Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Salute il 02/03/2016 da REDAZIONE REGIONALE

SMMS - SABATO 5 MARZO 2016 PROSEGUE IL PROGETTO SCUOLA E SALUTE NELLE GIOVANI GENERAZIONI A TRAPANI

SMMS
La Società Mediterranea di Medicina dello Sport con il patrocinio della delegazione provinciale del C.O.N.I. di Trapani già dall’anno scolastico 2013/2014, con rivalutazione nell’anno accademico 2014/2015, ha proposto il progetto “Scuola in Salute” rivolto alle giovani generazioni di Trapani coinvolgendo tre Istituti dell’hinterland provinciale: Istituto comprensivo “Nunzio Nasi”, Istituto “Giovanni Falcone” e Istituto comprensivo “Eugenio Pertini” di Trapani e sottoponendo a valutazione clinica 100 Alunni. Da quest’anno è stato anche inserito nel progetto l’Istituto comprensivo “Colloidi Sturzo” arruolando tutta la popolazione scolastica delle prime della Scuola primaria (44 Alunni) del territorio di Rilievo, Guarrato e Marausa.
L’appuntamento per le visite di valutazione clinica degli Studenti inseriti nel progetto è fissato il prossimo sabato 5 marzo 2016 presso la sede provinciale del Centro di Medicina dello Sport di Trapani in via Sen. Simone Gatto 11.
Il progetto prevede l’arruolamento di Studenti della 1° classe della Scuola Primaria (età di 5-6 anni) all’inizio dell’iter formativo scolastico, acquisendone parametri staturo-ponderali e condizioni cliniche (attraverso lo studio cardiovascolare, respiratorio, osteoarticolare, posturale ed
odontostomatologico) per evidenziare eventuali problematiche cliniche e seguirne negli anni lo sviluppo fisico e psichico, indirizzando le loro scelte nello stile di vita e nella pratica ginnico-sportiva, seguendone inclinazioni e preferenze. I ragazzi saranno rivalutati e sottoposti a controlli clinici a frequenza annuale fino al completamento della Scuola Secondaria di primo grado (14 anni) al fine di seguire nella crescita il regolare sviluppo ed intervenire nel caso di riscontro di eventuali atteggiamenti parafisiologici e/o patologici con la collaborazione di Medici specialisti della S.M.M.S.
Il progetto “Scuola in Salute” sarà coordinato dal Prof. Francesco Paolo Sieli, presidente della S.M.M.S. e realizzato con la collaborazione di Medici Specialisti: Roberto Mollica, Francesco Paolo Masnata, Francesco Saluto e Giacomo Giacalone per la Medicina Sportiva, Rosario Sardina per l’Ortopedia, Caterina Reina e Vincenzo Novara per la Cardiologia, Giuseppe Di Marco per la Pneumologia, Marco Ellena per la Odontostomatologia.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) da diversi anni evidenza la necessità di salvaguardare la salute delle giovani generazioni con azioni mirate, in particolare, a combattere la sedentarietà e le scorrette abitudini alimentari. L’OMS pone la carenza di attività fisica tra le principali cause di una serie di patologie che, principalmente nei paesi più industrializzati, caratterizzano le problematiche della salute dell’uomo moderno. Coerentemente con tali allarmi ha avviato progetti di sensibilizzazione a livello internazionale per combattere l’aumento esponenziale
del sovrappeso e dell’obesità e le alte percentuali di mortalità per malattie derivanti dagli stili di vita
scorretti, tra tutte le patologie cardiovascolari.
Il movimento e l´attività fisica costituiscono una esigenza biologica fondamentale per l´uomo, in quanto rappresentano uno dei mezzi più validi sia per favorire sviluppo armonico e ottimale dell´organismo, sia per conservarlo efficiente, limitando anche processi regressivi che subentrano nella seconda metà della vita.
Il corpo umano può essere equiparato a un sistema dinamico che si rimodella continuamente in relazione all´attività, all´esercizio, all´addestramento. Da questi presupposti discende il concetto di ´Medicina dello Sport´ come interpretazione fisiologica umana applicata all´attività muscolare non lavorativa, basata sull´indagine relativa all´accertamento dell´idoneità sportiva e ai comportamenti dell´organismo nelle situazioni indotte dall´attività motoria e sportiva, sulla valutazione delle modificazioni e dei limiti di ogni soggetto in termini fisiologici, sui risvolti igienici ed ambientali, sulle eventuali implicazioni patologiche e gli impegni terapeutici e riabilitativi fino al completo recupero funzionale delle capacità atletiche. Le finalità della Medicina dello Sport sono quindi nell´ambito delle possibilità di ogni soggetto, in relazione alle sue capacità naturali e allo sport praticato. Dunque, la Medicina dello Sport, per il suo scopo di proteggere i praticanti rappresenta un aiuto affinché il soggetto sia consigliato nella scelta e tutelato nella pratica sportiva.
L’evidenza del ruolo fondamentale che la Scuola può assumere per promuovere l’attività fisica (variamente intesa: dal movimento quotidiano alla pratica motoria e sportiva) nel contesto degli stili di vita salutari è indubbia, così come l’importanza del ruolo che l’Educazione Fisica, oggi Scienze Motorie, deve giocare nel percorso che accompagna la crescita della persona. Nulla di nuovo per quanti, da sempre e con la consapevolezza della centralità dell’azione formativa della scuola, hanno nel tempo sostenuto tale ruolo e tali finalità: solo la scuola può privilegiare un approccio fortemente educativo, rivolto a tutti, finalizzato a fornire conoscenze e favorire esperienze indispensabili per l’acquisizione di stili di vita orientati alla salute e al benessere.
Da quanto premesso la diretta collaborazione tra Medicina dello Sport e mondo della Scuola è un passaggio obbligato per intervenire sui nostri giovani al fine di farli crescere secondo l’antico “Mens sana in corpore sano”, e la scommessa per il futuro è quella di avere nella Società individui con un migliore stato di salute ed un alto livello di qualità della vita, scevro da patologie invalidanti.
Il mancato controllo clinico sui nostri giovani per una ridotta attenzione svolta dalla Medicina Scolastica, per il venir meno della visita militare obbligatoria nella popolazione maschile e per il sempre più posticipato controllo in occasione della gravidanza nella popolazione femminile ha lasciato alla Medicina Sportiva l’unica espressione preventiva in campo sanitario, per la obbligatorietà della visita di idoneità medico-sportiva in ambito agonistico che in media avviene intorno ai 12 anni.
Il progetto sopraesposto vuole anticipare il contatto della Medicina Sportiva con i nostri giovani per avere la possibilità di iniziare quanto prima una sana e corretta educazione alla salute ed
indirizzarli verso una pratica fisica salutare.


