Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 30/07/2021 da Cinzia Testa

UIl, il Sud si rilancia con le risorse stanziate dall´Unione Europea

UIl,
 

Ripartiamo dal Sud. Questo è l´obiettivo dichiarato dalla Uil che pone al centro della propria azione sindacale il Mezzogiorno. E lo fa proprio con Pier Paolo Bombardieri segretario nazionale. Figlio di Oscar, importante dirigente politico del Partito Socialista, stimato sindaco per oltre dieci anni di Gioiosa Ionica, il leader della UIL ritiene che oggi "non possiamo sprecare la grande opportunità del Pnrr e delle ingenti risorse europee che saranno disponibili già nei prossimi mesi". Il Mezzogiorno è un territorio difficile, dove la sopraffazione della legalità, la paura come prevalente collante sociale, la vendetta come unico sentimento praticato, l’insicurezza come unica dimensione del vivere e l’uso della forza fanno da contraltare alla faticosa pratica democratica del confronto e della mediazione.  L’importante cifra del PNRR, spinge molti ad un ottimismo forse un pochino esagerato, paragonandolo ad una “manna dal cielo”, ad una panacea che sicuramente risolverà tutti i problemi del nostro tormentato Paese. Ma forse è meglio essere un pochino più cauti e realisti.

“In un momento critico per lo stato della situazione economica del Paese,” - dichiara il segretario della Uil–“ dobbiamo parlare di ripresa della lotta per il lavoro, per mantenere il lavoro di chi ce l’ha, per dare lavoro a chi non ce l’ha, per dare stabilità a chi vive la precarietà. E lottare per il lavoro significa lottare per lo sviluppo che non può più essere prerogativa di una sola metà del Paese.” 

Volere lo sviluppo per il Paese e in particolare per il nostro tormentato meridione, significa combattere per stroncare una criminalità organizzata, parassita delle risorse e degli sforzi di tanti cittadini e lavoratori onesti, che lo abitano. Significa riportare i frutti, enormi, di questo parassitismo nei canali della legalità economica, significa produrre sviluppo per tutti e non ricchezza per pochi, significa ricreare fiducia e volontà di nuovo impegno al posto della rassegnazione Questi presupposti sono fondamentali per quanto riguarda l’individuazione delle aree criminali nel Mezzogiorno e nelle isole. Il sindacato può e deve intervenire rinnovando le ragioni sociali ed economiche che influiscono sul nascere della criminalità come la miseria, la disoccupazione, il lavoro irregolare, il degrado umano.  Rafforzando la propria struttura organizzativa può, e deve, dare risposte al bisogno di solidarietà, di appartenenza, di comunanza, propria della storia del Mezzogiorno. 

“Questo SUD” - continua Bombardieri – “ha profondamente bisogno di tornare alla legalità, tornare cioè a regole di comportamento chiare, condivise e valide per tutti, che antepongano il bene comune agli interessi particolari; all’applicazione anche coattiva di queste regole per evitare che solo gli onesti e i deboli vi si attengano mentre i forti e i furbi tranquillamente le evadono; all’efficienza delle strutture sociali che permettano a tutti l’attuazione dei propri diritti senza bisogno di privilegi particolari. Sappiamo che i passaggi legislativi di questi ultimi anni sono stati spesso il contrario di tutto questo: aumento delle leggi “particolaristiche”, a favore di qualcuno, e riduzione drastica di leggi “generali” a favore del bene comune, così come il massiccio ricorso ad amnistie e condoni. Il danno sociale, come quello economico, è grave, ma noi vogliamo dare speranza a tutti quei giovani che vogliono restare e a tutte le persone perbene che vorrebbero lavorare e avere finalmente un riscatto. Incentivare lo sviluppo, investire in ricerca ed innovazione, in infrastrutture ed opere pubbliche. La creazione di buoni posti di lavoro dipenderà esclusivamente dall’attuazione di questa politica. A partire dalle analisi dei bisogni e delle opportunità, le forze sindacali, le amministrazioni locali e le forze imprenditoriali hanno individuato gli obiettivi per raggiungere un più alto livello di benessere ed un minore livello di disagio sociale. Bisogna sensibilizzare il contesto sociale, culturale, economico e politico attraverso un percorso comune di formazione e informazione. Occorre quindi, un vero Progetto per il Mezzogiorno, che fa della selezione dei problemi, il suo punto di forza e il suo elemento qualificante. 

