Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 06/07/2020 da Rossana Battaglia

10 luglio 2020 | LIFE BEYOND PLASTIC | Sintonizzatore di decongestione ambientale

10

LIFE BEYOND PLASTIC
L’opera vincitrice arriva in Piazza XXIV Maggio a Milano
Istituto Oikos e Comune di Milano
inaugurano il 10 luglio 2020
l’opera d’arte pubblica
di Matteo Vettorello
Sintonizzatore di
decongestione ambientale
.
Piazza XXIV Maggio a Milano, 10 – 22 luglio 2020

“Non possiamo aspettare che le conchiglie diventino plastica”
Matteo Vettorello

Incoraggiare una riflessione pubblica su un’emergenza globale che ci riguarda tutti da vicino:
l’inquinamento da plastica nei mari. Questo l’obiettivo dell’installazione d’arte pubblica
Sintonizzatore di decongestione ambientale”, realizzata dall’artista Matteo Vettorello per sottolineare la necessità di un cambiamento, urgente e necessario, nelle nostre abitudini di consumo quotidiane.
Perché ogni anno tra i 5 e i 13 milioni di tonnellate di rifiuti plastici finiscono negli oceani e nei mari di tutto il mondo: la consapevolezza è il primo passo, per l’adozione di modelli di produzione e consumo sostenibili. Inaugurazione digitale:10 luglio 2020 ore 18 sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram di Istituto Oikos con:

Francesca Santapaola, Responsabile Educazione e Comunicazione Istituto Oikos
Matteo Vettorello–Artista, autore dell’opera Sintonizzatore di decongestione ambientale
Roberta Parodi–Responsabile servizi educativi e qualità esperienza di visita, Acquario
di Genova
Valentina Furian–Artista, autrice dell’opera Nautilus, ospitata al Museo delle Scienze di Trento
Marco Faimali–Direttore IAS/CNR Comune di Milano 
Modera Andrea Bellati Divulgatore scientifico

L’opera Sintonizzatore di decongestione ambientale è una scultura pubblica partecipativa, un rituale di sensibilizzazione emotiva in un luogo d’incontro della città, che permette una riflessione sociale empatica, ispirate alle culture antiche. La scultura è un dispositivo biometrico in grado di misurare la nostra capacità di percepire il presente, ed è nata dallo studio degli strumenti musicali tradizionali appartenenti alla categoria degli idiofonia scuotimento come il bastone della pioggia. Originariamente creato da un tronco di cactus essiccato, dentro al quale venivano conficcate le spine del cactus stesso, questo strumento era utilizzato per riti propiziatori della pioggia in periodi di siccità. Le piccole pietre o i frammenti di conchiglie inserite nella cavità del cactus, poi sigillato alle estremità, con il movimento urtano le spine e producono suono simile all’acqua che scorre. Vettorello ricostruisce lo strumento attraverso l’automazione domotica, l’ingigantimento delle dimensioni e l’utilizzo di materiali moderni riciclabili. L’artista attiva una riflessione sul senso della ritualità nel nostro mondo contemporaneo, indagandola coscienza collettiva nei confronti dell’ambiente in cui viviamo.
Non possiamo aspettare che le conchiglie diventino di plastica”,è il mantra ironico che accompagna l’opera. Le tonnellate di microplastiche riversate nei mari paiono essere considerate ormai un processo irreversibile, per il quale affidarsi unicamente a un’azione divina. La differenza sostanziale tra il mondo contemporaneo e i rituali primitivi, in cui le dinamiche erano affidate ad un invisibile incalcolabile, è che oggi possediamo la consapevolezza per calcolare e ridefinire la nostra esperienza. Abbiamo ben chiara e visibile quale sia la soluzione a questo incessante periodo di siccità ecologica.
L’artista ci invita dunque con questo lavoro a immaginare un rito in cui è
l’essere umano a implora rese stesso e tutta l’umanità di smettere immediatamente di inquinare l’ambiente. Sintonizzatore di decongestione ambientale sarà in funzione dalle ore 10 alle ore 19. L’installazione è stata progettata per poter essere fruita dal pubblico nel rispetto del distanziamento sociale, senza dover toccare nessun comando, soltanto con l’utilizzo due microfoni, posti a più di un metro di distanza l’uno dall’altro. L’uso di mascherine è obbligatorio.
Un incaricato di Istituto Oikos sarà sempre presente sul luogo per assicurare il rispetto delle regole di fruizione e una periodica sanificazione dell’installazione.

