Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 24/01/2022 da Patrizia Carcagno

Che cosa sono e come sono fatti i diffusori in tessuto

Che

I dispositivi in tessuto che hanno il compito di assicurare la diffusione dell’aria prendono il nome di diffusori tessili. La diffusione può essere ottenuta con modalità differenti: attraverso il fondello, attraverso la microforatura, attraverso un ugello, attraverso un adattatore, attraverso la permeabilità del tessuto o attraverso i microugelli. La scelta dell’una o dell’altra soluzione deriva dalle caratteristiche di installazione e dal contesto di destinazione.

La pressione statica utile all’imbocco

Uno dei fattori più significativi tra quelli che è opportuno valutare è rappresentato dalla pressione statica utile all’imbocco. Nel caso in cui il canale sia lineare, i diffusori sono in grado di gonfiarsi con 50 o 60 Pa, mentre in presenza di un sistema più complesso, magari con riduzioni di diametro, abbassamenti o curve, la pressione statica è determinante per il funzionamento del sistema tra i 200 e i 250 Pa, allo scopo di prevenire fenomeni di vibrazioni.

L’alta induzione e la bassa induzione

Le combinazioni fra la dislocazione dei fori e la dimensioni degli stessi sono davvero tante, in funzione delle molteplici opportunità di pressione e di portata. Sono due, invece, le modalità possibili per quanto concerne le opzioni di lancio: la bassa induzione e l’alta induzione. I diffusori ad alta induzione sono richiesti per le distanze più lunghe e funzionano grazie alla tecnica della foratura, che prevede l’adozione di fori con un diametro di non meno di 4 millimetri. I diffusori a bassa induzione, invece, si basano sulla microforatura, e quindi su fori molto più piccoli. Per capire qual è la soluzione di foratura migliore a seconda delle esigenze che ci si propone di assecondare, è opportuno tenere conto anche delle variazioni di temperatura. La pressione statica nel diffusore condiziona sempre la gittata dell’aria canalizzata, la quale – comunque – dipende anche dal differenziale termico, cioè dal divario fra la temperatura che viene immessa e la temperatura ambiente.

Le dimensioni dei diffusori

La produzione dei diffusori consente di variare le dimensioni a seconda degli ambienti di destinazione: così, se il diametro minimo è di 10 centimetri, quello massimo può arrivare fino a 2 metri. Per quanto riguarda la lunghezza, invece, non sono previsti vincoli, dato che ogni diffusore è progettato e costruito su misura per adattarsi alle esigenze dell’ambiente in cui dovrà essere collocato. I produttori, comunque, raccomandano di suddividere gli elementi più lunghi in spezzoni più corti – per esempio da 10 metri -: questo permette di sostituirli con più facilità nel caso in cui si presentasse la necessità di cambiarne uno, magari perché usurato.

La sezione dei diffusori tessili

I diffusori tessili possono presentare una sezione quadrata, triangolare (solo in depressione), circolare, semicircolare o a quarto di cerchio (solo in pressione): ognuna di queste soluzioni ha caratteristiche specifiche, da considerare con attenzione. I diffusori a sezione circolare, per esempio, sono quelli più consigliati, anche perché rappresentano la versione base che richiede una manutenzione agevole. Quelli a quarto di cerchio e quelli semicircolari, invece, vengono scelti sia per motivazioni di carattere estetico sia in contesti in cui non c’è abbastanza spazio per i diffusori a sezione circolare. Nel caso di un diffusore quadrato, infine, si può mantenere la forma unicamente con una struttura che consenta di tenere in posizione i 4 angoli.

I diffusori in tessuto di Prihoda

Prihoda è una delle aziende leader a livello europeo per la produzione e la fornitura di diffusori in tessuto. Merito, tra l’altro, della sua ricca dotazione tecnologia e dei suoi apparecchi all’avanguardia, fra i quali spiccano ben tredici macchine laser che riducono i tempi di consegna e garantiscono alle commesse di produzione un andamento il più possibile fluido.

 

ALTRE NOTIZIE

A Cinisi Con la RETE ANAS a difesa del territorio
La territoriale della rete Associativa ANAS (Associazione Nazionale di Azione Sociale) di Cinisi, d´intesa con il Comune garantirà per i ...
Leggi tutto
Lo scrittore e maestro di karate Rodolfo Martinez presenta “Kokopelli il vento che suona”: un racconto per spronare i più giovani a scoprire se stessi
"Se non si hanno sogni in cui credere, se non si tenta anche minimamente di spiccare il volo, si è destinati a una vita triste, senza colori, s...
Leggi tutto
A Taormina il 5 Agosto Jimmi Sax stratosferico concerto da non perdere
Taormina,Me. Attesissimo al Teatro Antico di Taormina, il 5 Agosto, il concerto del re del sassofono, Jimmi Sax, le cui sonorità, brillanti ed...
Leggi tutto
Istituzione del servizio di psicologia e dello psicologo delle cure primarie in Sicilia, il deputato regionale Giuseppe Zitelli sollecita l´approvazione del disegno di legge
Individuazione precoce delle problematiche sanitarie che, se non opportunamente diagnosticate, rischiano di dover essere affrontate con interventi com...
Leggi tutto
PANTELLERIA, IL 25 AGOSTO NAVE VESPUCCI VISITERÁ L´ISOLA IN VIAGGIO TRA TRAPANI E PANTELLERIA, IL VASCELLO ITALIANO PIU´ FAMOSO DEL MONDO SOSTERÁ A BUE MARINO
L´isola di Pantelleria il 25 agosto pv avrà l´onore di ospitare la sosta del veliero italiano più famoso del mondo, Nave Ves...
Leggi tutto
“Medico, Fisico, o…Parisi?”
In questi giorni, gira una pubblicità sulla quarta dose di vaccino.

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web