Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 01/07/2020 da Rossana Battaglia

39^ edizione Festival delle ORESTIADI di Gibellina 2020 dal 17 luglio all´8 agosto 2020

39^
ORESTIADI DI GIBELLINA 2020
Trentanovesima edizione > 17 luglio - 8 agosto 2020
Lì dove nascono i sogni
#trateatroepellicola
con il patrocinio “Fellini100”
Baglio Di Stefano – Cretto di Burri, Gibellina

Lì dove nascono i sogni: è un invito a non smettere di sognare lo slogan della trentanovesima edizione delle Orestiadi di Gibellina, la terza diretta da Alfio Scuderi, realizzata – con grande impegno e nonostante l’emergenza sanitaria - dalla Fondazione Orestiadi con il sostegno istituzionale dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana e del Ministero dei Beni Culturali. 

Un’edizione “straordinaria” che si terrà dal 17 luglio all’8 agosto 2020: “In questa particolare stagione, visto il drammatico periodo che ha stravolto un mondo che si nutre di socialità e condivisione come quello della cultura - spiega il direttore artistico Alfio Scuderi - le Orestiadi ritengono indispensabile fare la loro parte confermando il Festival che da 39 anni accompagna l’estate teatrale in Sicilia. Non sarà una rassegna d’emergenza, ma per l’emergenza, con un programma “straordinario” immaginato per l’occasione, per confermare l’impegno e l’identità culturale portata avanti in questi 39 anni di storia.

Un Festival siciliano: con l’intento anche di supportare la ripresa di un settore in grave difficoltà, le Orestiadi confermano un’attenzione particolare a favore di produzioni e compagnie del territorio siciliano, grazie ad cartellone che prevede il coinvolgimento di molti artisti della nostra isola e ad alcuni appuntamenti che più direttamente racconteranno la cultura di questa terra; un Festival giovane: grazie alle anteprime del progetto #cittàlaboratorio, anche in questa edizione, le Orestiadi si impegnano nella promozione dei giovani artisti siciliani, oggi più che mai importante nell’ottica di ritornare alla performance dal vivo, dopo mesi di estraniante sospensione; un Festival originale: grazie a diverse produzioni e progetti - come gli omaggi a Leonardo Sciascia e a Federico Fellini – pensati ad hoc per le Orestiadi 2020. 

In questa edizione il Festival delle Orestiadi di Gibellina racconterà di sogni, di Sicilia e di cinema. 
L’evento ideato per Gibellina e dedicato a Federico Fellini con il patrocinio Fellini100, è stato inserito tra le manifestazioni ufficiali per il Centenario felliniano e inserito nel calendario ufficiale del Ministero dei Beni Culturali.

Si parte venerdì 17 luglio con un’anteprima, tra parole e musica, per dare un segnale della lenta ma significativa ripresa dello spettacolo e della musica dal vivo: a rompere il silenzio e aprire le porte della 39^ edizione saranno le parole sull’inscindibile rapporto tra “Teatro, cinema e sogno” interpretate da Vincenzo Ferrera con la musica di Dario Sulis e Diego Spitaleri (produzione esclusiva per Orestiadi 2020), che lasceranno il posto alle note di Niccolò Fabi, ospite d’onore del Festival, che in questa particolare estate ha pensato di ritagliarsi alcune date speciali, tra qui questa, per mettere in scena alcuni live acustici, in solo, per voce e chitarra. Sabato 18 luglio le Orestiadi aprono ufficialmente con un’altra produzione del Festival (in collaborazione con la Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana), un’anteprima nazionale dedicata al mondo del cinema e ai suoi sogni: “Quel Film sono io” tratto da “Ils ne sont pour rien dans mes larmes” di Olivia Rosenthal, Edizioni Gallimard (un progetto inedito di Umberto Cantone e Alfio Scuderi) con la partecipazione di Alessio Vassallo, Filippo Luna, Aurora Falcone, Daniela Macaluso, Silvia Ajelli, Gaia Insenga. Venerdì 24 luglio va in scena l’omaggio delle Orestiadi a Leonardo Sciascia e al felice rapporto che la sua scrittura ha avuto con il cinema: l’atto unico “Gioco di Sicietà” con Silvia Ajelli, Luigi Maria Rausa e il racconto “Un caso di coscienza” letto da Paolo Briguglia, con le musiche di Gianni Gebbia. Ancora la Sicilia al centro dello spettacolo di Fabrizio Ferracane, “Orapronibis” di Rino Marino, previsto per sabato 25 luglio. Venerdì 31 luglio e sabato 1 agosto ritorna alle Orestiadi il progetto under 35 #cittàlaboratorio, grazie alla collaborazione con il Teatro Biondo e Scena Aperta di Palermo, quest’anno con ben quattro anteprime di giovani e promettenti artisti siciliani. E per finire il teatro al Cretto di Burri che in queste ultime edizioni è tornato ad essere un “non luogo” imprescindibile per il Festival e un’occasione importante di riappropriazione degli spazi per il suo pubblico, come per la città su cui si erge: venerdì 7 agosto un inedito omaggio alla narrazione siciliana e alle storie della nostra terra “I-Sola” con Gaspare Balsamo, Davide Enia, Vincenzo Pirrotta, e l’originale omaggio al cinema e ai sogni di Federico Fellini, nel centenario della sua nascita, sabato 8 agosto “Li dove nascono i sogni”, omaggio al grande regista, con la partecipazione di Francesco Scianna e Roy Paci, Angelo Sicurella e con Federica Aloisio e Fabrizio Romano. L’evento sarà anticipato giovedì 6 agosto dalla proiezione del documentario di Eugenio Cappuccio “Fellini fine mai” (in concorso a Venezia Classici 2019, in collaborazione con Cinemacity - Palermo) e da “Fellini: i suoi sogni il suo cinema”, conversazione con il critico Mario Sesti, a cura di Carmelo Galati. Al Cretto di Burri gli eventi prodotti in esclusiva per Orestiadi 2020 sono realizzati in collaborazione con Regione Siciliana, Assessorato Beni Culturali e dell’identità siciliana Soprintendenza Beni artistici e Monumentali di Trapani.

