Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 21/01/2015 da REDAZIONE REGIONALE

Eatbook, di cibo e di libri - Secondo appuntamento il 23 gennaio con la giornalista Roberta Corradin mercoledì 21 gennaio 2015 - 10:38

Eatbook,
Buona la prima per la rassegna di libri e cibo “Eatbook” al centro Nuara-Cook Sicily, l´appuntamento è per il 23 gennaio con la giornalista Roberta Corradin


Grande partecipazione per il primo incontro della rassegna “Eatbook, di Cibo e di Libri” curata da Giacomo Pilati in corso al Centro di Cultura Gastronomica “Nuara - Cook Sicily” (via Bastioni 2 -Trapani).
Un attento e numeroso pubblico ha accolto, lo scorso 16 gennaio, gli autori Clara e Gigi Padovani che hanno presentato il loro “Street Food all´italiana”, un viaggio ideale attraverso la nostra penisola in compagnia “degli artigiani del gusto” i produttori dello street food italiano che di generazione in generazione preservano e mantengono con passione le importanti tradizioni gastronomiche del nostro paese.

L´iniziativa “Eatbook, di Cibo e di Libri”, promossa dall´Associazione Culturale Trapani Welcome, in collaborazione con Cantine Rallo, Trapani Tourism Service, Ai Lumi B&B e Cantina Siciliana, è volta ad approfondire sei grandi libri, che hanno come tema principe la cucina, insieme agli autori, chef, giornalisti, scrittori ma soprattutto grandi appassionati di cibo.

Il secondo appuntamento è con la giornalista Roberta Corradin, il 23 gennaio a partire dalle 18 che presenterà il suo ultimo libro “La repubblica del Maiale” (ed. Chiarelettere), sessant´anni di storia d´Italia tra scandali e ossessioni culinarie. A dialogare con l´autrice, lo scrittore Giacomo Pilati.

"La repubblica del maiale” è una controstoria italiana, dal varo della Costituzione alla fine della Seconda repubblica. Una lettura fatta di aneddoti, personaggi, fatti, mode e tic. Una cavalcata di decennio in decennio, dalla fine della fame del dopoguerra alla scoperta del cibo sano e leggero complice la crisi economica di oggi, su e giù sull´ottovolante Italia che ci ha regalato emozioni a non finire tra alta cucina e bassa politica. Lo sguardo obliquo di un´affermata critica gastronomica e appassionata cittadina, attenta alle ideologie, di tutti i tipi, ci regala un´Italia mai vista così, un po´ a tavola, in casa e al ristorante, e un po´ tra i banchi del parlamento e al supermercato. Dal primo Autogrill all´ultima ossessione culinaria, ecco il ritratto sorprendente dell´italiano medio. Di come siamo e da dove veniamo. Comprese le ricette che hanno fatto epoca, sarebbe un peccato dimenticarle.

Roberta Corradin ha scritto di viaggi e cucina per diversi giornali. Traduce narrativa e saggistica dall´inglese e dal francese. Ha pubblicato svariati libri fra cui “Ho fatto un pan pepato” (Zelig 1995), “un attimo, sono nuda” (Piemme 2000), “Le cuoche che volevo diventare” (Einaudi 2008), “tradizione gusto passione” (Silvana editoriale 2011-12). Cura un blog per il fattoquotidiano.it.

All´incontro seguiranno un momento musicale a cura di Alberto Catalanotti e Pietro Bruno e un aperitivo. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Per informazioni: www.cooksicily.it



EATBOOK a cura di Giacomo Pilati – PROGRAMMA
Centro di cultura gastronomica Nuara - Cook Sicily in via Bastioni 2 - Trapani

Venerdì 23 Gennaio ore 18.00
Roberta Corradin scrive di viaggi e di cucina per testate tra cui «l’Espresso», «Gambero Rosso», «D La Repubblica delle donne». Ha pubblicato diversi libri. Insieme al marito gestisce un ristorante di mare a Donnalucata.
“La Repubblica del Maiale” – Ed. Chiarelettere
Una controstoria italiana. Lo sguardo obliquo di un’affermata critica gastronomica attenta alle ideologie di tutti i tipi, ci regala un’Italia mai vista così: un po’ a tavola, in casa e al ristorante, e un po’ tra i banchi del parlamento e al supermercato.

