Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 12/01/2015 da REDAZIONE REGIONALE

I ART - CENTRI CULTURALI POLIVALENTI: I ART prevede la realizzazione e messa in rete di Centri Culturali Polivalenti (CCP), realizzati all’interno di pregiatissimi locali comunali aperti al pubblico, già restaurati, dotati di personale

I
I ART prevede la realizzazione e messa in rete di Centri Culturali Polivalenti (CCP), realizzati all’interno di pregiatissimi locali comunali aperti al pubblico, già restaurati, dotati di personale, perfettamente funzionanti ed agibili ed aventi destinazione d’uso coerente con le attività proposte.

Ciò consente da un lato di realizzare dei servizi integrati a basso costo indispensabili per lo sviluppo dell’arte contemporanea in tutti i territori, dall’altro di ampliare le funzionalità di strutture, spesso di altissimo valore culturale, già restaurate con i fondi della precedente programmazione, ma che mostrano un enorme potenziale dal punto di vista di ulteriori attività realizzabili.

In tal modo l’intervento non intende proporre un ulteriore restauro e rifunzionalizzazione di un solo immobile, ma la messa in rete con servizi integrati di 23 immobili in tutte le province siciliane già precedentemente restaurati.

I CCP si connotano come centri per l’erogazione di servizi relativi all’arte contemporanea e sono stati selezionati in maniera da poter essere distribuiti in modo capillare su tutte le province del territorio siciliano.

In dettaglio, i CCP saranno realizzati nei seguenti luoghi ed edifici:
1. Comune di Catania: presso la “Palazzo della Cultura”, ex Convento S. Placido
La Casa della Cultura nasce come “Palazzo Gentilizio” nel ‘400 e dopo il terremoto del 1693 diventa il "Convento San Placido". Il restauro e la riqualificazione funzionale del convento di S. Placido non è stata solo una operazione di recupero edilizio, ma un vero e proprio intervento di rilevante valenza culturale che ha consentito di restituire l’originaria identità architettonica ad uno dei complessi conventuali più significativi della città. Il chiostro all’aperto ospita spettacoli estivi di grande rilevanza artistica, e i locali siti al piano terra, ospitano esposizioni temporanee e mostre internazionali.

2. Comune di Taormina: Ex Chiesa del Carmine
Edificio in stile barocco e di pianta ellittica ottagonale, la chiesa fu costruita nel 1662 come S. Maria dei Greci con annesso il convento dei frati Carmelitani. Il convento fu distrutto più volte dai saccheggi dei saraceni; poi fu completamente abbattuto dai bombardamenti del 1943. La Chiesa, di una superficie di 370 mq, è stata recentemente restaurata con un finanziamento della Regione Sicilia, e non è aperta al culto. E´ di proprietà comunale e viene utilizzata come auditorium o come sale per mostre artistiche ed eventi.

3. Comune di Misterbianco: Ex Stabilimento Monaco
L’edificio, ristrutturato di recente, mira a divenire un grande CCP con una vasta area espositiva, aule didattiche e laboratori. La ristrutturazione dello stabilimento, compreso la sua vecchia fornace, e l’adeguamento verso le attuali esigenze culturali della comunità, rappresentano una riflessione sulle tradizioni e l’identità del paese, in un’ottica di sviluppo sostenibile
4. Comune di Piazza Armerina: presso il Centro espositivo “Monte Prestami”
Il Centro espositivo Monte Prestami si trova in pieno centro della città a costituisce la parte retrostante del Palazzo del Senato.
Attivo come istituto di credito fino alla metà del XX secolo e successivamente abbandonato, il centro espositivo Monte Prestami, è stato inaugurato a giugno del 2009 e rappresenta uno spazio di grande interesse culturale per la cittadinanza. Il centro ospita nei suoi ampi saloni voltati, i quali conservano al loro interno anche un antico pozzo medievale, una mostra mercato permanente dei prodotti del territorio e mostre temporanee di lunga durata. La parte superiore, che ospitava i locali dove veniva erogato il credito, è attualmente chiusa, ma ne è stato progettato il restauro come Museo del Credito su pegno.

