Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 15/03/2019 da Direttore

Sicilia da esplorare: che cosa vedere a Ragusa

Sicilia
La città di Ragusa è una delle perle della Sicilia sud-orientale, città splendida che non si può fare a meno di visitare nel caso in cui si abbia in mente di organizzare un itinerario in questo angolo di paradiso tutto italiano. Il centro storico di Ragusa Ibla, in particolare, è un concentrato di stile barocco che non ha niente da invidiare rispetto a quello di Noto. Il consiglio è quello di esplorare la località in tutti i suoi angoli e in tutti i suoi meandri, evitando un turismo mordi e fuggi che sarebbe poco adatto alle tante meraviglie dei dintorni. Cava d´Ispica e il Castello di Donna Fugata sono solo due delle tante tappe che meritano di finire nel programma di un viaggio in Sicilia, ma andiamo con ordine: ripartiamo da Ragusa Ibla.


Che cosa fare a Ragusa Ibla

Cuore della Sicilia barocca, Ragusa Ibla è affiancata da una collina e protetta dai Monti Iblei. La visita alla bottega Rosso Cinabro è uno dei primi appuntamenti da non perdere se si ha voglia di immergersi nella tradizione locale: è proprio qui, infatti, che i carretti siciliani vengono restaurati e realizzati. Le strade sono un susseguirsi di edifici antichi e chiese che tolgono il respiro per la loro bellezza, e d´altro canto non è un caso che sin dal 2002 il centro di Ragusa sia stato consacrato dall´Unesco patrimonio dell´umanità


Da Ragusa a Modica

Spostandosi da Ragusa a Modica, si entra in contatto con la patria del cioccolato, un richiamo a cui è difficile resistere anche se non si è amanti dei dolci. Mentre si sgranocchia una tavoletta di cioccolato fondente ci si può dedicare a una lunga passeggiata che permetta di scoprire sia Modica Alta che Modica Bassa: la prima è la sede della Chiesa di San Giorgio, mentre la seconda accoglie la Cattedrale di San Pietro. Il divertimento si concentra in modo particolare in Corso Umberto I, che ospita vari laboratori di cioccolato e numerosi bar. Il Laboratorio Don Puglisi merita una particolare attenzione perché è stato creato per dare un sostegno alle ragazze in difficoltà. Da non perdere anche il Museo del Cioccolato, ulteriore conferma dell´eccellenza del prodotto, rinomato in tutta Italia.


Marina di Ragusa

Tra Ragusa e Modica non c´è più di una trentina di minuti di strada, per un percorso che supera di poco i 15 chilometri. Naturalmente, non ci si può dimenticare di fare tappa a Marina di Ragusa, che mette a disposizione dei turisti spiagge di sabbia che sembrano infinite per quanto sono lunghe, con i viali di palme che assicurano la frescura e l´ombra di cui si ha bisogno per proteggersi dal caldo più torrido. In piazzetta è quasi d´obbligo la classica brioche con il gelato, specialmente se si viaggia in compagnia dei bambini.


Dove soggiornare

Chi è alla ricerca di un villaggio turistico in Sicilia sud-orientale che garantisca servizi di qualità per godersi appieno questo angolo di paradiso non può che rivolgersi ai resort iGV Club. L´iGV Club Marispica, a poca distanza da Pozzallo, è inserito in un contesto unico nel suo genere, con paesaggi resi spettacolari dalle spiagge dorate e dalla macchia mediterranea, con la sua vegetazione rigogliosa; l´iGV Club Baia Samuele, invece, è un villaggio turistico vicino a Modica, città che l´Unesco ha inserito nell´elenco dei patrimoni mondiali protetti dall´umanità, e propone un hotel di lusso circondato da una baia spettacolare. Prenotando entro il 14 aprile 2019, è possibile usufruire di una imperdibile promozione.


