Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 28/07/2021 da Cinzia Testa

ORESTIADI / Omaggio a Franco Scaldati (venerdì 30 luglio) e a Leonardo Sciascia con Claudio Gioè (sabato 31 luglio)

ORESTIADI
Venerdì 30 luglio
OMAGGIO A FRANCO SCALDATI
#ilteatrodiscaldati

ore 19,00 – Baglio di Stefano
FRANCO SCALDATI e GIBELLINA - incontro
incontro a cura di Melino Imparato
con la partecipazione di Umberto Cantone e Guido Valdini

ore 21,00 – Baglio di Stefano
TOTÒ E VICÈ
di Franco Scaldati
con Rosario Palazzolo e Anton Giulio Pandolfo
e con la partecipazione di Egle Mazzamuto e Sabrina Petyx
musiche originali di Maurizio Curcio
musicisti Maurizio Curcio e Pierpaolo Petta
costumi Mario Dell’Oglio per DELL’OGLIO
disegno luci Gabriele Gugliara
regia drammaturgia e allestimento Giuseppe Cutino

In questa edizione storica e speciale, le Orestiadi dedicano il prossimo week end di incontri e spettacoli a due grandi artisti che hanno scritto la storia del Festival. Si parte venerdì 30 luglio (ore 21.00) con l’omaggio a Franco Scaldati con il debutto del suo storico “Totò e Vicè” in una versione nuova e inedita con la regia di Giuseppe Cutino, con Rosario Palazzolo e Anton Giulio Pandolfo e con la partecipazione di Egle Mazzamuto e Sabrina Petyx. Ad anticipare lo spettacolo, alle ore 19,00 (Baglio di Stefano), si terrà un incontro sul rapporto tra il drammaturgo, attore e regista siciliano e Gibellina, a cura di Melino Imparato con la partecipazione di Umberto Cantone e Guido Valdini.

Totò e Vicè sono due straordinari personaggi nati dalla penna di Franco Scaldati: poetici clochard, nati e vissuti in un tempo altro, legati nell’anima da un’amicizia reciproca e assoluta. Testo poetico e commovente, offre innumerevoli spunti per riaffermare che il miraggio di un teatro esiste, il vero teatro, quello che ti toglie il fiato con un nulla.
Totò e Vicè è il teatro che mette in scena quella umanità che vive sempre in penombra, rappresenta una realtà che oggi più che mai ha la necessita di riappropriarsi della spiritualità della morte, in un momento in cui i morti si susseguono come non mai, distanti dagli affetti, scaraventati e rinchiusi in bare solitarie dopo un isolamento forzato in una terra di nessuno, tristi permanenze in luoghi privi degli affetti più cari.
Totò e Vicè sono creature senza tempo, sconcertate e sconfinate, che vagano tra memoria e sogno, in una notte magica. Si muovono come due nomadi, due apparenti scimuniti che vivono, con innocente leggerezza, il loro viaggio sulla terra per poterci restituire il vero senso della morte; essi, pur nella loro apparente inutilità, anche se rassegnati diventano testimoni dello scorrere della vita e, pur sempre nella loro apparente inutilità, con le loro riflessioni sono profondi conoscitori del significato dell’esistenza.
In questo tempo empio, effimero, d’individualismo e competitività; in questo tempo pandemico pieno di solitudini divorate dalla paura e di morti fagocitate dall’isolamento, i due personaggi spuntano, di notte, a dire e ridire attorno, con disorientata bellezza, parole, gesti, pensieri di una umanità infelice, scomoda e vera. Perché Totò e Vice siamo noi, con i nostri dubbi, le nostre incertezze, la nostra vita e le nostre morti. E mai come oggi questo testo si riafferma per la sua contemporaneità e la sua necessità.

“È una ardua scommessa quella di volere reinventare il mondo e la poetica di Franco Scaldati - spiega il direttore artistico Alfio Scuderi - uno dei più grandi autori del 900; ma essere di Palermo, vivere in questa città così piena di contraddizioni e così vivifica per gli artisti, ci ha smosso dall’interno questa necessità. Con umiltà ci accostiamo al Maestro per prenderne le distanze e riuscire, attraverso la nostra poetica e la costruzione delle Sue parole, ad unire mondi all’apparenza distanti ma i cui confini sono così labili da potere essere varcati con un semplice soffio.”


INFO per biglietti e misure anti-covid
È obbligatorio usare la propria mascherina all’ingresso e all’uscita dal teatro e per tutti gli spostamenti all’interno dello stesso. Non sarà obbligatorio l’uso della mascherina quando si è seduti al posto, essendo gli spettatori distanziati e all’aperto. Il pubblico sarà invitato a mantenere il distanziamento di un metro dagli altri spettatori durante l’ingresso e durante l’uscita dal Teatro. I posti a sedere rispetteranno il distanziamento di un metro l’uno dall’altro, i congiunti potranno sedersi accanto. Sarà vietato l’ingresso agli spettatori in presenza di febbre o di altri sintomi riconducibili al Virus. Gli spazi in ingresso ed uscita saranno dotati di dispenser disinfettanti. Per assistere agli spettacoli sarà obbligatorio comunicare i propri dati di riconoscimento personale. In ragione della sensibile riduzione di posti, si potrà acquistare il biglietto soltanto online sul nostro sito www.fondazioneorestiadi.it L’ingresso in sala sarà previsto a partire dalle 20,30 e avverrà in maniera contingentata per evitare assembramenti.

 

ALTRE NOTIZIE

Il fascino delle candele profumate
Spesso, pensando ad una casa, non si rimane solamente colpiti dalla sua struttura degli spazi, o dalla disposizione ...
Leggi tutto
Trapaniok cerca giovani disoccupati desiderosi di intraprendere l’attività giornalistica
Trapaniok cerca giovani disoccupati che vogliano intraprendere l’attività giornalistica o che sappiano gestire una redazione o l’aspetto relat...
Leggi tutto
Apertura nuovo anno scolastico: la lettera dell´Amministrazione comunale di Erice
Apertura nuovo anno scolastico
La lette...
Leggi tutto
Oltre 546 mila visitatori nel mese di agosto nei luoghi della cultura in Sicilia, con un incremento di quasi 65 mila presenze rispetto al 2020
L’Assessore Samonà: 
“Raccogliamo i frutti di un lavo...
Leggi tutto
Cantiere aperto per il restauro delle pale raffiguranti San Francesco D’Assisi e San Pietro che si trovano al Museo Pepoli di Trapani
L’Assessore Alberto Samonà
“Opportunità per seguire un ...
Leggi tutto
Pallacanestro Trapani, si ferma Simone Tomasini
La Pallacanestro Trapani comunica che il proprio atleta Simone Tomasini, a causa del problema alla caviglia sinistra...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web