Le Orestiadi confermano di non essere una “semplice” rassegna estiva, ma un vero “progetto creativo” fondato sulla costruzione di eventi teatrali che guardano sempre con originalità ai linguaggi del contemporaneo, senza perdere di vista l’interesse del pubblico e l’evoluzione del teatro. A Gibellina quest’anno racconteremo di Sogni, di Sicilia e di Cinema. 
Il Festival di quest’anno lo dedichiamo a tutti quegli artisti ancora fermi e a quei teatri che non possono riaprire per le restrizioni imposte. A loro la nostra solidarietà ed il nostro pensiero.” (Alfio Scuderi)

Abbiamo voluto realizzare la 39°edizione del Festival delle Orestiadi proprio perché il sogno di Gibellina dia senso alla speranza. Come dopo il tragico sisma del sessantotto, quando la rinascita ebbe il segno dell’arte e le ragioni della vita vennero rappresentate sulle tavole di un teatro improvvisato e sui calcinacci e le rovine lasciate dalla morte. Da li prese forma il sogno di un esperimento che come tutti i sogni, poggiava sul nulla eppure diventò una delle più concrete realtà, una delle espressioni più forti e positive di questa nostra terra, un esperimento che ogni anno a Gibellina richiama ad un appuntamento antico ma sempre nuovo ed originale.” (Calogero Pumilia, Presidente della Fondazione) 

INFO per biglietti e misure anti-covid

Anche il nostro Festival, come tutti, si adegua alle misure di Contenimento del Virus nel rispetto dell’ordinanza n. 25 del 13/06/2020 della Presidenza della Regione

È obbligatorio usare la propria mascherina all’ingresso e all’uscita dal teatro e per tutti gli spostamenti all’interno dello stesso. Non sarà obbligatorio l’uso della mascherina quando si è seduti al posto, essendo gli spettatori distanziati e all’aperto. Il pubblico sarà invitato a mantenere il distanziamento di un metro dagli altri spettatori durante l’ingresso e durante l’uscita dal Teatro. I posti a sedere rispetteranno il distanziamento di un metro l’uno dall’altro, i congiunti potranno sedersi accanto. Sarà vietato l’ingresso agli spettatori in presenza di febbre o di altri sintomi riconducibili al Virus. Gli spazi in ingresso ed uscita saranno dotati di dispenser disinfettanti. Per assistere agli spettacoli sarà obbligatorio comunicare i propri dati di riconoscimento personale. 

In ragione della sensibile riduzione di posti, si potrà acquistare il biglietto soltanto online sul nostro sito www.fondazioneorestiadi.it L’ingresso in sala sarà previsto a partire dalle 20,30 e avverrà in maniera contingentata per evitare assembramenti. 

LINK PRESS KIT:

 

ALTRE NOTIZIE

I diritti dei docenti per la ricostruzione della carriera sono difesi, anche con ricorso, dalla RETE ANAS
Il Tribunale di Palermo, con la sentenza del maggio 2020 ha riconosciuto ai docenti che possiedono un servizio effettivo di pre-ruolo in misura superi...
Leggi tutto
Presso la Sede ANAS Formazione sulla riforma ETS e indicazioni prevenzione alle dipendenzedelle dip
Si è svolto ieri 2 4 ottobre presso la sede dell´anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) provinciale di Milano, in via Pordenone ...
Leggi tutto
brevi racconti che evidenziano degli squarci del passato in Sicilia, in una rubrica "STORIE DI SICILIA"
Ragazzini vestiti da uomini eravamo. Alle medie dai Salesiani, dove io ero – per alcuni – lì come per sbaglio. Unico, forse, figlio della class...
Leggi tutto
“SENZA LAVORO SI MUORE! NO AL SECONDO LOCKDOWN E A ORDINANZE PRIVE DI STRATEGIA. NO ALLA INFODEMIA"
“Senza lavoro si muore. Ci stanno uccidendo con questo clima di paura. Non possiamo permetterci un altro lockdown e nemmeno provvedimenti restrittivi ...
Leggi tutto
FONDAZIONE PRADA PRESENTA “HUMAN BRAINS”, UN PROGETTO MULTIDISCIPLINARE DEDICATO AGLI STUDI DEL CERVELLO
Fondazione Prada ha intrapreso dal 2018 un percorso multidisciplinare di approfondimento e studio di temat...
Leggi tutto
RINASCENTE, CONFCOMMERCIO PALERMO SCRIVE A INARCASSA E FABRICA IMMOBILIARE: “DISPONIBILI A UN CONFRONTO PER SCONGIURARE LA CHIUSURA. FACCIAMO APPELLO AI VALORI STATUTARI DI INARCASSA”
RINASCENTE, CONFCOMMERCIO PALERMO SCRIVE A INARCASSA E FABRICA IMMOBILIARE: “DISPONIBIL...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


Vincenzo su Tagli vitalizi, Mancuso (FI): ´Dal M5S infinita ipocrisia verso Miccichè´:
Di quale onestà parla questo signore, di quale legge parla, quella che si sono fatta loro stessi per prendete un sacco di soldi senza far nulla. Questo signore se fosse veramente onesto dovrebbe parlare di disonestà intellettuale. Se fosse onesto per la sua dichiarazione dovrebbe dimettersi assieme al suo amico Miccichè. Tanto per quello che producono potrebbero benissimo starsene a casa.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web