Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 18/12/2014 da REDAZIONE REGIONALE

SALEMI - presentazione libro “Dormono sulla Collina” di Giacomo Di Girolamo

SALEMI
venerdì 19 dicembre 2014 – h 17.30
CENTRO PER IL CINEMA INDIPENDENTE_ SALEMI
Costruire Visioni_Centri Luoghi Periferie
Venerdi 19 dicembre alle ore 17,30, presso il Centro Kim di Salemi, nel quadro della
programmazione della rassegna “Costruire Visioni, Centri luoghi periferie”, promossa
dall’ASSESSORATO ALLA CULTURA, TURISMO E SPETTACOLO, la stagione invernale nel
Comune di Salemi si arricchisce di un evento particolarmente interessante.
Verrà presentata l’ultima fatica editoriale del giornalista-scrittore Giacomo Di Girolamo “Dormono
sulla Collina”.
Non della solita promozione di un libro si tratterà, ma di un notevole evento culturale che
certamente coinvolgerà anche emotivamente il pubblico presente.
Andrà in scena una sorta di recital con la lettura di molti brani tratti dal poderoso volume.
Oltre che dall’autore stesso, le pagine verranno lette dall’attore-regista Silvio Spisso.
Giacomo Di Girolamo, giornalista, vive a Marsala. È direttore del portale www.tp24.it e della radio
trapanese Rmc 101, e collabora con la Repubblica e Il Sole 24 Ore. Nel 2014 ha vinto il
Premiolino, il più importante premio giornalistico italiano. Tra le opere pubblicate
ricordiamo: Matteo Messina Denaro. L’invisibile (Editori Riuniti, 2010) e Cosa Grigia (il Saggiatore,
2012).
Dove sono Sandro, il presidente partigiano, e Francesco, che picconava? Dov’è Aldo? Aspetta
ancora la sua liberazione? E Giulio il Divo, l’ha poi capita la differenza tra cos’è bene e cos’è
male? Tutti, tutti dormono sulla collina. Dove sono Yara, Sarah, Tommy? Contateli qui, i loro
amabili resti. Dove sono i giudici Paolo e Giovanni? I boss Tano e Don Masino? Dove sono i poeti,
i calciatori, le donne e gli uomini di spettacolo? Canzonissima, Milleluci e il Drive In? Gli
sconosciuti, gli uomini senza memoria, gli eroi nascosti, i miserabili? I morti in prigione, i caduti da
un ponte? Le donne morte per un amore contrastato o inseguendo la vita? Tutti, tutti dormono
sulla collina.
Questo libro si pone un obiettivo smisurato: il nostro paese raccontato da chi dorme, e sempre
dormirà, sulla collina. Siamo di fronte alla Spoon River d’Italia. Il paese lo raccontano loro: gli
uomini che sono passati di qui, quelli che hanno fatto la storia oppure che l’hanno subita. Gli
uomini che tutto sapevano e nulla rivelarono. Gli uomini che nulla sapevano e tutto rivelarono.
Uomini magniloquenti, uomini magnifici, uomini miserabili. Uomini piccoli e piccoli uomini. Volti
imperiosi e notissimi, volti arcaici, che hanno fatto un qualche frammento di storia, anche se
nessuno lo sa. Sono le loro voci a fare la storia. Dov’è Pino Pinelli, l’uomo che non voleva volare?
Dov’è il poeta, Giuseppe Ungaretti? S’illumina ancora di immenso? Dove sono Anna Magnani,
quelli di Piazza della Loggia, le vittime del terremoto dell’Aquila? Dove il piccolo Samuele di
Cogne, dove Marco Pantani, dove Giulio Andreotti? Il generale Dalla Chiesa? Dormono, dormono
sulla collina. E non solo loro. Programmi televisivi, bombe che esplodono, decreti legge. Anche gli
oggetti. Gli oggetti sono così silenziosi, ma sanno tutto di noi, e fanno la storia. Anche loro:
dormono sulla collina. Non è infatti un caso che la prima «voce» di questo coro non sia umana: a
parlare è la Bomba di Piazza Fontana. È uno degli innumerevoli inizi italiani e a cantarlo è un
ordigno capace di segnare l’immaginario di quell’Italia che possiamo in modo equivoco definire
«contemporanea»: là dove accade sempre tutto in contemporanea. Anni plumbei, anni mirabili,
anni di schermi televisivi accesi e di fari spenti nella notte, anni di pop e di partiti popolari, con le
inevitabili afferenze di mafie, logge, piovre, rivoluzioni mancate, riforme promesse e promesse
rimandate, cronache nere e cronache rosa, un partigiano come presidente e presidenti campioni di
partigianeria. Si potrebbe andare avanti all’infinito, iniziando dal 1969 e arrivando a oggi. Leggere
questo libro significa immergersi in un oceano di voci, di storie molto note e di storie
dimenticatissime. Come Edgar Lee Masters, ma non in versi, Giacomo Di Girolamo scrive
un’opera mastodontica, tragica e poetica, lirica e comica, ottimista e disperata, destinata a essere
un classico.
Città di Salemi
Assessorato Cultura, Turismo, Spettacolo
Staff Comunicazione
e-mail: salemieventi@gmail.com

 

ALTRE NOTIZIE

Festa della Mamma, Associazione Nazionale di Azione Sociale: Partorire in tempo di pandemia, un make up per le mamme e una porzione di dolcezza ai bambini
Le donne che hanno partorito durante l’ultimo anno hanno risentito degli effetti della pandemia: da un lato per il timore di contrarre il virus in osp...
Leggi tutto
Festa della Mamma 2021, Associazione Nazionale di Azione Sociale: Un “Trucco per Stare Meglio”
Domenica, 9 Maggio 2021 sarà la festa della mamma, una ricorrenza laica diffusa in tutto il mondo, in quanto ...
Leggi tutto
Scuola, lunedi forum su fiscalità nel mondo della scuola su iniziativa di Confasi
Si svolgerà lunedi prossimo, 10 maggio, con inizio alle ore 10 on line in diretta su Facebook l´incontro sul tema “Fiscalità nel compa...
Leggi tutto
Il sindaco di Trapani chiede all´Asp di migliorare area di attesa alla Cittadella
Con una nota inviata al Commissario Straordinario dell´ASP di Trapani, il sindaco Giacomo Tranchida ha segnalato com...
Leggi tutto
AMATO (CONFINTESA SANITA’): Confintesa Sanità contro il mancato riconoscimento del ruolo sociosanitario a OSS, assistenti sociali e sociologi
La presa di posizione dopo la non ammissibilità al Senato dell´emendamento approvato dalle Commissioni Bilancio e Finanze. Domenico Amat...
Leggi tutto
Confasi Scuola: “Più opportunità ai docenti impegnati a conseguire la specializzazione nel sostegno e  contemporaneamente negli esami e  negli scrutini di fine anno”
Facendo proprie le segnalazioni ricevute da parte dei docenti impegnati a conseguire i titoli di specializzazione nel sostegno e contemporaneamente a...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web