5. Comune di Santa Ninfa: presso Centro Sociale
La struttura, di 115 mq complessivi, è dotata di ampi spazi ed aule didattiche. Inoltre, il centro ospita al suo interno, la biblioteca comunale, il Museo dell’Emigrazione della Sicilia e il Museo di Nino Cordio, incisore, scultore, e pittore siciliano che ha lasciato alla sua città natale molte testimonianze della sua arte.

6. Comune di Sambuca di Sicilia: Palazzo Panitteri
Il Palazzo Panitteri è uno degli edifici più importanti ed antichi di Sambuca. Il piano superiore è sede del Museo Etno-antropologico della Terra di Zabut e al suo interno è stata ambientata la ricostruzione del salotto letterario dell´800 sambucese, con statue in cera a grandezza naturale che raffigurano illustri personaggi del periodo risorgimentale. Gli ambienti a pianoterra sono destinati invece ad esposizione e degustazione di prodotti tipici sambucesi, oltre che sede del Coordinamento Regionale siciliano delle Strade e Rotte del Vino di Sicilia, e al tempo stesso sede della Strada del Vino Terre Sicane.

7. Comune di Calatafimi Segesta: Ex Convento di San Francesco
I frati minori conventuali fondarono l’edificio nel 1543 in un mercato, espressione di vita sociale. Successivamente adibito a scuola pubblica, la struttura è stata recentemente riqualificata ed ospita al suo interno il Museo Etno-Antropologico

8. Comune di Sutera: immobile sito in Piazza Sant’Agata, 37
Trattasi di Ufficio turistico all’interno del Palazzo Comunale

9. Comune di Modica: presso l’immobile Palazzotto “Ex COPAI”
Sede del Co.Ca. Center of Contemporary art, è un edificio storico ubicato nel centro storico in Corso Umberto I, di proprietà e in disponibilità del Comune

10. Comune di Favignana: “Palazzo Florio”
Il palazzo che ospitava la famiglia Florio durante i periodi di tonnara, fu costruito nel 876 dall´architetto Giuseppe Damiani Almeyda ed è uno dei simboli dell’isola e uno splendido esempio di stile liberty.

11. Comune di Lucca Sicula (Unione dei Comuni Alto Verdure e Gebbia): presso la Casa di riposo per anziani

12. Comune di Valderice: locali del Molino Excelsior
Complesso di edifici che testimoniano l’attività della vera e propria molitura del grano: il Molino Excelsior, oggi adattato a sala convegni, congressi, rassegne enogastronomiche, eventi di degustazione, wine tasting e per progetti didattici per bambini e ragazzi.

13. Comune di Rodì Milici: all’interno del Museo Antiquarium
Museo e spazio culturale dedito a diverse manifestazione artistiche

14. Comune di Pozzallo: Spazio cultura “Meno Assenza”
Spazio culturale all’avanguardia, destinato a mostre, esposizioni ed eventi culturali di vario genere

15. Comune di Motta Camastra: Immobile sito in via Roma (foglio di mappa N°18)
Spazio all’interno del Parco dell’Alcantara, in un’area attrezzata e contiguo all’anfiteatro, che potrà essere utilizzato per i fini del progetto

16. Comune di Galati Mamertino: Scuola Media in località Contura
Spazio all’interno della scuola media inferiore

17. Comune di Ragusa: Centro Servizi Culturali, in via Generale Diaz

18. Comune di Barcellona Pozzo di Gotto: Spazi della Ex Stazione Ferroviaria
L’intera area del vecchio snodo ferroviario è stata recentemente sottoposta ad importanti lavori di riqualificazioni urbane, che hanno dato luogo alla realizzazione di un grande parco urbano ed alla rifunzionalizzazione dell’intero complesso edilizio. La nuova connotazione di sistema di nuova identità urbana cha partendo dal riuso produce rigenerazione attraverso servizi culturali innovativi, pone questi spazi come location naturale per avvicinare la città all’arte contemporanea.

19. Comune di Castelvetrano: Sant’ Agostino
La chiesa, risalente alla fine del 500, presenta una navata unica. Parzialmente crollata dopo il terremoto del 68, è stata restaurata ed oggi viene utilizzata per mostre e convegni.

20. Comune di Vizzini: “Palazzo Costa”
Palazzo settecentesco, sede dell Museo “Immaginario Verghiano” che ospita una mostra fotografica permanente delle foto scattate da Giovanni Verga e alcuni oggetti per la fotografia appartenuti sempre allo scrittore.

