Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 16/12/2014 da REDAZIONE REGIONALE

CAD - COMUNICATO

CAD
SANITA. Più mamme allattano al seno, le straniere sono di più
Dati Istat: Italia paese europeo con maggiore ricorso a cesareo
(DIRE - Notiziario Sanità) Roma, 10 dic. - Aumentano le mamme che
allattano al seno, ma quelle straniere sono di più. Sono alcuni dei
dati diffusi dallŽIstat a proposito di ŽGravidanza, parto e allattamento
al senoŽ.

In Italia "le donne fruiscono di un buon livello di assistenza durante
la gravidanza": è quanto si rileva "dai risultati dellŽindagine sulla
salute conclusa nel 2013, che fa riferimento a 2,7 milioni di donne (di
cui il 18,2% straniere) che hanno avuto un figlio nei cinque anni
precedenti la rilevazione. Il 94,3% delle donne si sottopone alla prima
visita entro il terzo mese di gravidanza (come raccomandato dai
protocolli nazionali) analogamente a quanto avveniva nel 2000 e nel
2005".

Inoltre, "continua ad aumentare la medicalizzazione in gravidanza. Si
incrementa la quota di donne che eccede nei controlli ecografici: il
37,6% ha fatto almeno 7 ecografie durante la gestazione (il 23,8% nel
2000 e il 28,9% nel 2005).

Migliora la consapevolezza delle donne fumatrici sui danni del fumo per
il nascituro: il 74,1% smette di fumare nel periodo di gestazione (63,4%
nel 2000), il 22,8% riduce le quantità e solo il 3% non modifica le
proprie abitudini al fumo (6,8% nel 2000). LŽ89,2% delle donne più
istruite smette di fumare contro il 65,2% di quelle che hanno al massimo
la licenza di scuola media inferiore".

LŽItalia resta il paese europeo "con il più alto ricorso al taglio
cesareo, con una quota pari al 36,3% secondo i dati del 2013, relativi
alle schede di dimissione ospedaliera (SDO) del Ministero della Salute.
Una quota simile è stimata anche con lŽindagine sulla salute del 2013,
con forti differenze sul territorio, a svantaggio del Mezzogiorno",
scrive ancora lŽIstat.

Anche nellŽassistenza al parto spontaneo "non mancano pratiche di
medicalizzazione nella fase del travaglio o del parto; nel 32% dei casi
riguardano la rottura artificiale delle membrane, nel 34,7%
lŽepisiotomia e nel 22,3% la somministrazione di ossitocina per
aumentare la frequenza e lŽintensità delle contrazioni- si legge
ancora- Aumentano, rispetto al 2005, le donne che allattano al seno
(85,5% contro lŽ 81,1%). Continua a crescere anche la durata media del
periodo di allattamento: da 6,2 mesi nel 2000 a 7,3 mesi nel 2005 fino
al valore di 8,3 nel 2013. Il numero medio di mesi di allattamento
esclusivo al seno è pari a 4,1; il valore più alto si registra nella
Provincia autonoma di Trento (5,0) e quello più basso in Sicilia
(3,5)". Invece tra le cittadine straniere "è maggiore sia la quota di
donne che allatta (lŽ89,4% contro lŽ84,6% delle italiane), sia la durata
dellŽallattamento (9,2 mesi in media, contro 8,1 delle italiane)".

SANITA. A Bambino Gesù sperimentazione cuore artificiale
Grazie a Conad progetto per impianti su piccoli pazienti
(DIRE - Notiziario Sanità) Roma, 10 dic. - In Italia nascono 4 mila
bambini allŽanno affetti da gravi malattie cardiache. Per questo
allŽospedale pediatrico Bambino GesuŽ parte la ricerca clinica per lo
sviluppo di 2 nuovi cuori artificiali pediatrici, totalmente
impiantabili, del peso rispettivamente di 11 e 40 grammi. Il progetto
ŽUn cuore nuovoŽ, presentato oggi dal presidente Giuseppe Profiti e dal
responsabile Ecmo dellŽospedale, Antonio Amodeo, vede la luce grazie ad
un contributo di 861.628 euro che Conad ha messo a disposizione
sensibilizzando e coinvolgendo oltre 300 mila clienti in possesso di
Carta Insieme. I due cuori sono apparecchi dalla ridotta invasività e
dotati di unŽalimentazione che riduce i rischi infettivi: una pompa
assiale attivata elettronicamente e collocata interamente allŽinterno
del torace. Questi nuovi modelli permetteranno ai piccoli pazienti di
essere dimessi a casa e aspettare il trapianto nel loro ambiente
familiare. "Il Dipartimento medico chirurgico di Cardiologia pediatrica
eŽ una delle principali aree di eccellenza internazionale del nostro
ospedale- orientata allŽinnovazione clinica e tecnologica- ha detto
Profiti- Siamo grati alla Conad per il suo eccezionale impegno e siamo
riconoscenti nei confronti delle tantissime persone che tramite Conad
hanno deciso di sostenerci". Il presidente di Conad, Claudio Alibrandi,
ha replicato: "Abbiamo costruito un fattore di sensibilizzazione su un
tema delicato quanto eŽ la malattia cardiaca nei piùŽ piccoli. Siamo
orgogliosi di questo risultato e della speranza di vita che i medici del
Bambino GesuŽ potranno dare a tanti bambino malati grazie a questo
progetto". Amodeo ha invece evidenziato come "lŽinsufficienza cardiaca
pediatrica, malattia letale e disabilitante, eŽ in aumento in questi
anni. Vista la riduzione dei trapianti cardiaci e la difficoltaŽ del
reperimento di Žcuori pediatriciŽ, sono necessarie nuove strategie. Per
questi motivi il Bambino GesuŽ ha deciso di intraprendere questo
progetto". I dati dellŽospedale sono eloquenti: nel triennio 2011-2013
il Bambino GesuŽ ha coperto quasi il 50% di impianti di cuori
artificiali pediatrici in Italia. In trentŽanni di attivitaŽ sono stati
effettuati interventi su oltre 12 mila piccoli pazienti, di cui 242
trapianti di cuore e cuore-pomone. Infine, oltre allŽimpianto dei cuori
artificiali verraŽ sperimentata la terapia cellulare rigenerativa
miocardiaca, mediante lŽutilizzo di cellule staminali. Il modello di
ricerca prevede che alcune cellule staminali autologhe vengano prelevate
dal paziente allŽatto dellŽimpianto chiurgico del cuore artificiale e,
dopo un processo di Žcaratterizzazione ed espansioneŽ, reintrodotte nel
muscolo cardiaco al fine di generare nuovo tessuto miocardico, con
conseguente recupero della funzionalità del cuore.

