Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Politica il 13/09/2019 da Direttore

Il Campionato Siciliano Montagna a Erice incrocia il CIVM

Il
La classica trapanese per auto moderne e storiche in programma il 14 e il 15 settembre mette di fronte i big del Tricolore con i migliori piloti locali interessati alla serie regionale. I “Cassibba” partono da leader ma altri driver siciliani sono favoriti per il migliore piazzamento in gara.

Torregrotta (ME), 13 settembre. L’edizione numero 61 della Monte Erice si è annunciata a suon di record per il numero e la qualità delle presenze. Il massimo coefficiente che consentirà di raddoppiare i punteggi conseguiti costituisce il sale per rendere ancor più gustoso questo weekend che già prevede spettacolo. Di fatto la gara costituirà l’occasione per molti piloti che abitualmente partecipano solo in ambito isolano di poter competere con il top della specialità nazionale.

Dopo l’ennesimo successo alla Monte Ible, il sesto di fila, torna nel CIVM Domenico Cubeda al volante della Osella FA 30 di gruppo E2 SS, sicuramente pur quanto senza interessi di campionato sarà fra i protagonisti di vertice con l’Osella Fa 30.

Stessa vettura per marsalese Francesco Conticelli che si è messo subito in luce al debutto in Sicilia nella gara ragusana.

Per quanto riguarda il Campionato Regionale prosegue il testa a testa fra Samuele Cassibba, ora leader, e il papà Giovanni, entrambi saranno al via con le Osella della Catania Corse rispettivamente nei modelli PA 21 JrB 1.0 Suzuki e PA 30 Zytek.

Franco Caruso, alla guida della Lola B 99/50 Zytek Formula 3000 sarà la terza forza in campo per lui la Monte Erice sarà un importante occasione per riagguantare I primi della graduatoria grazie anche al doppio punteggio che la gara attribuirà.

Presente da leader dell l’Under 25 e della classifica femmininile Martina Raiti in gara con l’Osella PA 21 Junior 1600 di Gruppo CN. Sempre su una vettura Sport produzione (CN) l’ Osella PA 20 S ci sarà in classe 3000 Rocco Aiuto.

Fra le altre biposto in corsa, i leader di classe 1400 Salvatore Reina su l’Elia Avrio St 09 e di classe 2500 Manlio Munafò su l’Osella Pa 20S di classe 2500 potranno valutare il livello di competitività raggiunto in questo gruppo così pretigioso con ben 25 vetture al via.

Per quanto riguarda le monoposto saranno presenti a Erice in classe 2000 Giovanni Carfì con la Tatuus Renault e il maltese Darren Camilleri, priemi ex equo in campionato.

Con le E2SH si segnalano Noel Galea su Ford Escort Mk2 nella 2000, e Gabry Driver con la Honda Civic Proto nella classe 1600

Nell‘affollato gruppo E1 ITA sicuri protagonisti saranno, in 2000 Alfio Tudisco su Renault Clio Rs e in 1600 Angelo Guzzetta su Peugeot 106 R.

Riccardo Arcieri con la Renault Clio RS parte da leader anche alla Monte Erice in classe 1600 di Gruppo A, ma in questa circostanza rispetto agli Iblei la concorrenza sembra molto più agguerrita.

Per quanto concerne le vetture di produzione Evo ci saranno: Massimiliano DI Pietro su Renault 5 GT 2000 , Gaetano Noto su Citroen Saxo Vts 1600 e Giuseppe Barbagallo su Peugeot 205R 1600.

Nel gruppo riservato alle vetture di Produzione S. al via i tre capofila delle attuali classifiche di classe : in 2000 Cristian Burgio con la Renault Clio RS light, in 1600 Davide Gravina con la Citroen Saxò e in 1400 Giovanni Migliore con la Peugeot 106 R.

Igazio Amato su Renault Clio Cup 2000, Salvatore Monzone su Citroen Saxò 1600 e Domenico Budano su Peugeot 106 R difenderanno la loro leadershep del gruppo Racing Star Plus, mentre Salvatore Belardi alla guida della Citroen Saxò e Fabrizio Ferrauto su Peugeot 106 Rally rispettavamente in classe 1600 e im 1400 di gruppo RS.

Oltre 90 sono le vetture iscritte alla 4° Monte Erice Storica. Per il 4° ragguppamento si rinnova la sfida già vista alla Monte Iblei fra “Aeron” attuale leader su Renault 5 GT Turbo di classe oltre 2000 e Andrea Barbaccia al via su Pagnucci BC 2000. Ci sarànno in 3°raggruppamento, Salvatore Caristi su Fiat 128, nel 2° Quintino Gianfilippo con l’Alfetta Tc 2000 e nel 1° di Marco Russo col BMW T 2000 .

La partenza della gara storica tanto per le ricognizioni in programma sabato, quanto per le 2 gare della domenica precederà il via delle auto moderne alle ore 8.00

 

ALTRE NOTIZIE

Trapaniok cerca giovani disoccupati desiderosi di intraprendere l’attività giornalistica
Trapaniok cerca giovani disoccupati che vogliano intraprendere l’attività giornalistica o che sappiano gestire una redazione o l’aspetto relat...
Leggi tutto
Apertura nuovo anno scolastico: la lettera dell´Amministrazione comunale di Erice
Apertura nuovo anno scolastico
La lette...
Leggi tutto
Oltre 546 mila visitatori nel mese di agosto nei luoghi della cultura in Sicilia, con un incremento di quasi 65 mila presenze rispetto al 2020
L’Assessore Samonà: 
“Raccogliamo i frutti di un lavo...
Leggi tutto
Cantiere aperto per il restauro delle pale raffiguranti San Francesco D’Assisi e San Pietro che si trovano al Museo Pepoli di Trapani
L’Assessore Alberto Samonà
“Opportunità per seguire un ...
Leggi tutto
Pallacanestro Trapani, si ferma Simone Tomasini
La Pallacanestro Trapani comunica che il proprio atleta Simone Tomasini, a causa del problema alla caviglia sinistra...
Leggi tutto
La Sicilia celebra la Settimana del Pianeta Terra
Dal 3 all’10 ottobre in 90 siti sparsi in tutta Italia partirà la IX edizione de La Settimana del Pianeta Terra, il festival delle geoscienze c...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web