21. Comune di Geraci Siculo (So.Svi.Ma Spa- Agenzia di Sviluppo Locale delle Madonie) : “Ex convento dei Padri Cappuccini”
L’edificio si svolge a ferro di cavallo con a centro un spazioso cortile. A sinistra c’è la chiesa settecentesca, dove è possibile intravedere ancora piccole parti di fini stucchi, a destra il refettorio con alle pareti due affreschi settecenteschi raffiguranti l’Ultima Cena e la Crocifissione. Al piano superiore una miriade di piccole celle servivano da dormitorio ai religiosi. Oggi la struttura è stata restaurata e riportata all’antico splendore

22. Comune di Canicattini Bagni (Unione dei Comuni Valle degli IBLEI): Museo dei sensi e dell’arte lapidea”
Il museo dei sensi si configura come una banca dati di esperienze sensoriali che servono da base per fruizioni interattive in contesti di eventi artistici. Il Museo dei Sensi e dell’Arte Lapidea, con i suoi percorsi attraverso i cinque sensi (vista, udito, tatto, gusto e olfatto) è finalizzato alla conoscenza della storia, della cultura popolare e delle tradizioni del territorio. Il Museo è il luogo ideale per il Turismo Sociale, con i suoi percorsi per non vedenti, per le persone prive di udito, per gli anziani e, soprattutto, per scopi didattici.

23. Comune di Naro (Agenzia Pro.Pi-Ter. Sicilia Centro Meridionale Spa): Castello Chiaramontano
Dichiarato monumento nazionale dal 1912, il castello fu costruito nel corso del XII sec. dai Chiaramonte, sulle rovine di una precedente struttura di origine araba. Il castello, che occupa una superficie di 1460 mq ed ha un perimetro di 166 m., è stato oggetto d´interventi di restauro grazie ai quali oggi ospita un museo e spazi dedicati ad attività culturali.

SINTESI DEL PROGETTO


Il progetto I ART, capofilato dal Comune di Catania, ideato e diretto da I WORLD, si propone come un nuovo movimento artistico e culturale che coinvolge artisti di tutte le discipline e si fonda sulla reinterpretazione dell’universo identitario e delle tradizioni orali di Sicilia attraverso l’arte contemporanea.

