Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 17/03/2015 da REDAZIONE REGIONALE

Ravenna - Lega Nazionale per la Difesa del Cane: il Consiglio di Stato condanna a morte 67 daini.

Ravenna
Lega Nazionale per la Difesa del Cane ha appreso con incredulità e disappunto della decisione del Consiglio di Stato di rigettare l´istanza del coordinamento ´´Viva i daini vivi della Pineta di Classe´´, autorizzando così la Provincia di Ravenna a procedere nello sterminio ingiustificato dei poveri animali.

Il coordinamento, composto dall´Associazione Vittime della Caccia, Earth, Animal Liberation e C.L.A.M.A, aveva ottenuto in un primo tempo dallo stesso Consiglio di Stato una sospensiva del provvedimento che apriva speranze sulla sopravvivenza di questi animali. Purtroppo, successivamente, lo stesso Consiglio di Stato ha invece deliberato in favore delle doppiette ignorando la possibilità di applicare misure alternative ecologiche, peraltro previste per legge.

La vicenda è iniziata nel novembre dello scorso anno quando la Provincia di Ravenna ha approvato una delibera nella quale veniva programmato l’abbattimento di 67 daini (53 maschi e 14 femmine) sconfinati nelle aree agricole fuori dalla pineta protetta, adducendo come pretesto i presunti danni all´agricoltura, in media di 6mila euro l´anno, secondo quanto affermato dalla Provincia. Una motivazione risibile oltre che tutta da accertare e soprattutto spropositata per risolvere un problema economico modesto.
Del resto lo stesso ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ammette di aver sempre valutato piani di abbattimento e mai altre soluzioni, tipo recinzioni o protezioni, prima di arrivare a una conclusione cruenta.

Sono stati estratti a sorte 63 su 100 selecontrollori, ovvero cacciatori privati, non dipendenti della provincia), i quali hanno il compito di eliminare un daino a testa. A nulla sono serviti le migliaia di email di protesta pervenute agli enti preposti e gli appelli delle associazioni, persino alla proposta di una facoltosa signora tedesca che si sarebbe fatta carico di tutti i daini è stato risposto che la legge non prevede soluzioni alternative a quelle dell´abbattimento.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane non condivide le parole del presidente della Provincia Claudio Casadio, il quale nega favoritismi nei confronti del mondo venatorio e asserisce che i selecontrollori vengono utilizzati per far rispettare la legge e favorire l´equilibrio ambientale.

Considerando il crescendo di gesti aggressivi da parte di questi ultimi nei confronti di privati cittadini e animalisti arrivati sul posto per manifestare pacificamente e che sono stati minacciati, insultati e a volte picchiati, risulta difficile dare credibilità alle parole di Casadio, in quanto i suoi selecontrollori stanno decisamente offrendo un´immagine ben distante dal senso di civiltà.

Recente fra l´altro l´episodio nel quale un attivista contrario alla strage imposta dalla Provincia, si è ritrovato sul cofano dell´auto una testa di daino, avvertimento decisamente più consono a una organizzazione mafiosa. Peraltro gli arroganti incaricati all’abbattimento hanno assunto atteggiamenti ridicoli visto che, impauriti dai fischietti degli animalisti, pretendono di farsi scortare dalle forze dell´ordine fino al luogo stabilito per la “dilettevole” uccisione dei daini.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane giudica inaccettabile la decisione maturata in sede di Consiglio di Stato, incurante di una molteplicità di fattori che, a quanto pare, non sono stati valutati con obiettività, favorendo palesemente le pressanti brame venatorie con il pretesto di presunti danni alle colture da parte dei poveri daini, ormai definitivamente condannati a morte. Senza appello.

Michele Di Leva Responsabile Caccia e Fauna selvatica LNDC

17 marzo 2015

Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Ufficio Stampa

 

ALTRE NOTIZIE

Ciclo rifiuti in Antimafia. Schillaci e De Luca (M5S): “Non occorre un nuovo ddl sui rifiuti. Si riparta dalla legge 9 razionalizzando gli Ato”
“La gestione del ciclo dei rifiuti in Sicilia abbandoni la logica dell’emergenza. Il governo regionale anziché perder tempo nel rifare un ddl e...
Leggi tutto
ANMIL Trapani rinnovate le cariche per prossimo quinquennio
Il 18 gennaio 2020 sono state rinnovate per i prossimi cinque anni le cariche ANMIL territoriali ( Associazione Nazionale fra lavoratori mutilati e in...
Leggi tutto
Marsala: pubblica illuminazione, finalmente disponibili oltre 4 milioni di euro
Presentato nel 2018 e ammesso a finanziamento lo scorso Agosto, è stato definitivamente notificato - dopo la registrazione alla Corte dei Conti...
Leggi tutto
Marsala: pubblica illuminazione, finalmente disponibili oltre 4 milioni di euro
Presentato nel 2018 e ammesso a finanziamento lo scorso Agosto, è stato definitivamente notificato - dopo la registrazione alla Corte dei Conti...
Leggi tutto
Al parlamento europeo una conferenza e la fanfara dei carabinieri per ricordare il giudice Rocco Chinnici nel 95°anniversario della sua nascita
Una conferenza sulla lotta al crimine e un concerto in uniforme per celebrare al Parlamento Europeo, a Bruxelles, il 95° anniversario della nascita di...
Leggi tutto
M5S all´Ars: “Beni culturali senza assessore da quasi un anno. Musumeci si dia una mossa, risponda ai siciliani, non ai suoi partiti”
“Quasi un anno è trascorso e la Sicilia è rimasta priva di un assessore regionale ai Beni culturali. Un vuoto che evidentemente il presi...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web