Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 02/06/2020 da Direttore

Nasce “L’Italia c’è” si uniscono ben 11 Scuole Statali della Campania, ad indirizzo musicale.

Nasce
Piccolo (Pres. Scuola San Giovanni Bosco di Somma Vesuviana): “Abbiamo rivolto un invito alle Scuole campane ad indirizzo musicale. Hanno risposto in tante. E’ nata per la Festa della Repubblica, un’ Orchestra Sinfonica a distanza. Un omaggio al Presidente Mattarella, alle Forze Armate, all’Italia tutta da Nord al Sud. Un video che non ha precedenti. I ragazzi hanno suonato con il cuore, una grande emozione!”.

Ecco, in onore della Repubblica Italiana ed in omaggio al Capo dello Stato: l’Orchestra Sinfonica a distanza formata da ben 100 elementi. Un video straordinario con Inno Nazionale suonato da 100 ragazzi delle scuole campane ed alla fine il messaggio letto da una giovane studentessa.

Sofia, giovane studentessa, della Prima B, legge la lettera dei ragazzi al Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella: “E’ a Lei che noi studenti sentiamo dal profondo del cuore di rivolgerci per esprimere la nostra gratitudine e il nostro orgoglio di rappresentarci. Siamo fieri di essere italiani!”.



“Nasce “l’Italia c’è” un messaggio d’amore che i ragazzi hanno voluto rivolgere all’Italia, tutta! Nelle settimane scorse avevamo lanciato un invito alle scuole statali ad indirizzo musicale della Campania ed in tante hanno aderito. Abbiamo messo insieme ben 11 scuole campane, una platea scolastica di circa 15.000 studenti ed è nata un Orchestra Sinfonica a distanza formata da ben 100 elementi. Tutti insieme hanno suonato l’Inno Nazionale in onore del Presidente della Repubblica, on. Sergio Mattarella e della Festa della Repubblica Italiana. Tutti i ragazzi delle scuole hanno dato vita ad un video davvero bello. Sulle note di Novaro, le immagini delle Forze Armate, dei militari che hanno dimostrato amore per la nostra Italia anche in questi giorni drammatici, poi l’Orchestra formata da ben 100 ragazzi delle nostre scuole. Tutti insieme da 100 postazioni diverse hanno suonato con il cuore l’Inno Nazionale italiano. Subito dopo con un arcobaleno, una studentessa di Prima Media ha rivolto un video – messaggio al Capo dello Stato condiviso da tutta la platea scolastica delle scuole aderenti all’iniziativa, al termine le Frecce Tricolori sull’Altare della Patria e i nomi di tutte le scuole partecipanti a “L’Italia c’è”. Ogni scuola ha messo a disposizione le proprie competenze, ogni scuola è intervenuta con gli strumenti musicali, materia dei propri indirizzi musicali. E´ nata così un´orchestra sinfonica a distanza con 100 giovani musicisti che nel video suonano insieme ma a distanza e tutti insieme l´Inno Nazionale. Al termine una studentessa legge la lettera di saluto al Presidente della Repubblica, on. Sergio Mattarella ed all´Italia tutta. La scuola autorizza i media, la stampa alla pubblicazione del video, oggi 2 Giugno in occasione della Festa della Repubblica”. Lo ha dichiarato Ernesto Piccolo, Preside della Scuola Media Statale, San Giovanni Bosco – Summa Villa di Somma Vesuviana, nel napoletano.



Ben 100 giovani musicisti di 12 scuole campane danno vita ad un’Orchestra Sinfonica a distanza e suonano l’Inno Nazionale in omaggio al Capo dello Stato ed in onore della Repubblica Italiana.

Capofila dell’iniziativa la Scuola Media Statale “San Giovanni Bosco – Summa Villa” di Somma Vesuviana.

Hanno aderito: la Scuola Media “Marechiaro” di Napoli, la “Domenico Cimarosa” di Posillipo, la “Tommaso Anardi” di Scafati (SA), l’ “Amerigo Vespucci” di Monte di Procida, la “Volino Croce Arcoleo” di Napoli, la “Pier delle Vigne di Capua” di Capua (CE), la “Capasso – Mazzini” di Frattamaggiore (NA), la “Marconi – Torricelli” di Casandrino (NA), la “Francesco D’Assisi – Nicola Amore” di Sant’Anastasia (NA), la “Gaetano Caporale” di Acerra (NA). Ben 100 giovani musicisti, tutti insieme!



