Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Sport il 26/06/2015 da REDAZIONE REGIONALE

LA VERNASCA SILVER FLAG È BEST OF ITALY

LA
il 20 e 21 giugno 210 vetture hanno rievocato la celebre cronoscalata

All’inizio era un incontro tra pochi amici, oggi è una tra le più importanti manifestazioni per auto d’epoca in Europa. La Vernasca Silver Flag - rievocazione della cronoscalata automobilistica che, dal 1953 al 1972, vide i migliori piloti sfidarsi sui tornanti che da Castell’Arquato salgono a Vernasca - compie vent’anni, fatti di entusiasmo, di grandi vetture e di tanti appassionati che hanno condiviso con il CPAE Club Piacentino Automotoveicoli d’Epoca l’idea di questa festa motoristica singolare ed affascinante.
L’anniversario è stato festeggiato il 20 e 21 giugno con una edizione dedicata, anche in considerazione della concomitanza con EXPO 2015, a “Best of Italy”, per celebrare una storia industriale espressione di capacità progettuali ed abilità alto artigianali invidiate in tutto il mondo, testimonianza di un patrimonio culturale che lega indissolubilmente passato, presente futuro.
La formula dell’evento è semplice: 3 salite su strada chiusa, due il sabato ed una la domenica. Le auto, il tracciato e qualche pilota sono, più o meno, gli stessi di allora. Allo start si presentano in 210, con una folta rappresentanza straniera. Nell´elenco degli iscritti tante vetture da sogno. Come la Lancia Stratos Alitalia, ancora una volta nelle mani di Sandro Munari: insieme danzano tra le curve come fecero al rally di Monte-Carlo nel 1976. Ed ancora la Maserati Tipo 60/61 Birdcage Streamliner ex scuderia Camoradi guidata tra gli altri da Carroll Shelby, Nino Vaccarella e Masten Gregory, la Lancia LC1 che disputò il campionato mondiale Sport Prototipi nel 1982 e, direttamente dal Museo della Casa, la Matra 630, potente ed aerodinamica per sfidare i lunghi rettilinei di Le Mans, guidata da Henri Pescarolo. Fiat Chrysler Automobiles rinnova una sfida epica dei rally schierando la Fiat 124 Abarth Gr.4 del 1975 e la Lancia Fulvia Coupé HF 1.6 che sbancò Monte Carlo nel 1972. Alessia Ragazzoni siede alla guida della Tecno Formula 2 che accompagnò i primi successi internazionali del padre Clay, Annelise Abarth segue le auto dello scorpione con trepida emozione.
Ci sono le Alfa Romeo, ancora velocissime: la 750 barchetta ambasciatrice del Museo pochi giorni prima dell’apertura, la 3000 CM, la 33/2, le TZ e le GTA. Accendono l´aria di entusiasmo e di vapori di olio ricinato le poderose Ferrari, monoposto e sport, le Maserati, rivali di sempre in pista e sulla strada, le Lancia ricche di gloria in circuito e nei rally, le Abarth che nelle cronoscalate costruirono buona parte del loro mito. E ancora Osca, Stanguellini, Bizzarrini, Moretti, Volpini, l’unico esemplare di Serenissima Jet competizione e tante altre, ognuna testimonianza eloquente del genio italiano.
Quella che è stata la ribalta dei campioni è oggi un concorso dinamico unico al mondo, un festival dell’eleganza a motore dove le regine della velocità, per un due giorni, lasciano garage e musei per sfidare il vento e l’asfalto.
Affrontano i quasi 9 kilometri del percorso con andatura allegra ma senza correre troppo: alla fine le classifiche sono stilate solo in base alla rarità, alla storia sportiva ed all’originalità delle auto. La giuria, composta da giornalisti, storici dell’automobile e rappresentanti dell’ASI premia soprattutto la Maserati, che si aggiudica due “Best of show”. Tra le vetture anteguerra la regina è la monoposto 6/4 CM del 1936, uno dei primi esemplari costruiti, oggi nella collezione di Federico Buratti. Tra le auto post ’45, invece, successo indiscusso per la Tipo 60/61 Birdcage Streamliner di Andreas Mohringer. Il trofeo “Best of Italy” premia la Lancia LC1 di Stefano Macaluso, mentre l’eleganza della Maserati A6GCS Pininfarina di Franco Lombardi conquista le preferenze di spettatori e concorrenti aggiudicandosi il trofeo COYS “Spirtit of Motoring”. Il trofeo Tag Heuer, un prezioso cronografo della collezione Monaco, è assegnato una icona di stile: la Fiat 1500 con carrozzeria Touring Superleggera di Daniele Turrisi. Ed ancora tanti riconoscimenti per le diverse categorie, per le diverse marche, per il restauro o la conservazione e così via.
I premi sono soprattutto occasione per rileggere una dettagliata enciclopedia di automobilismo sportivo, rendendo esplicito il carattere eminentemente culturale della manifestazione. Ma ancor più importante è sottolineare come questo patrimonio tecnico e di conoscenza sia offerto all’attenzione ed alla considerazione del pubblico nella maniera più naturale e diretta possibile. Nel paddock o nel parco chiuso ognuno può avvicinare le auto più preziose e rare, conversare con proprietari e piloti, scattare foto a pochi centimetri di distanza, spesso infilare i bambini negli abitacoli. Poi, quando i motori si accendono invitano - come scrive Alessandro Baricco nel romanzo “Questa storia” - a “vedere il sogno, la velocità, il miracolo…”., a vivere emozioni altrimenti impossibili se non alla Silver Flag.

CLUB PIACENTINO AUTOMOTOVEICOLI D’EPOCA

 

ALTRE NOTIZIE

Scuola, giudizi descrittivi al posto dei voti numerici alla primaria. Illustrata ai sindacati l’Ordinanza con le novità
Scuola, giudizi descrittivi al posto dei voti numerici alla primaria
Covid: Turano, su internazionalizzazione servirà cambio di strategia
L’assessore alle Attività produttive: domani comitato di sorveglianza po-fesr su problemi azion...
Leggi tutto
Chiarezza sullo sversamento di gasolio a Favignana, la società elettrica ribadisce: “Nessuna inerzia, abbiamo fatto persino più di quanto richiesto dalla legge”
“La SEA, Società Elettrica di Favignana, non è mai stata inerte di fronte all’accaduto, in nessuna occ...
Leggi tutto
L’appello di Biagio Conte: Halloween trasmette violenza, orrore e danneggia i bambini
“Mi è dovere fare un appello a tutta la società affinché possa fare una riflessione per compren...
Leggi tutto
Riflessioni geopolitiche del Generale Bartolomeu Constantin Savoiu
Il generale Bartolomeu Constantin Savoiu, generale delle riserve delle forze di terra rumene (nonché capo della Gran Loggia nazionale rumena a...
Leggi tutto
Decreto si sequestro urgente emesso dal Tribunale di Trapani riferibili a tre soggetti
Nelle giornate scorse, Agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Divisione Anticrimine della Questura di Trapani e Finanzieri del Nucleo di ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web