Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 18/09/2019 da Cinzia Testa

Ventidue lettere degli alunni della scuola Renato Guttuso di Carini al Santo Pontefice «Se la scuola ci insegnasse ad essere uomini migliori, questo solo basterebbe per permetterci di crescere ed essere diversi dai tanti che, oggi, vorrebbero ritagli

Ventidue
Sono ventidue le lettere che gli alunni della classe V sezione A, del plesso Vanni Pucci, dell’istituto comprensivo Renato Guttuso di Carini (diretto dal dirigente scolastico prof.ssa Valeria La Paglia), hanno spedito, questa mattina, al Santo Pontefice, per inaugurare con nuove premesse culturali e relazionali un anno scolastico, il 2019-2020, all’insegna dell’amore e del rifiuto dell’odio. Le lettere,fa presente il prof. Antonio Fundarò promotore di un percorso di accoglienza finalizzato alla “integrazione delle differenze positive” e alla crescita “umana, sociale e culturale” , sono il frutto proprio di questa scommessa per un mondo diverso, accogliente, adatto a tutti e con prospettive di vita e di crescita per tutti.
Scrive Eleonora Alagna “Ciao Francesco, possiamo chiamarti così, vero? Saranno in tanti a scriverti, ma siamo certi che la nostra sia una lettera diversa dalle altre e che meriti una tua attenzione. Possiamo darti del Tu? E se non possiamo darlo a te a chi sennò, in questo mondo dove i piccoli, siamo sempre troppo piccoli per essere ascoltati”. E si presentano, come scrive l’alunni Giada Scalici scrivendo “Siamo gli alunni della 5 A del Plesso Vanni Pucci della scuola primaria Renato Guttuso di Carini, una piccola cittadina, a due passi da Palermo e, principalmente, da Capaci, lì dove sono esplose le nostre speranze, come ci raccontano i nostri genitori e il nostro Antonio”. E riferendosi al prof. Antonio Fundarò, scrive Giorgio Cariori “Si, il nostro insegnante Antonio, che non smette mai di farci riflettere sui grandi temi che non dovrebbero mai essere dimenticati. La legalità ma, prima di tutto, la solidarietà, l’amore, l’accoglienza; in una parola l’amicizia”. E continua Filippo Carcioppolo “Ci ripete - il nostro insegnante - sempre e costantemente, che prima di tutto dobbiamo essere amici e che la nostra città dobbiamo intenderla come una grande famiglia dove tutti hanno il diritto di viverla. E lui ci fa sentire una grande famiglia”. “Tutti, e non solo una parte di essa” ribadisce Antonino Crucillà. “I colori – precisa Giorgio Carioti - rendono armonioso il creato, perché mai dovrebbero dividerci. Antonio ci ripete sempre che dobbiamo impegnarci a colorare di più la nostra vita con i colori delle diverse libertà, delle diverse razze, delle diverse religioni, dei diversi gusti”. E continua Aurora Chilà “Questi sono i veri colori che, purtroppo, oggi dividono l’umanità”. “E noi – continua Vita Di Mercurio” dobbiamo impegnarci, come dici tu, Papa Francesco, affinché l’educazione sia soprattutto relazione”. “Sì, relazione tra persone tutte uguali, tutte belle, tutte giuste, tutte buone, tutte dolci” puntualizza Mattia Genova. Scrivono Nicholas Giugno e Salvatore Giambanco “Quanto sarebbe bello poterti vedere giocare con noi, poterti raccontare le nostre paure, le preoccupazioni, forse troppe, dei nostri genitori, e leggerti le nostre poesie”. “Potremmo portarti i quadri, realizzati con la tempera, che raccontano le tante tragedie del mediterraneo” ricorda Pietro Ventura. “Piangeresti pure tu, come fa, di nascosto, il nostro insegnante Antonio, leggendo i numeri di quella tragedia” tiene a precisare Irene Vallone. “E mentre noi torniamo a scuola, con il nostro zaino nuovo, i colori, il diario, il vestito del primo giorno” premette Giuseppe Tedesco, “c’è ancora chi cammina per anni a piedi, poi si imbarca, e spesso muore” continua Giorgia Pumo, “per regalare al proprio figlio, non una maglietta nuova, o le scarpe, il pantalone o la gonna, ma un futuro degno d’essere chiamato così da indossare per tutta la vita” concludono Riccardo Pirrotta e Salvo Mortillaro. E scrivono le gemelle Alice e Asia Mazzola “Se la scuola ci insegnasse ad essere uomini migliori, questo solo basterebbe per permetterci di crescere ed essere diversi dai tanti che oggi vorrebbero ritagliarci, addosso, un vestito fatto di odio”.
“Quanto sarebbe bello, Papa Francesco, condividere con Te e con tanti bambini del mondo una giornata insieme, per darci luce, per darci forza” sperano ad alta voce Sofia Marotta e Serena Maltese.
“Su, Francesco, dipingiamo insieme il nostro futuro…” scrive Emanuele Lorello.
E conclude Asia Lo Piccolo “Diamo colore ad un mondo troppo in bianco e nero… anzi, troppo bianco”.
“Con affetto sincero, i tuoi bimbi colorati di Carini” concludono i bambini della 5 A del plesso Vanni Pucci dell’ICS Renato Guttuso di Villagrazia di Carini, in provincia di Palermo.

 

ALTRE NOTIZIE

Il 14 giungo si terrà a Partinico il convegno "In principio erano i pomodori. Storia di diritti, doveri e nuova cittadinanza"
Il 14 giugno alle ore 17.00 presso l’atrio del Palazzo dei Carmelitani a Partinico in c/so Dei Mille 252 si terrà il convegno: “IN PRINCIPIO ER...
Leggi tutto
A Scopello, la due giorni di degustazioni "Tastavino"
Una due giorni di degustazioni, attività e musica: al via oggi, venerdì 31 maggio, nella piazza del borgo di Scopello, la prima edizione...
Leggi tutto
Erice. Commemorato il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito
E´ stato celebrato questa mattina il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito, avvenuta nel 1992 -durante il servizio nottu...
Leggi tutto
Favignana. Vietato circolare in costume da bagno in centro.
Con ordinanza sindacale, in vigore dalll´1 giugno, è stato disposto dal primo cittadino, il divieto di circolazione in costume e a torso ...
Leggi tutto
Impresa Trapani: è granata la Coppa Italia di Serie D!
Niente è impossibile. Il Trapani ha vinto 2-0 in trasferta e, ribaltando lo 0-1 subito all´andata -ed ogni pronostico sfavorevole-, ha pi...
Leggi tutto
Trapani. Rimosso un residuato bellico dagli artificieri su richiesta della prefettura.
Rinvenuto sulla spiaggia innanzi alle mura di Tramontana a Trapani, il residuato bellico è stato sottoposto immediatamente ad area interdetta -...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web