“L’Italia c’è" è la sintesi di quanto abbiamo vissuto in questi mesi noi tutti : insegnanti, studenti, infermieri, medici, operatori sanitari, militari, Forze dell’Ordine, cittadini, rappresentanti delle istituzioni, imprenditori. Siamo tutti parte dello Stato, siamo tutti parte dell’Italia. Pietro Calamandrei diceva: “Non si ha vera democrazia la’ dove l’accesso all’istruzione non è garantito in misura pari per tutti”. Svettano le frecce tricolori sull’Altare della Patria, il rombo dei motori degli aerei si mescola al fumo denso e iridescente. Gli occhi al cielo, il cuore in gola, SIAMO ITALIANI!!!Sventola l’ibrido dei colori - ha continuato Piccolo - e da lontano pare di ascoltare Michele Novaro mentre compone sul cembalo le prime note sui versi di Mameli. Ogni 2 giugno celebriamo un rito che ha una sacralità laica di uno straordinario valore. La nostra Costituzione è ammirata, studiata e copiata in ogni angolo del mondo da qualsiasi Paese che intraprende il difficile ma esaltante cammino verso la democrazia. Siamo tutti figli della Costituzione italiana, la legge fondamentale della nostra Patria. La Costituzione assicura a noi tutti le libertà fondamentali e i diritti universalmente riconosciuti. È una grande madre che abbraccia i suoi figli. I nostri alunni hanno suonato il Canto degli italiani e il silenzio militare. Un video che è possibile vedere oggi, 2 Giugno e che con il cuore inviamo al Presidente della Repubblica. Un modo per essere uniti da Nord a Sud, condividendo gli stessi valori di Patria e le stesse speranze in un futuro dai colori iridescenti dell’arcobaleno. Dal profondo del nostro cuore, in un momento in cui siamo obbligati alla distanza, abbiamo voluto far sentire invece la nostra vicinanza alla Repubblica, all´Italia tutta, al Presidente Mattarella”.

Ed i ragazzi hanno anche scritto al Capo dello Stato con un videomessaggio che ha la voce ed il volto di Sofia, studentessa di Prima Media.

La lettera al Capo dello Stato letta da Sofia studentessa di Prima Media:

“E’ a Lei che noi studenti sentiamo dal profondo del cuore di rivolgerci per esprimere la nostra gratitudine e il nostro orgoglio di rappresentarci. In queste settimane di lockdown, dovute alla pandemia che ha investito il mondo intero, insieme ai nostri genitori, ai nostri professori – hanno scritto gli studenti campani nel video – messaggio al Capo dello Stato, con voce e volto di Sofia, studentessa della Prima Media della San Giovanni Bosco – Summa Villa di Somma Vesuviana - abbiamo potuto dedicare tanto tempo a importanti riflessioni: in primis il valore della solidarietà. Si è sempre sensibili alle pene condivise; soprattutto abbiamo sentito il grande orgoglio di essere cittadini italiani, magistralmente guidati da Lei. In video-lezione i nostri insegnanti, ci hanno spiegato l’importanza dell’articolo 32 della Costituzione italiana. Esso afferma la superiorità della tutela della salute rispetto a tutti gli altri articoli. In particolare, l’articolo recita che la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività. Illustrissimo Presidente Mattarella, abbiamo capito che le restrizioni alle singole libertà imposte dal Governo in questo periodo, sono state necessarie a causa dell’emergenza sanitaria dichiarata dalle autorità italiane, ufficializzata dalla stessa Organizzazione mondiale della sanità. Una situazione, quindi, eccezionale che nel rispetto della Costituzione, legittima le restrizioni alle libertà fondamentali. Il diritto prioritario in nome del quale vengono sacrificati temporaneamente gli altri, è il diritto alla salute e a dircelo è, appunto, l’articolo 32. Allora mi son chiesta: cosa sarebbe accaduto se le autorità non fossero intervenute con queste limitazioni? Si sarebbe sacrificata la salute e, dunque, la vita della comunità e nessuna libertà sarebbe più stata tutelabile. E allora GRAZIE PRESIDENTE. Grazie per averci tutelati. Grazie per averci fatto sentire la Sua presenza sempre in questo periodo per noi difficile da capire e da superare. Siamo fieri di essere italiani!”.

 

ALTRE NOTIZIE

A Messina la V edizione del “Tancrede Swim Challenge
L´emozione di calarsi nelle mitiche acque dello Stretto di Messina e nel Charles River di Boston
Apertura sportello Amorù
13 luglio Aurora Ranno dell ‘Associazione per i diritti umani Contro Tutte Le Violenze Co Tu Le Vi<...
Leggi tutto
Commemorazione vittime strage di Nizza
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende ricordare le sei vittime italiane d...
Leggi tutto
19 luglio. Uniti per la legalità per ricordare Paolo Borsellino e le vittime della strage di Via D´Amelio 2020
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani intende ricordare la Strage di Via D’Amelio...
Leggi tutto
A CATANIA SABRAGE ACADEMY E SABRAGE PARTY IN VIGNETO IL PROSSIMO 29 LUGLIO
A grande richiesta, la prima accademia italiana dedicata all’arte del sabrage torna a Catania, ospite di Cantine Ni...
Leggi tutto
SICILIAMBIENTE: 8 DOCUMENTARI IN CONCORSO - DA CHERNOBYL AL SENEGAL ACCOMPAGNATI DALLE RIFLESSIONI DEL PREMIO OSCAR JEFF BRIDGES
Saranno 8 i documentari in concorso alla XII edizione di SiciliAmbiente
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web