Tra i primi provvedimenti bisognerà certamente collocare, da un lato, la realizzazione di infrastrutture e, dall’altro, la definizione di una politica fiscale che incentivi le imprese a investire al Sud e che sia in grado di attirare capitali italiani ed esteri in questa parte del nostro Paese.

“Questa è la battaglia che bisogna combattere per lo sviluppo e per il lavoro,” ha dichiarato ancora Bombardieri –“noi vorremmo che il Sud diventasse una risorsa ed una opportunità per tutto il nostro Paese e vorremmo che questo primo passo compiuto dalle parti sociali fosse capace di trasformare le statiche potenzialità in dinamica concretezza. Ora sta al governo cogliere questa opportunità, e noi siamo qui per ricordargli che da soli non si va da nessuna parte. Negli ultimi mesi, come sindacato abbiamo letteralmente inondato il governo di proposte per risolvere i vari nodi della crisi del Paese. Proposte sul Mezzogiorno, sulla crisi industriale, sul costo della vita, sull’occupazione, sulla necessità di nuovi ammortizzatori sociali, sul welfare, sulla previdenza complementare.”  Tanti i tavoli di confronto quindi, sui quali, se ci fosse una reale volontà, sarebbe possibile trovare un’intesa per il bene del Paese. A quanto pare però spesso ci si accorge che il governo è occupato su altri fronti, che purtroppo risultano interessanti per una minoranza di cittadini, mentre la maggioranza continua a difendere il potere d’acquisto dei loro esigui salari, il proprio posto di lavoro e la possibilità stessa di poter trovare un lavoro, un qualunque lavoro.

“Bisogna intervenire subito sugli ammortizzatori sociali, bisogna ridurre il carico fiscale sul lavoro e sui redditi da lavoro dipendente e frenare questa emorragia di posti di lavoro. Per milioni di giovani, oggi, ci sono esigenze diverse da quelle dei loro padri ed aspettative dominate dall’incertezza del futuro a cui occorre dare risposte concrete. Risposte ancora da definire o da costruire affinché nessuno possa restare indietro. E se non abbiamo la consapevolezza”conclude Bombardieri – “che tutti insieme siamo legati allo stesso destino, che il benessere dell’uno non è necessariamente in conflitto con il benessere dell’altro, che anzi se cresciamo tutti cresce questo sud e cresce l’intero Paese, più e meglio, che se ci sentiamo una comunità,  cresce il senso della solidarietà  e del bene comune come scopo e obiettivo contribuendo a sviluppare il senso della coscienza civile, per diventare cittadini migliori in una Italia che si vota sempre di più al progresso.”

Enza Maria Agrusa 


 

ALTRE NOTIZIE

Il fascino delle candele profumate
Spesso, pensando ad una casa, non si rimane solamente colpiti dalla sua struttura degli spazi, o dalla disposizione ...
Leggi tutto
Trapaniok cerca giovani disoccupati desiderosi di intraprendere l’attività giornalistica
Trapaniok cerca giovani disoccupati che vogliano intraprendere l’attività giornalistica o che sappiano gestire una redazione o l’aspetto relat...
Leggi tutto
Apertura nuovo anno scolastico: la lettera dell´Amministrazione comunale di Erice
Apertura nuovo anno scolastico
La lette...
Leggi tutto
Oltre 546 mila visitatori nel mese di agosto nei luoghi della cultura in Sicilia, con un incremento di quasi 65 mila presenze rispetto al 2020
L’Assessore Samonà: 
“Raccogliamo i frutti di un lavo...
Leggi tutto
Cantiere aperto per il restauro delle pale raffiguranti San Francesco D’Assisi e San Pietro che si trovano al Museo Pepoli di Trapani
L’Assessore Alberto Samonà
“Opportunità per seguire un ...
Leggi tutto
Pallacanestro Trapani, si ferma Simone Tomasini
La Pallacanestro Trapani comunica che il proprio atleta Simone Tomasini, a causa del problema alla caviglia sinistra...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web