Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 17/01/2015 da REDAZIONE REGIONALE

LEGA DIFESA DEL CANE - Ittiri (SS) - Il canile Pippolandia dissequestrato dal Tribunale del Riesame. La LNDC di Alghero non si arrende e prosegue nella battaglia di civiltà e legalità

LEGA
Per una manciata di giornate, durante le quali la custodia giudiziaria della struttura era stata affidata alla LNDC di Alghero, gli oltre 370 cani segregati nel canile “Pippolandia” di Ittiri (SS) avevano assaporato cosa significa benessere animale: attenzioni, cure, pulizia, rispetto e amore. Poi il Tribunale del Riesame, presieduto dal giudice Salvatore Marinaro, ha deciso di togliere i sigilli al canile e di riconsegnare la struttura e soprattutto gli animali, “ospiti” coatti provenienti da 14 Comuni convenzionati, al titolare Giuseppe Casu.

Cani affetti da leishmaniosi avanzata e da altre gravi patologie, cani che si aggrediscono tra loro per mancanza di spazio, che stanno tutto il giorno in mezzo agli escrementi, con le zampe perennemente “a mollo” nei ristagni d’acqua causati dall’errata pendenza della pavimentazione. Femmine che partoriscono perché non sterilizzate, box - loculi da dove non escono mai e nella maggior parte dei quali i gocciolatoi per abbeverarsi sono guasti e in cui i reclusi devono sdraiarsi sul cemento umido e gelido per mancanza di cucce o anche soltanto di pedane di legno. Un pozzo nero stracolmo di escrementi e a malapena ricoperto da pezzi di lamiera e tutte le altre allucinanti situazioni descritte nella denuncia presentata alla magistratura da Eva Bianchi, presidente della Lega del Cane di Alghero, e nel verbale del Corpo Forestale, sono state giudicate accuse “insussistenti” dal Tribunale del Riesame. Ora la parola, ovvero la facoltà di fare opposizione o meno al dissequestro, spetta al Pubblico Ministero Giovanni Porcheddu che aveva disposto il provvedimento.

Nel frattempo la presidente algherese Eva Bianchi e la Lega Nazionale per la Difesa del Cane non si arrendono. Anzi, proseguono la loro battaglia di civiltà, legalità e trasparenza nelle sedi più disparate, anche attraverso pubbliche denunce di informazione in merito a quanto è accaduto e accadrà. Certamente in questa vicenda, saranno chiamati a rispondere tutti coloro che hanno causato e permesso una situazione tanto grave quanto illegale: Comuni, Asl e regione.

Dopo una attenta conta dei cani, all´interno di “Pippolandia” - struttura che si può definire labirinto - a oggi , risultano essere presenti quasi 400 animali. Ma il 10 gennaio scorso Giuseppe Casu dichiarava alla stampa: “Nel 2012 il Servizio sanitario della Asl ha effettuato ben quattro controlli nel nostro canile senza aver riscontrato niente di quanto viene denunciato nella nota della “Lega”. I cani affidati alla nostre cure sono circa duecento e dispongono, mediamente, di sette-otto metri metri quadri a testa. L´intera struttura è completamente isolata termicamente e le bestie vengono, quotidianamente, lasciate libere di correre nel terreno circostante”.

Ai 14 Comuni convenzionati con “Pippolandia” ricordiamo che il benessere dei cittadini come quello degli animali, per l´organo monocratico a capo del governo di un Comune, deve essere la norma di tutti i provvedimenti. Pertanto, i cani non sono rifiuti da conferire in mega discariche a un tanto al chilo ma cittadini del proprio territorio e come tali soggetti di diritto.

Nondimeno, anche in caso di “trasferimento”, il Sindaco rimane il responsabile dei cani prelevati sul proprio territorio e collocati in strutture site in altri Comuni e deve obbligatoriamente effettuare verifiche periodiche sullo stato di salute e benessere dei propri animali, non meno di una volta l’anno; dare comunicazione dei risultati ottenuti e dello stato di salute e benessere degli animali al Consiglio Comunale anche nel rendiconto della gestione.

Secondo quanto riportato dalla stampa, lo scorso anno, a seguito delle denunce della Bianchi, l’assessore comunale alle Politiche ambientali del Comune di Sassari Monica Spanedda, aveva spiegato che nel canile non era stata riscontrata alcuna irregolarità. “Ho verificato io personalmente la situazione"– aveva detto la Spanedda –"i cani godono di buona salute e la situazione è ampiamente sotto controllo. Il canile ha l’autorizzazione dell’Asl e gli ispettori compiono verifiche periodiche”.

Ma le immagini mandate in onda il 22 dicembre scorso dalla web tv Sardegna Live hanno mostrato il contrario:sovraffollamento, assenza di prevenzione delle nascite, struttura non a norma, carenze igienico sanitarie, elevata mortalità dei cani, scarse o nulle adozioni, decessi non denunciati, detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. Dunque una storia che è sotto gli occhi di tutti ma che in pochi vedono e che pure dovrebbe riguardare ogni cittadino, se non altro per lo sperpero di denaro pubblico che vi sta dietro. Una storia dove gli attori sono tanti ma anche una storia di cui si vuole parlare poco perché, alla fine, il silenzio conviene a tutti. A chi non deve impegnarsi a risolvere il problema e a chi, su questo problema, continua a lucrare.

Ricordiamo che la LNDC di Alghero per curare, sfamare e accudire i cani di “Pippolandia” durante il periodo della custodia giudiziaria ha dato fondo alle proprie risorse. E anche adesso per proseguire la sua battaglia ha bisogno di aiuto. I costi sono ingenti, e per vincere abbiamo bisogno di ogni aiuto possibile: tutti insieme e solo tutti insieme possiamo fare la differenza.

Per chi volesse dare una mano anche con un piccolo contributo può farlo mandandolo a:
Ass. Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sezione di Alghero 
Iban: IT92N0100584890000000003932BNLIITRASSX


17 gennaio 2015

Lega Nazionale per la Difesa del Cane 
Ufficio Stampa


 

ALTRE NOTIZIE

Corso sulla sicurezza sul posto di lavoro organizzato da ANAS
L´anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) regionale Lombardia, come è noto, ha organizzato  corsi di formazione sulla sicurezza d...
Leggi tutto
PANTELLERIA: UBRIACO ALLA GUIDA MINACCIA E OLTRAGGIA I CARABINIERI. ARRESTATO
Nella notte tra domenica e lunedì appena trascorsa i Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto i...
Leggi tutto
MAZARA DEL VALLO: CONTROLLI A TAPPETO DEI CARABINIERI: 8 PERSONE DENUNCIATE E 4 SEGNALATE COME ASSUNTORI DI DROGA
Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio svolti negli ultimi giorni a Mazara Due e Salemi, i Carabinieri ...
Leggi tutto
Il lavoro è democrazia. Il PNRR occasione di sviluppo e di rilancio dell´economia del nostro Paese.
La recente manifestazione unitaria organizzata dai sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil tenutasi qualche giorno fa...
Leggi tutto
TRAPANI: NOTTE DI PASSIONE IN HOTEL SENZA PAGARE IL CONTO DENUNCIATA DAI CARABINIERI GIOVANE COPPIA
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Trapani hanno denunciato una giovane coppia, entra...
Leggi tutto
Cedimento sulla strada che porta alla stazione ferroviaria di Castellammare del Golfo. La frana dal costone tufaceo prima del bivio per la spiaggia Playa.
«In corso un sopralluogo sulla strada 187 che conduce alla stazione ferroviaria di Castellammare, poco prima del bivio nord per la spiaggia Playa, dov...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web