SANITA. Ebola. Boldrini: Ue faccia di più, servono 5000 medici
"Italiani eroi in prima linea contro virus"
(DIRE - Notiziario Sanità) Roma, 10 dic. - In Italia il diffondersi di
ebola ha animato "un dibattito pubblico molto povero". A dirlo, nel
corso del convegno a Montecitorio "Ebola, gli italiani sfidano la paura"
eŽ la presidente della Camera Laura Boldrini. LŽattenzione principale,
spiega, eŽ stata posta "sui rischi e sulle misure di contrasto, ma non
cŽeŽ stata unŽanalisi approfondita di questo fenomeno, di come si eŽ
sviluppato.

Qualcuno eŽ arrivato a dire che lŽItalia, per proteggersi, deve
interrompere lŽoperazione ŽMare nostrumŽ. EŽ stato detto anche questo,
nel nostro dibattito pubblico. E questo dimostra la mancanza di visione,
di articolazione, e anche una certa povertaŽ rispetto ai modi di
affrontare i grandi temi".

La presidente della Camera ricorda lŽemendamento alla legge di
stabilitaŽ che consente di godere di aspettativa "per chi chiede di
andare a lavorare nei paesi colpiti da ebola. Le istituzioni- aggiunge-
cercano di fare la loro parte. LŽUnione europea deve fare di piuŽ per
contrastare questa malattia e questo significa- conclude- che bisogna
inviare almeno 5mila medici nei Paesi colpiti da ebola".

ITALIANI EROI IN PRIMA LINEA CONTRO VIRUS - "In questa cittaŽ cŽeŽ chi
lucra e ha lucrato sulle spalle dei piùŽ deboli e dei piùŽ
vulnerabili. LŽItalia che celebriamo oggi, invece, eŽ diversa. Parliamo
di eroi e di eroine del nostro tempo, che sfidano la paura". CosiŽ il
presidente della Camera, Laura Boldrini, ha aperto il convegno.
AllŽincontro, oltre al direttore scientifico dello Spallanzani di Roma,
Giuseppe Ippolito, sono presenti i volontari e gli operatori delle
organizzazioni impegnate in Africa nel contrasto ad Ebola.

"Ho organizzato questo incontro percheŽ ritengo importante esprimere
gratitudine istituzionale agli operatori che ci rappresentano e
rischiano nel loro lavoro. Questa Italia raramente appare- ha aggiunto
Boldrini- Nella lotta contro Ebola gli italiani sono in prima linea,
sfidano la paura e si distinguono per generositaŽ e professionalitaŽ. Le
istituzioni cercano di fare la loro parte, ma per fare di piùŽ eŽ
importante sentire le vostre testimonianze".

 

ALTRE NOTIZIE

Eletto il nuovo presidente della RETE ANAS Sardegna
Si è svolta in data odierna ( 4 dicembre 2021) l´assemblea regionale della RETE ANAS (Associazione Nazionale  di Azione Sociale) della Sa...
Leggi tutto
Garanzia Giovani opportunità per l´inserimento nel mondo del lavoro per i giovani
La Rete Associativa ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) non è una organizzazione di enti senza scopo di lucro a carattere nazionale...
Leggi tutto
Sindaco di Trapani replica ai M5S sulle segnalazioni e diffidi
Com´è noto, dopo decenni di chiacchiere e false promesse, finalmente grazie alla sinergica intesa e concreta operosità dell´...
Leggi tutto
AL PROFESSOR SERGIO GIVONE IL PREMIO LEOPARDIANO “LA GINESTRA” ALLA QUATTORDICESIMA EDIZIONE
L’edizione 2021 del Premio “La Ginestra” che si svolgerà domenica mattina 5 dicembre alle ore 11.00 a Ercolano in provincia di Napoli nella Vil...
Leggi tutto
ALCAMO: ANZIANO MALATO SI PERDE PER LE VIE DELLA CITTA’ I CARABINIERI LO RIACCOMPAGNANO DALLA MOGLIE
Qualche giorno fa i Carabinieri della Compagnia di Alcamo sono stati chiamati ad eseguire un intervento estremamente delicato che fortunatamente, graz...
Leggi tutto
TRAPANI: INGRESSO ILLEGALE SU TERRITORIO NAZIONALE. 2 ARRESTI DEI CARABINIERI
Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Castelvetrano hanno arrestato 2 cittadini extracomunitari per il reato di reingresso illegale s...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ŽCampagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019Ž. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ŽOrlando veloce a iscrivere migranti allŽanagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchiaŽ:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web