Martedì 3 Febbraio ore 18.00
Pino Cuttaia, nel 2000 ha aperto il ristorante La Madia a Licata. Qui ha ottenuto la prima stella Michelin nel 2006 e la seconda nel 2009. Propone una cucina di altissimo valore, che attinge alle radici antiche di questi luoghi
“Per le Scale di Sicilia” - Ed. Giunti
Un racconto siciliano con tutti i suoi sapori. Una Sicilia in bianco e nero nutrita dai ricordi d’infanzia di un grande chef; la cultura popolare che intreccia istintivamente terra e mare, il mondo dei pescatori e quello dei contadini.

Domenica 22 Febbraio ore 18.00
Carmelo Chiaramonte, “cuciniere” modicano, grande ambasciatore della cultura gastronomica dell’isola, ha avuto il suo ristorante a Catania e ha fatto tanta televisione. Poi ha deciso di cucinare in modo diverso, organizzando eventi e facendo teatro, cene spettacolo in giro per il mondo.
Arancia.
“Percorsi siciliani di Cultura, Natura, Gastronomia” - Edizioni estemporanee
Secondo agli “Oscar parigini del libro di cucina”, Arancia è un libro da spremere. Un globo arancione che attraversa rotolando l’arte, la letteratura, passando per il cinema e la farmacopea. Un vero e proprio manuale che di questo frutto svela usi, origini, storie ed invenzioni impensate.

Venerdì 6 Marzo ore 18.00
Gianfranco Marrone, saggista e scrittore, insegna Semiotica all’Università di Palermo, e collabora con diversi giornali. Si occupa di linguaggi e media nella cultura contemporanea, analizzando fenomeni come il giornalismo, le tecnologie comunicative, la gastronomia.
“Gastromania” – Ed. Bompiani
La mania della gastronomia pervade gli intimi meandri della nostra vita. Gite enogastronomiche, programmi in tv, blog di ricette, cuochi opinioni leader. Si tratta soltanto di una moda? Questo libro semiserio prova a dare una risposta. Anzi tante risposte, dato che la gastromania è fenomeno ambivalente: ridicolo per certi versi, importantissimo per altri.

Venerdì 13 Marzo ore 18.00
Andrea Vitali si è laureato in medicina all’Università Statale di Milano. Coi suoi libri ha vinto premi prestigiosi: Grinzane, Bancarella, Boccaccio, Campiello, Elsa Morante. Fra i suoi grandi successi: Premiata ditta sorelle Ficcadenti, Quattro sberle benedette, Zia Antonia sapeva di menta, Biglietto signorina.
“Le Tre Minestre” - Ed. Mondadori
Filo conduttore del romanzo sono le qualità attribuite ai cibi di casa. Le zie circondano il ragazzino con un affetto dettato dal buon senso ma ancora pregno di superstizioni. Un autentico tuffo nel passato al quale contribuisce anche il verace ricettario della tradizione.


 

ALTRE NOTIZIE

Libri dell’altro mondo: quanto e cosa leggono gli italiani tra best-seller e traduzioni

Leggi tutto

Infiorata di Noto 2021, la scalinata di via Dante Alighieri “dedicata” al Paradiso
E’ cominciata la lunga settimana che ci porterà alla 42^ edizione dell’Infiorata di via Nicolaci. Come da tra...
Leggi tutto
Cuzzupi: la scuola deve ripartire con realismo e dai territori
Il Segretario Nazionale anticipa la presentazione di nuove proposte per la scuola L’UGL Scuola, ritenendo d’assoluta importanza il confronto e la pr...
Leggi tutto
Palermo, partono i lavori miglioramento per il Castello della Zisa, San Giovanni degli Eremiti e il Chiostro di Monreale
L´Assessore Samonà: ´´Opere che migliorano la funzionalità e la capacità di accogliere i visitatori´&acut...
Leggi tutto
Festa della Mamma, Associazione Nazionale di Azione Sociale: Partorire in tempo di pandemia, un make up per le mamme e una porzione di dolcezza ai bambini
Le donne che hanno partorito durante l’ultimo anno hanno risentito degli effetti della pandemia: da un lato per il timore di contrarre il virus in osp...
Leggi tutto
Festa della Mamma 2021, Associazione Nazionale di Azione Sociale: Un “Trucco per Stare Meglio”
Domenica, 9 Maggio 2021 sarà la festa della mamma, una ricorrenza laica diffusa in tutto il mondo, in quanto ...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web