Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 26/01/2021 da Rossana Battaglia

Tumore ovarico, in Sicilia 400 casi ogni anno. Riparte da Palermo la campagna con testimonial Claudia Gerini

Tumore
3000 siciliane convivono con la malattia. “Manteniamoci informate!” il claim dell´iniziativa
della Fondazione AIOM per parlare del carcinoma alle ovaie: il 60% delle donne non lo conosce.

Tumore ovarico, in Sicilia 400 casi ogni anno.
Riparte da Palermo la campagna con testimonial Claudia Gerini


Riparte da Palermo la campagna “Tumore Ovarico, manteniamoci informate!” con testimonial l’attrice Claudia Gerini: il “viaggio” nel 2021 ricomincia dalla Sicilia, dove sono circa 400 i nuovi casi di tumore ovarico ogni anno (Registri Tumori) e 3.000 le pazienti che convivono con la malattia. L’iniziativa, promossa da Fondazione AIOM insieme ad ACTO Onlus, LOTO Onlus, Mai più sole e aBRCAdabra con il sostegno incondizionato di GSK, è stata presentata stamane in conferenza web e ha l´obiettivo di invitare a “mantenersi informate” perché oggi su questo fronte sono molte le novità: progressi della ricerca e delle terapie, che stanno migliorando sopravvivenza e qualità di vita, ma anche i test molecolari, che permettono di accedere al trattamento più appropriato per il proprio tipo di cancro.

Insieme agli eventi territoriali con specialisti e pazienti, la campagna fa leva su una serie di attività online e social e sui 6 video-racconti sul sito www.manteniamociinformate.it, Facebook e Instagram. Diretti da Paola Pessot e narrati dalla Gerini, raccontano frammenti straordinari di vita legati all’esperienza di Sara e Monica, interpretate da Laura Mazzi e Francesca Della Ragione: diverse per carattere, stile di vita e interessi ma con la stessa malattia. Monica presenta una mutazione genetica di tipo BRCA1, Sara ha una forma non mutata di malattia. In Italia oltre 5.200 ricevono diagnosi di tumore ovarico e a causa di sintomi aspecifici o non riconosciuti, in circa l’80% dei casi è diagnosticata in fase già avanzata. Oggi però c’è la possibilità per tutte le pazienti di accedere alle terapie di mantenimento necessarie per allontanare le ricadute dopo chemioterapia ed efficaci contro la neoplasia.

Lo scenario è in evoluzione – dichiara Stefania Gori, presidente Fondazione AIOM e direttore Dipartimento Oncologico IRCCS Sacro Cuore Don Calabri, Negraruno dei progressi più importanti è la possibilità di utilizzare, in fase di mantenimento dopo la chemioterapia, terapie orali con i PARP inibitori, che hanno aumentato in modo significativo la possibilità di prolungare il tempo libero da progressione di malattia nelle donne con mutazione BRCA. Possono essere utilizzati anche nelle pazienti “senza” mutazione BRCA (il 75% del totale, fino a poco tempo fa avevano poche alternative terapeutiche). Tali farmaci possono essere utilizzati dopo una prima linea di chemioterapia o al momento della recidiva di tumore, dopo altre linee di chemioterapia. 3 pazienti su 4 senza mutazione BRCA (Wild Type) in recidiva non sono in terapia di mantenimento con un PARP inibitore o non lo ricevono in modo tempestivo ma sicuramente questo dato tenderà a migliorare nel tempo”. La diagnosi precoce per il carcinoma ovarico non esiste ancora e le uniche due armi per contrastare la malattia da subito sono la conoscenza e cure appropriate.

Il tumore dell´ovaio si sviluppa dalle ovaie, dalle tube e dal peritoneo; evolve in modo subdolo e quando si manifestano i sintomi, peraltro molto aspecifici, la malattia è spesso avanzata – afferma Vito Chiantera, ordinario Università di Palermo, Direttore UOC Ginecologia Oncologica al Civico di Palermo e direttore scientifico di LOTO Sicilia – è fondamentale affidarsi a Centri di riferimento con il volume necessario e la expertise per poter curare la patologia, con un team multidisciplinare (ginecologo oncologo, oncologo medico, radiologo, anatomopatologo ed altre figure professionali), che sa scegliere le migliori opportunità terapeutiche”. Importante l’alleanza tra comunità scientifica, associazioni di pazienti e mondo farmaceutico. “Educazione e prevenzione significano cultura e consapevolezza - conclude Sabrina de Camillis, Head of Government Affairs & Communications, GSK – la campagna è in linea con la nostra filosofia, il nostro approccio. In più è innovativa, guarda ai potenziali fruitori attraverso modelli comunicativi e linguaggi diversi”. Secondo la presidente LOTO Onlus Sandra Balboni: “Il 60% delle donne non conosce il tumore ovarico, questa campagna vuole arrivare a un pubblico più ampio possibile e in questo senso”. Infine Ornella Campanella, presidente aBRCAdaBRA: “È fondamentale identificare la tipologia di tumore ovarico e ciò può essere fatto solo con l´esecuzione del test per individuare il gene mutato BRCA. La presenza o meno della mutazione genetica BRCA1 o BRCA2 ha un enorme impatto in termini di predittività e, quindi, in termini di risposta terapeutica e di appropriatezza del percorso clinico. Un tumore che presenta una mutazione BRCA risponde a certe terapie farmacologiche in modo diverso rispetto a un tumore ovarico non associato a mutazione. La scelta del trattamento può fare la differenza per la paziente”.

 

ALTRE NOTIZIE

Erice. Commemorato il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito
E´ stato celebrato questa mattina il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito, avvenuta nel 1992 -durante il servizio nottu...
Leggi tutto
Favignana. Vietato circolare in costume da bagno in centro.
Con ordinanza sindacale, in vigore dalll´1 giugno, è stato disposto dal primo cittadino, il divieto di circolazione in costume e a torso ...
Leggi tutto
Impresa Trapani: è granata la Coppa Italia di Serie D!
Niente è impossibile. Il Trapani ha vinto 2-0 in trasferta e, ribaltando lo 0-1 subito all´andata -ed ogni pronostico sfavorevole-, ha pi...
Leggi tutto
Trapani. Rimosso un residuato bellico dagli artificieri su richiesta della prefettura.
Rinvenuto sulla spiaggia innanzi alle mura di Tramontana a Trapani, il residuato bellico è stato sottoposto immediatamente ad area interdetta -...
Leggi tutto
Strage di Capaci: ricorre oggi il 32° anniversario. La dedica della Fondazione Falcone alle vittime della strage di Casteldaccia.
Oggi 23 Maggio 2024, a 32 anni dalla strage di Capaci in cui morirono Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre poliziotti della scorta (Vi...
Leggi tutto
Trapani calcio. Caduta la imbattibilità stagionale (contro Cavese).
La terza giornata del triangolare della Poule Scudetto - serie D ha visto di fronte al Provinciale Trapani e Cavese. I risultati delle prime due gio...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web