Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 23/09/2020 da Rossana Battaglia

Navarra Editore a Una marina di libri

Navarra
“Chianchieri”di Giankarim De Caro
“La Scuola incantata dei bimbi in vestaglia” di Eleonora Iannelli
"Quando Palermo sognò di essere Woodstock" di Sergio Buonadonna
Presentazioni in anteprima e firmacopie dal 24 al 27 settembre 2020


All’interno dell’undicesima edizione di Una marina di libri, Navarra Editore – co-promotore del festival – propone due presentazioni in anteprima assoluta
- giovedì 24 settembre alle 20:00 sul palco centrale del festival, “Chianchieri”, terzo romanzo di Giankarim De Caro con la partecipazione dell’autore, Milena Gentile e Elvira Terranova
- domenica 27 settembre alle 11:00 allo spazio Oltre le ninfee, “La scuola incanta dei bimbi in vestaglia”, nuovo lavoro della giornalista Eleonora Iannelli che lo presenterà insieme alla psicologa Gaja Spinella e agli studenti de Don Bosco Ranchibile, co-autori del testo.
Inoltre, venerdì 25 settembre dalle ore 18:00 alle 20:00 allo stand Navarra Editore (n.26) il firmacopie col noto giornalista Sergio Buonadonna, autore dell’amatissimo “Quando Palermo sognò di essere Woodstock”, che dialogherà con i suoi lettori e dedicherà le copie del libro.

Dopo “Malavita”, straordinario testo di esordio che si è aggiudicato il Premio Mimì Marchese 2019 Opera prima e ha avuto grande successo di pubblico con quattromila copie vendute in pochi mesi, e la riconferma col secondo apprezzato libro “Fiori mai nati”, il palermitano Giankarim De Caro torna ora in libreria con un nuovo intenso romanzo storico dall’evocativo titolo: “Chianchieri”. Il libro narra la storia di Cola e Totò, gemelli nati alle porte di Palermo a metà Ottocento da una famiglia di macellai, e di una giovane donna, Oliva, ennesima vittima di violenza e di soprusi. Le loro vite, avventurose e rocambolesche, si intrecciano con la Storia dell´Unità d´Italia e il sogno della libertà. Chianchieri, antico nome per i macellai, è un romanzo corale, voce di più generazioni di siciliani, che ebbero davvero un destino simile alle bestie destinate al macello, pedine nelle mani dei poteri più forti, responsabili di vecchi e nuovi equilibri tra la nuova Italia unita e l’Europa.

La Scuola incantata dei bimbi in vestaglia” di Eleonora Iannelli, nasce invece da un laboratorio di scrittura creativa condotto dall’autrice, giornalista e insegnante, con i suoi alunni del Don Bosco Ranchibile nell’aula virtuale della DAD nel famigerato periodo di quarantena per il covid-19. Ѐ la storia di una bambina, Alice, che all’improvviso con la sua famiglia, finisce in un incubo più grande di lei:a seguito di un incidente stradale, il padre finisce in coma per un lungo periodo e la protagonista scopre così l’esistenza del dolore ma anche la forza degli affetti familiari, della solidarietà, dell’amicizia, della speranza. Il testo è corredato di vivaci disegni e testimonianze degli alunni della scuola media dell’Istituto “Don Bosco Ranchibile” di Palermo. Un libro che è anche un progetto “terapeutico” anti-mostro per affrontare, con i bambini e gli adolescenti, i temi della paura, della malattia, della morte; aiutarli a elaborare il periodo difficile vissuto durante l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus, le restrizioni, la quarantena e la didattica a distanza.

Infine, Sergio Buonadonna, ai tempi giovanissimo cronista e critico musicale del giornale L´Ora, racconta in "Quando Palermo sognò di essere Woodstock", con il ritmo incalzante di un romanzo, i quattro giorni più pazzi che Palermo abbia mai vissuto: dal 16 al 19 luglio 1970 Palermo Pop 70, il festival promosso dall’italo-americano Joe Napoli portò Palermo sotto riflettori nazionali riunendo in città i nomi più significativi della scena musicale mondiale: da Duke Ellington ad Aretha Franklin, da Johnny Halliday ad Arthur Brown, che si spogliò e fu arrestato da Boris Giuliano e che in un´intervista esclusiva rivela il segreto di quello striptease. Grandi pagine sui Colosseum e i Black Sabbath e gli italiani da Fausto Leali ai Ricchi e poveri, da Bobby Solo a Giuni Russo fino al miracolo palermitano: il Clan Free.


L’autore: Giankarim De Caro nasce nel 1971 a Palermo dove tutt´ora lavora e vive con la moglie e le figlie. Ha
frequentato studi tecnici continuando a coltivare la lettura di autori italiani e stranieri e la sua passione per i viaggi
che lo portano a essere un buon conoscitore dell´Asia. Appassionato amante della sua terra e della storia della sua
Palermo, decide di intraprendere l´avventura di narratore. Per Navarra Editore ha pubblicato i romanzi “Malavita” e
"Fiori mai nati". 

 

ALTRE NOTIZIE

"Mieloma Ti Sfido": torna in Sicilia la campagna contro la malattia con testimonial Aldo Montano
In piazza Università a Catania l´installazione ideata da AIL e dall´associa...
Leggi tutto
Covid: Turano, serve affrontare situazione con responsabilità
L´assessore alle Attività produttive: "Dpcm ci mette in difficoltà, tenere conto esigenze territori...
Leggi tutto
48° Anniversario dell´omicidio di Giovanni Spampinato
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani in occasione del 48° anniversario dell’...
Leggi tutto
Asp Trapani
La direzione strategica dell’Asp di Trapani ha attivato il numero verde 800402346, per rispondere alle richie...
Leggi tutto
Affermazioni Papa Francesco
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani condivide il pensiero del Papa in relaz...
Leggi tutto
SINALP SICILIA CHIEDE RISPOSTE IMPATTO ECONOMICO E SOCIALE DELLA PANDEMIA STRATEGIE GOVERNATIVE
La Pandemia ha messo a nudo tutte le criticità del nostro sistema socio/economico che negli ultimi 25 anni...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web