Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Tempo libero il 03/02/2022 da Patrizia Carcagno

Il miglior tempo libero? Quello utilizzato per allenare fisico e mente

Il
Camminare e mettere alla prova il nostro cervello sono due toccasana

Bertrand Russell, noto filosofo, matematico e saggista britannico un giorno disse: «Chi non dispone di una certa quantità di tempo libero è tagliato fuori da molte delle cose migliori». Questa frase da lui scritta più di 50 anni fa in uno dei suoi bellissimi trattati di sociologia ci trova assolutamente d’accordo, soprattutto se abbiamo un assoluto bisogno di staccare la spina dalla quotidianità sfruttando il (poco) tempo libero che abbiamo. Avrà anche la sua parte di ragione Confucio quando ci ricorda che scegliendo un lavoro che si ama non si dovrà lavorare neppure un giorno in tutta la vita, ma a conti fatti fare un qualsiasi lavoro che piace costa comunque fatica. Fatica che non sentiamo quando possiamo fare quel che desideriamo; in questo caso siamo come pervasi da una sensazione di piacevole rilassatezza che ci fa stare bene con noi stessi. Siccome questo “stato emotivo” è un’eccezione, e non certo la regola, perché gli impegni inderogabili non mancano mai, ecco che risulta necessario organizzare in qualche modo il tempo libero a disposizione. Come? Facendo del sano esercizio fisico, come per esempio camminare all’aria aperta, evitando quindi di rimanere chiusi in casa davanti a uno schermo, ma non solo.

Muoversi, certo che sì!

Prima di tutto sfatiamo un mito: non è obbligatorio andare in palestra per stare bene: basta muoversi, ovverosia camminare. Sì perché in questo modo non solo ci distraiamo, ma mettiamo in moto anche i nostri arti inferiori che ci permettono di migliorare la nostra postura. Abituati a stare seduti tutto il giorno, non possiamo lasciarci sfuggire questa opportunità. Non solo: camminare è un toccasana per la circolazione sanguigna e in più favorisce la motilità intestinale. Insomma: percorrere qualche chilometro al giorno è un’attività essenziale per il nostro corpo, che tutti possono fare perché è semplice e non presuppone alcun tipo di preparazione fisica. Basta iniziare con poco, per poi, col tempo, aumentare l’andatura e la distanza percorsa. Provare per credere!

Anche la mente merita attenzione

Ricapitolando, avere del tempo libero a disposizione per fare esercizio fisico è il meglio che ci possa essere, perché, tra le altre cose, tonifica il corpo. Non solo, ma fa anche bene alla mente, come dimostrato dalla ricerca scientifica che a riguardo ha pubblicato più paper facilmente consultabili online. E una mente che sta bene, si sa, permette di essere più produttivi al lavoro, cosa che non guasta mai soprattutto oggi che siamo chiamati a fare mille cose contemporaneamente in un breve intervallo di tempo stimato in poche ore. A dire il vero la mente può essere allenata anche in un altro modo, ossia mettendola alla prova grazie a quei passatempi che hanno a che fare con i numeri, come ad esempio il Blackjack, dove è possibile per i più esperti effettuare un calcolo delle probabilità relativo alle migliori combinazioni in possesso basato su un metodo rivoluzionario che prende il nome di “Hi/Lo”. Navigando su Internet potrete scoprire meglio di cosa si tratta; qui preferiamo non approfondire la questione perché, seppur interessante, risulta estremamente tecnica. Ma i passatempi stimolanti non finiscono qui, perché ce ne sono di più tipi – a noi vengono in mente il bellissimo Sequence, gioco di carte dove a farla da padrone ci sono anche velocità e astuzia, oppure Nubble, un grande classico che mette i concetti matematici al primo posto e che purtroppo non è mai stato distribuito in Italia. Al di là degli esempi quello che a noi interessa sottolineare in questa sede è che ci vuole davvero poco a tenere sveglia la nostra mente.

Enigmistica e Sudoku

Un altro modo per allenare la mente sarebbe dedicare del tempo all’enigmistica. Risolvendo i più difficili cruciverba ci scopriremo più abili nel ricordare le cose. E non è necessario cimentarsi per forza con quelli complessi perché anche quelli semplici vanno bene. L’importante è far lavorare la mente, mettendosi alla prova anche con i Sudoku, rompicapo che forse non saranno per tutti ma che comunque risultano estremamente affascinanti.





 

ALTRE NOTIZIE

Ficarra, nasce la Sezione di BCsicilia
Nasce a Ficarra la Sezione di BCsicilia, l’Associazione a carattere regionale che si occupa di salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali e ambi...
Leggi tutto
Visita ai Castelli delle Madonie promossa da BCsicilia e Università Popolare
Promossa da BCsicilia e dall’Università Popolare Termini Imerese, nell’ambito del Corso di Archeologia Medievale si terrà domenica 5 feb...
Leggi tutto
Radio Empire, un’emittente in grande salute, vera e propria risorsa di un intero territorio, oggi la più seguita a Taormina e nell’intero comprensorio jonico.
In programma un nuovo corso per addetti all’uso della motosega e del decespugliatore organizzato da ANAS Collesano
Sono aperte le iscrizioni per l’anno 2023 al corso per addetto all’uso della motosega e del decespugliatore. Il corso, riconosciuto ai sensi degli Art...
Leggi tutto
Vujadin Boškov e il Potere: “Rigore è quando arbitro fischia”.
Palermo, doppia visita il fine settimana alle ville Adriana e Resuttano promossa da BCsicilia
Nell’ambito degli eventi dedicati alle ville settecentesche della Piana dei Colli, doppio appuntamento sabato e domenica promosso dalla Sede di Palerm...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIŮ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web