Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 27/09/2019 da Cinzia Testa

PAESE COME COSMO Antonio Castelli. Documenti e scritture a cura di Tommaso Gambaro e Giuseppe Saja Ex Scuderie e Sala San Giorgio 6 ottobre - 8 dicembre 2019 I

PAESE
INAUGURAZIONE SABATO 5 OTTOBRE ORE 18.00
Presentazione Sala del Principe ore 17.00

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare al pubblico la mostra “PAESE COME COSMO. Antonio Castelli. Documenti e scritture”, dedicata all’opera di uno degli autori più interessanti della storia letteraria del Novecento non solo siciliano e organizzata con la collaborazione dell’Associazione culturale “Castelli Di Pace”, che ne cura la memoria e la riscoperta dell’opera e del pensiero, grazie anche al sentito impegno di Liana Di Pace Castelli.

Scrittore spesso distante dalle cronache letterarie, Castelli ha suscitato l’interesse di autori coevi come Mario Luzi, Romano Bilenchi, Leonardo Sciascia, Vincenzo Consolo, distinguendosi per un vitale eclettismo culturale che lo ha avvicinato, oltre che alla letteratura, al giornalismo, alla musica, predilezioni che il percorso espositivo mette in luce, evidenziando l’originalità della forma letteraria e ponendo in rilievo la figura di un intellettuale di alto spessore, del quale il Museo Civico intende restituire una testimonianza storico-critica quanto più esaustiva possibile. La mostra si inserisce all’interno del più ampio programma del Museo volto alla valorizzazione e alla promozione del patrimonio culturale materiale e immateriale locale, anche attraverso iniziative che approfondiscono figure di spicco della cultura letteraria, come Antonio Castelli.

La mostra raccoglie documenti, testi, fotografie, opere di artisti e altri materiali che ricostruiscono la personalità, il contesto, il milieu culturale dello scrittore nativo di Castelbuono, e approfondisce la figura e l’opera di Antonio Castelli attraverso una serie di materiali documentali che disegnano il profilo dello scrittore, a partire dagli anni Cinquanta.

Giuseppe Saja, co-curatore della mostra, scrive: “La mostra cerca di presentare l’architettura intellettuale di Antonio Castelli attraverso la genesi della sua prosa, le relazioni novecentesche della sua opera, la misura musicale del suo ductus narrativo. Scrisse Castelli in una delle ultime prose non pubblicate in vita: «Più che di paura della morte (la mia ventiquattr’ore per la morte è pronta da tempo) io soffro di una sindrome – come dire? – della cancellazione […]»”.

Proprio per affrontare questa idea della “dimenticanza”, la mostra è stata concepita come un percorso di conoscenza tematica dell’opera di Castelli. Tommaso Gambaro così racconta il progetto espositivo: “Il ritratto che ne viene fuori, ci pare possa dirsi quello di uno scrittore (ed è d’obbligo insistere su tale termine) che seppur da posizioni di margine ha fortemente contribuito all’arricchimento delle coscienze dei suoi contemporanei, all’elaborazione di quei nuovi confini, nei quali agisce ancora l’attuale produzione artistico-letteraria - la più innovativa, naturalmente - oggi non meno di ieri legata ai temi dello sradicamento, della solitudine imposta, della riflessione su uno spaesamento generalizzato, che rende se possibile più problematica e penetrante l’espressione, incisa nella memoria dei tanti estimatori di Castelli, e non per niente titolo della mostra, paese come cosmo.”


Biografia

Antonio Castelli, compiuti gli studi classici a Cefalù, si laureò in legge a Palermo. Fu collaboratore de «Il Mondo», il settimanale di Mario Pannunzio e de «Il Caffè» di Giambattista Vicari. Nel 1962 pubblicò il suo primo libro Gli ombelichi tenui per la casa editrice Lerici (poi riedito, insieme con altre prose, nel 1998 con introduzione di Natale Tedesco) e nel 1967 pubblicò la sua seconda e ultima opera Entromondo per la casa editrice Vallecchi. Nel 1985 la casa editrice Sellerio diede alle stampe Passi a piedi passi a memoria, una raccolta di passi scelti dai due libri precedenti. Nel 1986 il Comune di Cefalù gli conferì la cittadinanza onoraria. La casa editrice Sciascia ne ha pubblicato l´opera omnia con il titolo Opere, comprendente anche gli inediti, a cura del prof. Giuseppe Saja. Antonio Castelli, uomo schivo e fuori da lobby e circuiti letterari, non fu conosciuto dal grande pubblico né valorizzato a livello di riconoscimenti letterari, sebbene fosse apprezzato da autori come Ennio Flaiano, Sebastiano Addamo, Leonardo Sciascia, suo amico fraterno e Vincenzo Consolo.



Ringraziamenti

Il Museo Civico di Castelbuono desidera ringraziare Liana Di Pace Castelli, i curatori della mostra e Giuseppe Oddo per il prestito delle opere e dei documenti. Si ringraziano inoltre Ferdinando Scianna, Carlo Pastena, Direttore della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana “A. Bombace” di Palermo, Giuseppe Cucco, Salvatore Genchi, e quanti hanno contribuito a rendere possibile il progetto.



Scheda mostra:

PAESECOMECOSMO
Antonio Castelli. Documenti e scritture

a cura di Tommaso Gambaro e Giuseppe Saja (Associazione "Castelli Di Pace")

Ex Scuderie e Sala San Giorgio
6 ottobre - 8 dicembre 2019



Il Museo Civico ringrazia i propri partner per il sostegno alle attività culturali: Azienda Fiasconaro, Fecarotta Antichità, The Hotel Sphere, Palermo, Villa Catalfamo, Cefalù.

Biglietto: intero € 5,00; ridotto € 3,00 (adulti oltre i 65 anni e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, scolaresche e gruppi superiori a 12 persone, soci Touring club, altre convenzioni); ridotto € 2.00 residenti e nati a Castelbuono, altre convenzioni; gratuito per bambini fino a 7 anni d’età, portatori di handicap con accompagnatore, docenti e guide turistiche che accompagnano gruppi, studenti delle Facoltà di Arte e Architettura, membri ICOM, giornalisti accreditati.

Orario invernale (in vigore dal 1 Ottobre) dal lunedì a domenica: 09.30 – 17.00


 

ALTRE NOTIZIE

Palermo, doppia visita il fine settimana alle ville Adriana e Resuttano promossa da BCsicilia
Nell’ambito degli eventi dedicati alle ville settecentesche della Piana dei Colli, doppio appuntamento sabato e domenica promosso dalla Sede di Palerm...
Leggi tutto
CBD, droga o sostanza benefica? Ecco cosa dicono le normative
Sul tema Cannabis nel corso degli anni sono nate tantissime discussioni, soprattutto in merito all’eventuale legalità o illegalità di qu...
Leggi tutto
Raccolta di beneficenza per le famiglie bisognose organizzata da A.N.A.S
Sabato 28 Gennaio si terrà presso dei terreni siti a Villagrazia di Palermo, esattamente in Via Starrabba, un evento benefico dedicato alla r...
Leggi tutto
Al via alla formazione generale per i volontari del Servizio Civile Universale presso le sedi A.N.A.S.
Il 19 gennaio ha avuto inizio il percorso formativo generale per i volontari vincitori del Servizio Civile in Digital Generation ed Educare Digitale. ...
Leggi tutto
La guerra ai…”castelli di sabbia".
Abuso d’ufficio? A pensar male…

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web