 

ALTRE NOTIZIE

Zammataro (#diventerà bellissima): vendita del boschetto della plaia è uno scippo in danno della nostra comunità che deve essere fermato!
La notizia della messa in vendita da parte dell’Agenzia del Demanio di una vasta zona del boschetto della Playa &egr...
Leggi tutto
Il fiorentino Simone Faggioli conquista la 61a
Giovanni Pellegrino (Aci Trapani): «Siamo soddisfatti e felici che tutto è andato per il meglio»
La Sicilia riscopre Le Vie dei Tesori: il primo weekend ha registrato 18 mila presenze nei 170 siti delle 10 città
Il siracusano Castello Maniace supera i mille visitatori
Leggi tutto
Marsala Volley: 1^Coppa Nigithor: la Sigel si classifica al primo posto
Prima apparizione in amichevole per le azzurre di Collavini affrontando in serie la Seap Dalli Cardillo Aragona e P...
Leggi tutto
Al Sud scalpita il Movimento dei Sudisti, mentre Berlusconi abbraccia il figliol prodigo Salvini di Biagio Maimone
Silvio Berlusconi, come il padre della parabola del figliol prodigo, ha riabbracciato il figlio fuggito dalla casa paterna, ossia Matteo Salvini, il q...
Leggi tutto
Arresto in flagranza di reato per furto dalla Polizia di Marsala
Nel corso della serata del 10 settembre u.s., la Polizia di Stato di Marsala ha tratto in arresto Andrea Sorrentino, classe 1977, in flagranza del rea...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web