Scicli

Infine, una delle ultime destinazioni a cui non si può rinunciare in occasione di questo fantastico itinerario è rappresentata da Scicli, che a sua volta può vantare il titolo di patrimonio dell´umanità protetto dall´Unesco. La Chiesa di San Giovanni Evangelista e Palazzo di Città sono solo due esempi della bellezza architettonica di questa località, che offre anche tesori come la Chiesa di Santa Maria la Nova e Palazzo Beneventano. Tra Ragusa e Scicli ci sono circa 40 minuti di auto: una breve deviazione che vale la pena di affrontare, anche perché non molto distante è la frazione di Donnalucata, che è stata resa celebre dalle riprese della fiction di Raiuno che ha fatto conoscere la Sicilia sud-orientale in tutta Italia, Il Commissario Montalbano. 

 

ALTRE NOTIZIE

Mazara del Vallo - MERCATO AGRO ALIMENTARE
Consegnati i boxes agli assegnatari
“Parte ufficialmente il merc...
Leggi tutto
CASTELLAMMARE DEL GOLFO - Incontri di quartiere per pass e ztl
Zone a traffico limitato e parcheggi per i residenti in centro:
al vi...
Leggi tutto
Trasporto Aereo, il Sottosegretario Santangelo alla Conferenza Nazionale: ´In Sicilia si vada verso una rete aeroportuale pubblica regionale´
Intervento del Sottosegretario di Stato per i rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Vincenzo Santan...
Leggi tutto
Campionati Italiani WTKA 2019 – ultima e decisiva TAPPA di QUALIFICAZIONE a Messina
Si svolgerà a Messina, la terza ed ultima decisiva tappa della Maratona Italiana WTKA valida per la qualifica...
Leggi tutto
Pall.Trapani: l´under 15 si rinforza
Domani conferenza stampa pregara
Domani, venerdì 22 marzo...
Leggi tutto
Operazione ArtemisiA
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzione di ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


Mickey su EVENTO REDDITO DI CITTADINANZA E QUOTA 100, DOMENICA 24 FEBBRAIO A CAMPOBELLO:
Certo facendo assistenzialismo con i soldi di chi lavora


Gaspare su Paceco: per il Memorial Giuseppe Barraco, riapre il palazzetto:
Peppe sempre nel cuore mi manchi amico mio


giuseppe su Crisi della Cmc-Anas con le mani legate-Il governo nazionale anticipi i soldi ai creditori per la ripresa dei lavori in Sicilia e si rivalga sulla Cmc:
perche bloccare solo caltanissetta invece tappiamo tutto il tratto palermo agrigento passino solo ambulanze e carri funebri


Augusto Marinelli su Lettere a Tito n. 234. Shoah 2019 ed il libro del giovane Alberto Forte pensando alla Shoah nostra e degli altri.:
Caro Tito, ti interesserà forse sapere che nel libro di Molfese citato nell´articolo, la frase qui riferita semplicemente non c´è. Quanto al preteso lager di Fenestrelle, è stato ampiamente dimostrato che si tratta di una invenzione.


Giovanni VINCI su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza Marsala


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


Daniele su Marsala Calcio: Sancataldese - Marsala, i convocati da mister Giannusa:
Forza ragazzi tenete alto il nome Marsala a San Cataldo. Un abbraccio particolare al centrale difensivo Maurizio e il centrocampista centrale Lo Nigro


mimmo su Domenico Lanciano: ´Una carezza per Riace":
ciao


Rosario Miccichè su Paceco, al via 6 cantieri di lavoro per la realizzazione di due opere:
Non sono molto contento di come l´amministrazione ha progettato i cantieri a Paceco sicuramente il bando gestito malissimo. Dobbiamo ringraziare la regione della proroga non certo gl´assessori di competenza. L´avviso 2 / 2018 dice che bisogna favorire il maggiore numero di lavoratori, quanti lavoratori impigherete nei cantieri. E perch´ tutti quei soldi spesi in materiali € 70.000 il bando parlava di piccole manutenzioni, lo scopo principale dei cantieri e la formazione, favorire la m


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web