10–22luglio 2020
Sintonizzatore di decongestione ambientale
Piazza XXIV Maggio, Milano,h. 10–19

L’artista: Matteo Vettorello
Matteo Vettorello (Venezia, 1986) vive e lavora a Milano e realizza progetti che analizzano le relazioni esistenti tra l’uomo, l’arte e la scienza all’interno della società. Il progresso tecnologico, sempre più̀ distante dall’evoluzione ecologica e spirituale dell’essere umano, crea il cortocircuito da cui Vettorello sviluppa le sue idee. In maniera processuale, prima su carta e tramite il disegno, l’artista formalizza il progetto nelle sue sculture interattive. La ricerca di Vettorello approfondisce pratiche concettuali che si riassumono formalmente in sistemi biometrici per la quantificazione di uno stato d’animo.
Focalizzandosi sulla contaminazione tra la macchina e la sua utilità, i dispositivi elettromeccanici di
Vettorello sono progettati per risolvere un algoritmo paradossale, sintesi sulle abitudini comportamentali dell’essere umano contemporaneo.
Tra le sue mostre personali “Pressione simpatica”, a cura di Irene Sofia Comi presso l’Edicola Radetzky (Milano, 2019); “Project room” VIR Viafarini in- residence, a cura di Giulio Verago (Milano,
2018). Il suo lavoro è stato esposto nella mostra collettiva “Agli scultori giovani” a Villa Necchi Campiglio, a cura di Stefano Boccalini e Jean Blancheart (Milano, 2019).
Matteo Vettorello si è diplomato in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia (2017) dopo una laurea in Arti Visive all’Università IUAV di Venezia (2011).

Il bando:
LIFE BEYOND PLASTIC
Il bando LIFE BEYOND PLASTIC indetto da Istituto Oikos in collaborazione con HelpCode Italia,
Acquario di Genova,
Comune di Milano e MUSEMuseo delle Scienze di Trento, nell’autunno del 2019, si è rivolto ai giovani artisti chiedendo loro di riflettere sul tema dell’inquinamento da plastica nei mari con la proposta di un’installazione d’arte pubblica site specific.
Per i tre artisti vincitori, annunciati lo scorso dicembre, è stata attivata anche una
residenza d’artista articolata in un viaggio di sei giorni da Genova a Trento, passando per Milano, per conoscere i rappresentanti del progetto LIFE BEYOND PLASTIC e approfondire le tematiche dell’inquinamento da plastica nei mari in relazione alla loro idea progettuale.
Il progetto vincitore Sintonizzatore di decongestione ambientale di Matteo Vettorello arriva in Piazza XXIV Maggio a Milano dal 10 al 22 luglio.
Gli altri due progetti vincitori sono Nautilus di Valentina Furian, ospitato al MUSEMuseo delle Scienze di Trento nei mesi appena trascorsi,PLASTIC EGO / PLASTINSIDE
di Riccardo Buonafede, di prossima inaugurazione all’Acquario di Genova.

La Giuria
La giuria che ha decretato Sintonizzatore di decongestione ambientale il progetto vincitore per Piazza XXIV Maggio a Milano è stata presieduta da Stefano Boeri, architetto, urbanista e teorico dell’architettura, con la direzione artistica di Maria Cristina Finucci, artista impegnata nella sensibilizzazione dei cittadini sulle tematiche dell’inquinamento da plastica nei mari.
Nella giuria anche Iolanda Ratti, conservatrice del Museo del Novecento di Milano, rappresentante del mondo della cultura e dell’arte contemporanea e Vincenzo Venuto, biologo e divulgatore scientifico.

Il progetto:
Life Beyond Plastic
Il bando per giovani artisti fa parte del progetto “Life Beyond Plastic: mobilitazione giovanile e attuazione di buone pratiche per ridurre l’inquinamento da plastica nei mari” finanziato dall’ Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. L’iniziativa mette in rete associazioni, aziende, enti pubblici e privati di 7 regioni italiane con lo scopo di fronteggiare insieme l’emergenza globale dell’inquinamento da plastica, contrastando il sovra-consumo di prodotti mono-uso e promuovendo una rapida transizione verso sistemi di economia circolare.
Per maggiori info: www.istituto-oikos.org/progetti/life-beyond-plastic Istituto Oikos, capofila del progetto, è un’organizzazione non profit impegnata in Europa e nei paesi del Sud del mondo per proteggere la biodiversità e promuovere forme di sviluppo sostenibile.

 

ALTRE NOTIZIE

Covid 19 e Scuola. Preoccupazione per l´andamento del contagio
Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani esprime ferma preoccupazione dopo aver visionato i dati giornalieri relativi ai ...
Leggi tutto
AL MUSEO PEPOLI COLLEZIONE DEL LCC DI TRAPANI
VENTOTTO GIOIELLI DEVOZIONALI DEL LIBERO CONSORZIO DI TRAPANI
L’Ucsi Sicilia si schiera al fianco dei colleghi del Giornale di Sicilia
L’Ucsi Sicilia si schiera al fianco dei colleghi del Giornale di Sicilia
Leggi tutto
"Mieloma Ti Sfido": torna in Sicilia la campagna contro la malattia con testimonial Aldo Montano
In piazza Università a Catania l´installazione ideata da AIL e dall´associa...
Leggi tutto
Covid: Turano, serve affrontare situazione con responsabilità
L´assessore alle Attività produttive: "Dpcm ci mette in difficoltà, tenere conto esigenze territori...
Leggi tutto
48° Anniversario dell´omicidio di Giovanni Spampinato
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani in occasione del 48° anniversario dell’...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web