Il Partenariato
Il partenariato del progetto comprende circa 100 Comuni siciliani, tra cui:
1. COMUNE DI CATANIA (capofila)
2. COMUNE DI PALERMO
3. COMUNE DI ENNA
4. COMUNE DI AGRIGENTO
5. COMUNE DI RAGUSA
6. COMUNE DI TAORMINA
7. COMUNE DI MODICA
8. COMUNE DI PIAZZA ARMERINA
9. COMUNE DI FAVIGNANA
10. COMUNE DI CASTELVETRANO
11. COMUNE DI SAMBUCA  DI SICILIA
12. COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA
13. COMUNE DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO
14. COMUNE DI MISTERBIANCO
15. COMUNE DI CALTABELLOTTA
16. COMUNE DI SUTERA
17. COMUNE DI ROSOLINI
18. COMUNE DI TROINA
19. COMUNE DI SANTA NINFA
20. COMUNE DI CINISI
21. COMUNE DI VIZZINI
22. COMUNE DI RODI MILICI
23. COMUNE DI POZZALLO
24. COMUNE DI MOTTA CAMASTRA
25. COMUNE DI MALFA (SALINA – ISOLE EOLIE)
26. UNIONE DI COMUNI “ELIMO ERICINI”, comprendente i Comuni di: Valderice, Buseto Palizzolo, Custonaci, San Vito Lo Capo, Paceco
27. AGENZIA PRO.PI-TER. SICILIA CENTRO MERIDIONALE SPA, comprendente i Comuni di: Camastra, Campobello di Licata, Canicattì, Castrofilippo, Comitini, Favara, Grotte, Licata, Naro, Palma Di Montechiaro, Racalmuto, Ravanusa.
28. SO.SVI.MA SPA-AGENZIA DI SVILUPPO LOCALE DELLE MADONIE: comprendente l’Ente Parco delle Madonie e i Comuni di: Alimena, Gratteri, Blufi, Isnello, Bompietro, Lascari, Caltavuturo, Petralia Soprana, Castelbuono, Petralia Sottana, Campofelice di Roccella, Polizzi Generosa, Castellana Sicula, Pollina, Cefalù, Resuttano, Collesano, Sclafani Bagni, Gangi, San Mauro Castelverde, Geraci Siculo, Scillato.
29. UNIONE DEI COMUNI VALLE DEI NEBRODI, comprendente i Comuni di: Sant’Agata di Militello, Galati Marmetino, Capo d´Orlando, San Fratello, Torrenova, Caronia, Santo Stefano di Camastra.
30. UNIONE DEI COMUNI TERRA DEI LANCIA, comprendente i Comuni di Brolo e Ficarra
31. UNIONE DEI COMUNI VALLE DEGLI IBLEI, comprendente i Comuni di: Canicattini Bagni, Palazzolo Acreide, Sortino, Ferla, Buccheri, Cassaro e Buscemi
32. UNIONE DEI COMUNI ALTO VERDURA E GEBBIA, comprendente i Comuni di: Burgio, Calamonaci, Lucca Sicula, Villafranca Sicula
33. I WORLD - ASSOCIAZIONE MONDIALE PER LA SALVAGUARDIA E LA VALORIZZAZIONE DELLE IDENTITA’ DELL’UMANITA’, i cui membri sono costituiti da enti pubblici rappresentanti circa 130 Comuni di tutte le province siciliane
34. ASSOCIAZIONE CLAC
35. ASSOCIAZIONE CULTURALE DARSHAN
36. SOCIETA’ COOPERATIVA ARL ENTR’ACTE
37. ASSOCIAZIONE CULTURALE COMPAGNIA ZAPPALA’ DANZA
38. ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRO MANOMAGIA
39. EDIZIONI LAPIS SRL
40. ASSOCIAZIONE CULTURALE LEGGERETE
41. ASSOCIAZIONE MUSICALE ETNEA
42. MU snc
43. ASSOCIAZIONE CULTURALE SPAZI CONTEMPORANEI
44. ASSOCIAZIONE CULTURALE ZO
45. ASSOCIAZIONE CULTURALE GESTI
46. ASSOCIAZIONE CITTÀ TEATRO
47. INDUSTRIA 01

I Partner Associati
Si tratta di istituzioni che non hanno un’implicazione diretta nel progetto e non prendono parte nell’implementazione delle attività previste, ma che condividono gli obiettivi dell’iniziativa e la sostengono attraverso un’azione di divulgazione a livello nazionale ed internazionale, garantendo la massima visibilità.
I partner associati, che non prendono parte all’ATS, sono i seguenti:
- Commissione Nazionale UNESCO - Ministero della Cultura della Repubblica Libanese;
- Commissione Nazionale UNESCO (ALECSO/ISESCO) - Ministero dell’Educazione della Repubblica d’Egitto;
- Commissione Nazionale UNESCO (ALECSO/ISESCO) - Ministero dell’Educazione del Regno Hashemita di Giordania;
- Ministero della Cultura del Regno Hashemita di Giordania;
- Prefettura di Tessalonicco - Grecia;
- Unione dei Comuni della Grecìa Salentina-Italia;
- Unione dei Comuni di Malta.
- ESPACE CROISE, Centre d´art contemporain Roubaix
- APOLLONIA, platform di cooperazione arte, Strasbourg
- UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA
- UCAN: Research and documentation Center on Art and Networks cultures
- INSTITUTE OF NETWORK CULTURES
- GLOBAL ART NETWORK
- CULTURE LINK NETWORK: ELENCO DELLE PRINCIPALI ISTITUZIONI OPERANTI NELLA CULTURA E ARTE
- IETM: INTERNATIONAL NETWORK OF CONTEMPORARY ART
- European Society for Contemporary Art
- THE EUROPEAN BIENNIAL NETWORK
- SOROS CENTERS FOR CONTEMPORARY ARTS (SCCA) NETWORK
- ELIA: European League of Institutes of the Arts
- RUE DE RIVOLI 59, PARIGI
- EMYAN: Euromed Young Artist Network

