Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Salute il 16/04/2016 da REDAZIONE REGIONALE

CATANIA - CONVEGNO GRANI ANTICHI SICILIANI RISCUOTE SUCCESSO

CATANIA
“Grani antichi siciliani: ambiente e salute”, successo per il convegno catanese

CATANIA – Si è svolto in una sala gremita di pubblico al Palazzo della Cultura di Catania,
ieri 15 aprile, il convegno “Grani antichi siciliani: ambiente e salute”. Organizzato da
A.D.A.S. Associazione per la Difesa dell´Ambiente e della Salute Onlus, con il patrocinio
della Regione Sicilia e del Comune di Catania, l´evento ha portato al centro dell´attenzione i
temi della salute, del cibo, dell´ambiente e una straordinaria risorsa isolana da riscoprire: i
grani antichi siciliani.
A moderare l´evento è stata la presidente e fondatrice di A.D.A.S. Onlus, Marisa Falcone, che a
fine serata ha espresso una “sentita soddisfazione per l´ampia e costruttiva partecipazione, per un
evento che ha messo al centro la salute, la tradizione e l´ambiente. L´Associazione, attiva in tutta
Italia, con questo evento ha dato il via al progetto informativo ´Buon cibo buona salute´ sulla
corretta alimentazione basata sul consumo di cibi rigorosamente bio. Auspichiamo un tavolo
tecnico regionale e ministeriale multidisciplinare e puntiamo alla collaborazione con le istituzioni e il
mondo della scuola per veicolare questi importanti messaggi e mettere in piedi percorsi condivisi.
Mi piace ricordare, soprattutto, che questo convegno ha soltanto aperto un dibattito ed un dialogo
proficui che non si concluderanno certamente oggi ma daranno spazio a sviluppi futuri e iniziative
importanti su vari fronti”.
Ricco il parterre di relatori, provenienti dal mondo accademico, scientifico, istituzionale e
associazionistico. Dopo i saluti istituzionali dell´assessore all´Armonia sociale e al welfare del
Comune di Catania, Angelo Villari e quelli di Paolo Cantaro, direttore generale dell´ A.U.
Policlinico - Vittorio Emanuele ha preso avvio il corpus dei lavori.
Gianfranco Venora (Stazione Consorziale Sperimentale di Granicoltura per la Sicilia
Caltagirone) ha introdotto il tema de “I frumenti siciliani”, grazie ad un ampio patrimonio di
studi e pubblicazioni che ha attinto dallo straordinario lavoro della Stazione: “I frumenti antichi
siciliani sono stati conservati consentendo di preservare la nostra biodiversità, grazie ad un´opera
incessante di catalogazione. Abbiamo arricchito costantemente i lavori, e questo ci ha anche
permesso di studiare tutte le varietà con un catalogo di oltre 250 grani e 50 leguminose siciliane.
Bisogna conservare i semi per disporre di una base per progetti futuri di sistemi agricoli sostenibili.
Oggi dobbiamo puntare alla diversificazione dei prodotti locali e alla riscoperta di quei sapori, degli
aromi, dei profumi originali e delle proprietà benefiche dei nostri frumenti”.
Antonio Milici, medico neurologo e neuropsichiatra, nella sua relazione su “Epigenetica e
grani antichi” ha puntato l´attenzione sul fattore salute: “C´è un legame strettissimo tra malattie
del sistema nervoso e alimentazione. Questo incontro, centrato sulla salute, verte su un argomento
molto attuale e l´epigenetica, che studia le mutazioni genetiche e la trasmissione di caratteri
ereditari non attribuibili direttamente alla sequenza del DNA, trova in questo campo una notevole
applicazione. I nostri grani antichi portano benessere, sono ricchi di antiinfiammatori e
antiossidanti, ed è ormai assodato che le infiammazioni sono alla base di molte malattie
psichiatriche e neurologiche. Ricordo a tutti che il nostro sistema immunitario si trova
principalmente nell´intestino. Il glutine è un veleno per noi, causa infiammazioni, sensibilità e
celiachia. Per questo dobbiamo riscoprire il nostro patrimonio di grani antichi, sani e benefici”.
Giuseppe Li Rosi (Presidente “Simenza cumpagnia siciliana sementi contadine”), da molti
definito “il poeta del grano”, ha affrontato il tema “La nostra ´Simenza´, Storia e ricchezza”:
“L´Associazione Simenza è composta da agricoltori siciliani che vogliono studiare la bio-diversitá,
tramite l´incontro e l´evoluzione e sfruttarla per una svolta decisiva nella nostra magnifica cultura della Terra. C´è uno spirito di connessione tra noi ed essa, l´Uomo partecipa alla creazione. E´
sempre più impellente la necessità di dire ´no´ ai grani modificati in favore di quelli antichi siciliani.
Dobbiamo scegliere di mangiare prodotti sani. Parlate con i contadini, venite in campagna,
spostiamo assieme le ´balle´ che ci sono state raccontate fino ad oggi sull´agricoltura”.
Dopo le relazioni si sono susseguiti gli interventi programmati a cura di Alfio Furnari
(presidente AIAB) che ha sviluppato il focus su “Buona terra buon cibo buona salute.
L´agricoltura biologica sostenibile per la salute globale”, di Ambrogio Vario (Vice-Presidente
Slow Food Sicilia) che ha parlato di “Tracciabilità partecipata nella filiera dei grani antichi”, di
Franco Vescera (Coordinatore Expo Granicoltura, Grani Antichi e Panificazione) su
“Tradizione, Valorizzazione, Innovazione: I grani di Sicilia sul palcoscenico dell´Expo di
Milano” e di Salvatore Cacciola (Presidente de “La Rete delle Fattorie Sociali” Regione
Sicilia) sul tema de “Il cibo sano, buono e siciliano: le esperienze di educazione alimentare
nelle fattorie sociali”.
Le conclusioni sono state affidate a Paolo Guarnaccia, agronomo e docente di Agricoltura
Biologica alla facoltà di Agraria.
Da questi contributi è emersa l´esigenza di sviluppare percorsi strutturati di agricoltura bio, di
qualificare l´offerta per i consumatori, portare nelle scuole percorsi di educazione alimentare e cibi
bio nelle mense, combattere le mistificazioni culturali e le contraffazione dei prodotti per una spinta
decisa verso la riappropriazione di un patrimonio inestimabile siciliano di grani e prodotti buoni,
salutari e dalla filiera controllata.
Spazio, infine, ad un vivace dibattito con il pubblico e alla degustazione di prodotti siciliani bio a
base di grani antichi accompagnati da olio extravergine, spremute di agrumi e vini.

