo di Birgi sia un vero e proprio scandalo che danneggerebbe il sistema turistico ed artistico di tutto il paese.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web