Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 16/04/2021 da Cinzia Testa

Il flop dell’Italia a colori: attività commerciali al collasso e contagi ancora molto elevati

Da ormai circa 14 mesi l’Italia e il mondo intero vivono l’incubo Coronavirus; fiumi di parole ci hanno inondato e tutti ci sentiamo sempre più confusi. Cercando di semplificare al massimo, possiamo riassumere, concentrare in due punti le conseguenze della tragedia che ha colpito il mondo: il primo è l’aspetto sanitario, il secondo quello economico. Ovviamente i due temi sono strettamente, imprescindibilmente legati ed entrambi presentano risultanze che fanno tremare le vene e i polsi. Milioni di vite spezzate, di famiglie distrutte, di strascichi che la malattia lascia pur dopo la guarigione da un lato; dall’altro, milioni di attività commerciali, produttive chiuse o in ginocchio, famiglie disperate, proteste che montano, insofferenza nei confronti dei divieti.

Probabilmente non è ancora il momento dei processi, ma una domanda dobbiamo porcela: funziona il sistema dell’Italia a colori? La risposta, netta e chiara è no. I contagi sono ancora molto consistenti, il numero dei morti elevatissimo e, nel contempo, la situazione di quella parte di paese che si definisce produttiva è in uno stato di coma profondo, tant’è che la protesta di intere categorie disperate monta giorno dopo giorno. Purtroppo, l’unico lockdown che ha funzionato è stato quello totale imposto circa un anno fa: i noti problemi sull’approvvigionamento dei vaccini e la loro somministrazione hanno contribuito al fallimento del piano “colori”, le aperture e le chiusure “timide e a singhiozzo” hanno fatto il resto. E ora?

Non c’è che una strada: in questo mondo in cui ognuno ha fatto e fa da sé (mentre un vero coordinamento globale avrebbe prodotto solo vantaggi) occorre procurarsi CON OGNI MEZZO e somministrare CON OGNI MEZZO il prodotto che la scienza, il sapere umano ha messo a disposizione in tempi insperati: i vaccini.

 

ALTRE NOTIZIE

TRAPANI. I CARABINIERI IDENTIFICANO L’AUTORE DI UN FURTO CON STRAPPO: DENUNCIATO UN 34ENNE
I Carabinieri della Stazione di Trapani, al termine di una attività di indagine, hanno denunciato R.F., cl.87, gravato da precedenti di polizia...
Leggi tutto
Decarbonizzazione delle isole minori della Sicilia, Sea Favignana annuncia la partecipazione al progetto
Una lettera all´ assessorato all´ Energia della Regione Siciliana per manifestare pieno sostegno alla proposta di pr...
Leggi tutto
Trapani, Inaugurato l´abbeveratoio di via Pepoli
Ieri sera, alla presenza di numerose autorità civili, militari e religiose nonché di diversi cittadini trapanesi, è stato inaugur...
Leggi tutto
I volontari Anas G.E.S. presso la chiesa di San Francesco di Paola per garantire ordine e sicurezza
Questo weekend,  i volontari Anas G.E.S. si sono recati presso la chiesa palermitana di San Francesco di Pa...
Leggi tutto
Magistratura in crisi tra processi infiniti, scandali e correnti di potere. La lezione del beato Rosario Livatino.
Il beato Rosario Livatino soleva dire:“Alla fine della vita non ci sarà chiesto se siamo stati credenti, ma credibili». Secondo il magistrato a...
Leggi tutto
PETROSINO. ESTORSIONE AI DANNI DI UNA PENSIONATA: I CARABINIERI ARRESTANO DUE PERSONE
I Carabinieri della Stazione di Petrosino, al termine di dedicata attività di indagine, hanno arrestato due persone accusate del reato di estor...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web