 

ALTRE NOTIZIE

Inserimento nel mondo del lavoro con ANAS attraverso tirocinii con progetto FYT
Come è noto le attività della RETE ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) non si sono fermate...
Leggi tutto
Inserimento nel mondo del lavoro con ANAS attraverso tirocinii con progetto FYT
Come è noto le attività della RETE ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) non si sono fermate durante la chiusura, anzi durante...
Leggi tutto
TRAPANI. I CARABINIERI EFFETTUANO UN SERVIZIO DI CONTROLLO STRAORDINARIO DEL TERRITORIO SU TRAPANI E FAVIGNANA
I Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno condotto uno servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato alla verifica del rispetto...
Leggi tutto
Movida poco controllabile nei fine settimana L’amministrazione chiede l’intervento del prefetto
Divieto di vendere bevande alcoliche da asporto in contenitori di vetro dalle ore 23. Servizio ai tavoli fino alle 2 Per i cittadini dalle ore 22 all...
Leggi tutto
Commemorato, a Viagrande, il past governor del Rotary Antonio Mauri Alfio Di Costa: La sua statura morale, l’autonomia e l’indipendenza, il senso dell’equilibrio sono la sua eredità e il suo insegnamento etico
Cerimonia commemorativa, questa mattina a Viagrande, per il compianto past governor del Rotary International del Distretto 2110, Antonio Mauri, recent...
Leggi tutto
“CITTÀ CHE LEGGE”. MARSALA OTTIENE IL RICONOSCIMENTO NAZIONALE
Tre giorni fa la sottoscrizione del “Patto per la Lettura”. Oggi l’attribuzione della qualifica “Citt&agra...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web