Obiettivi
Sviluppare servizi culturali integrati volti alla produzione, divulgazione e fruizione dell’arte contemporanea in Sicilia;
Creare una rete internazionale nel campo dell’arte contemporanea, per la valorizzazione dell’identità siciliana, in grado di interconnettere tutti i territori sulla base di un’unica strategia di sistema;
Migliorare la produzione qualitativa e quantitativa degli artisti siciliani nel campo dell’arte contemporanea ispirata alle identità locali, stimolando l’uso di linguaggi innovativi fondati anche sull’utilizzo delle nuove tecnologie;
Migliorare l’immagine Sicilia nel mondo attraverso la produzione di nuove forme artistiche che reinterpretano le sue identità e che la possano liberare dai pesanti stereotipi del passato, rivelandone al contempo gli aspetti più autentici;
Incrementare e destagionalizzare i flussi turistici in entrata, legati alla fruizione delle attività artistiche e ai luoghi del cinema dell’isola;
Allargare l’accesso ai prodotti innovativi, tecnologici e digitali;
Divulgare, valorizzare, tutelare e rendere maggiormente fruibili le risorse artistiche e architettoniche del territorio.


Attività previste
1. Realizzazione e messa in rete di 23 Centri Culturali Polivalenti (CCP) in 23 Comuni siciliani, per la creazione di servizi integrati regionali per l’arte contemporanea
In dettaglio, i CCP saranno realizzati nei seguenti luoghi ed edifici:
1. Comune di Catania: presso la “Palazzo della Cultura”
2. Comune di Valderice: Ex Stabilimento Monaco
3. Comune di Taormina: Ex Chiesa del Carmine
4. Comune di Misterbianco: Ex Stabilimento Monaco
5. Comune di Piazza Armerina: presso il Centro espositivo “Monte Prestami”
6. Comune di Santa Ninfa: presso Centro Sociale
7. Comune di Sambuca di Sicilia: Palazzo Panitteri
8. Comune di Calatafimi Segesta: Ex Convento di San Francesco
9. Comune di Sutera: immobile sito in Piazza Sant’Agata, 37
10. Comune di Modica: presso l’immobile Palazzotto “Ex COPAI”
11. Comune di Favignana: “Palazzo Florio”
12. Comune di Lucca Sicula (Unione dei Comuni Alto Verdure e Gebbia): presso la Casa di riposo per anziani
13. Comune di Rodì Milici:  all’interno del Museo Antiquarium
14. Comune di Pozzallo: Spazio cultura “Meno Assenza”
15. Comune di Motta Camastra: Immobile sito in via Roma (foglio di mappa N°18)
16. Comune di Galati Mamertino: Scuola Media in località Contura
17. Comune di Ragusa: Centro Servizi Culturali, in via Generale Diaz
18. Comune di Barcellona Pozzo di Gotto: Spazi della Ex Stazione Ferroviaria
19. Comune di Castelvetrano: Sant’ Agostino
20. Comune di Vizzini: “Palazzo Costa”
21. Comune di Geraci Siculo (So.Svi.Ma Spa- Agenzia di Sviluppo Locale delle Madonie) : “Ex convento dei Padri Cappuccini”
22. Comune di Canicattini Bagni (Unione dei Comuni Valle degli IBLEI): Museo dei sensi e dell’arte lapidea”
23. Comune di Naro (Agenzia Pro.Pi-Ter. Sicilia Centro Meridionale Spa): Castello

I CCP sono concepiti come una rete integrata e coordinata a livello regionale, in grado di offrire a tutti i giovani artisti locali e soggetti interessati, i seguenti servizi:
a. Spazi espositivi per mostre temporanee ed eventi artistici

b. Sportello InformArt, servizi di informazione e promozione per i giovani artisti siciliani e di
promozione turistica degli itinerari culturali legati all’arte contemporanea, ai luoghi della memoria
e delle identità siciliane, ai luoghi del cinema (movie tour) e alle architetture contemporanee
più rappresentative dell’isola.
c. Film bureaux, servizio pubblico per la facilitazione delle produzioni cinematografiche e
audiovisive nei territori e promuovere.
d. Officine dell’arte, strutture tecnologiche finalizzate alla produzione artistica contemporanea.

2. La Rete di I ART
Al fine di stimolare la crescita culturale e l’aggregazione artistica a livello regionale, attraverso un confronto aperto e costruttivo sull’arte contemporanea della Sicilia, il progetto prevede la creazione di una rete dell’arte contemporanea siciliana e internazionale.

3. ATTIVITÀ DI FORMAZIONE ARTISTICA E PROGRAMMA DI ARTIST IN RESIDENCE
3.1. Programma di Laboratori Multidisciplinari
a) Arti performative
b) Arti visive, audiovisive, digitali e multimediali
c) Arti tattili e Design artigianale

3.2. Artist in Residence
Il programma di residenza di artisti prevede la partecipazione di trenta giovani artisti di ogni parte d’Europa e del Mediterraneo, selezionati con avviso pubblico, che permarranno per trenta giorni in Sicilia per creare nuove opere d’arte ispirate alle identità territoriali, con particolare attenzione per il patrimonio culturale immateriale.

4. ITINERARI D’ARTE E CULTURA
Gli innovativi itinerari turistico culturali integrati risalteranno le specificità artistiche dei territori coinvolti e saranno sviluppati a partire dalle architetture e forme artistiche contemporanee inserite nella rete I ART, precedentemente selezionate dalla commissione scientifica in base a criteri di eccellenza e ai principi del manifesto condiviso I ART.

5. IL FESTIVAL I ART
Il Festival rappresenta un forte ed essenziale momento di coinvolgimento, rivelazione e comunicazione delle nuove forme dell’arte contemporanea siciliana legata alle identità, con l’obiettivo di divulgare la nuova forma e immagine della cultura siciliana contemporanea. Il festival multidisciplinare offrirà un’ampia panoramica sull’arte contemporanea in Sicilia e si articolerà
nelle seguenti sezioni:

1. Danza
2. Teatro
3. Grandi Eventi
4. Letteratura e reading
5. Musica
6. Arte e Mostre
7. Cinema e Video Arte
8. Architettura contemporanea

6. ATTIVITÀ DI COMUNICAZIONE e MARKETING CULTURALE
L’attività comprende quanto segue:

Attività 6.1. Portale Web I ART
Il Portale web di I ART offrirà informazioni su tutte le attività e discipline del progetto.

Attività 6.2. IART WEB TV
La Web TV sarà interamente dedicata all’arte contemporanea siciliana, proponendo eventi, attività,
laboratori e quant’altro realizzato nel corso del progetto, che saranno trasmessi sul portale web.

Attività 6.3.  Materiale promozionale
I ART prevede un’ampia attività divulgativa, che sarà focalizzata sull’intero territorio regionale,
oltre che su scala nazionale ed internazionale.


Dott. Lucio Tambuzzo
Ideazione e Direzione Generale Progetto I AR







 

ALTRE NOTIZIE

Strage di Capaci: ricorre oggi il 32° anniversario. La dedica della Fondazione Falcone alle vittime della strage di Casteldaccia.
Oggi 23 Maggio 2024, a 32 anni dalla strage di Capaci in cui morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre poliziotti della scorta (Vi...
Leggi tutto
Trapani calcio. Caduta la imbattibilità stagionale (contro Cavese).
La terza giornata del triangolare della Poule Scudetto - serie D ha visto di fronte al Provinciale Trapani e Cavese. I risultati delle prime due gio...
Leggi tutto
Conclusa importante esercitazione della protezione civile. Tra i partecipanti anche l´affiliata ANAS "S.P.C.S"
Non vi preoccupate ci stiamo esercitando! Così comincia l’esercitazione “Salomone 2024” svoltasi dal 17 al 19 maggio. I volontari della Prote...
Leggi tutto
Borghi dei Tesori Roots Festival. Tre weekend dal 10 al 26 Maggio.
Borghi dei Tesori Roots Festival è parte quest’anno del progetto Italea Sicilia, che sceglie come testimonial uno dei volti più amati tr...
Leggi tutto
"Trapani Arabian Horse Cup" al via il 18 Maggio.
Al via, domani 18 Maggio, la “Trapani Arabian Horse Cup”. L’evento equestre, col patrocinio del Comune di Trapani, è stato organizzato dal Nuov...
Leggi tutto
Virtuale è Reale: Fuori dagli Schermi, il progetto di F.I.T.A. e A.N.A.S Italia ha unito le 9 province della regione siciliana contro cyberbullismo e hate speech
Si è realizzato in data 16 maggio 2024, nell’ambito delle iniziative di interesse generale finanziate dall’Assessorato della Famiglia, delle Po...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web