Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Un caffè con... il 26/08/2019 da Cinzia Testa

L´evoluzione del trasformismo e la scomparsa della coerenza politica

In questi giorni in cui instabilità e legami politici altalenanti e inaspettati fanno da padrone è bene rispolverare un fenomeno storico sviluppatosi negli anni 80 del XIX secolo al fine di comprendere meglio il nostro quadro politico attuale.

Nato all’indomani dell’unità d’Italia, il trasformismo identifica quel fenomeno di trasformazione politica che permetteva di confluire dalla destra moderata alla sinistra o viceversa. Grazie a ciò si aveva la possibilità di cambiare schieramento al fine di poter votare una determinata legge in parlamento.

Sono passati più di cento anni dalla sua nascita e tutto ciò non ci suona affatto nuovo: proprio adesso stiamo assistendo ad una possibilità di coesione di forze politiche distanti tra loro, quali M5s e Pd; solo un anno fa tale situazione era assolutamente impensabile dati gli attriti tra i due partiti.

I cambiamenti “ideologici”odierni ci riportano spontaneamente alla mente la politica trasformista, ma al fine di delineare un disegno preciso di ciò che sta accadendo adesso, occorre distinguere tra trasformismo agli albori e le sue successive evoluzioni.

Il trasformismo nasce per scopi costruttivi, al fine cioè di risolvere controversie politiche per trovare una soluzione per il bene comune. Alla fine dell’800 si poteva assistere al confluire di una destra moderata in una sinistra o viceversa. Ma ben presto, quando le divisioni tra destra e sinistra si fecero più nette, dunque da Giolitti in poi, un cambiamento di schieramento politico divenne chiaramente il pretesto per rimanere sulla cresta dell’onda. Al bene comune, cioè quello che dovrebbe essere lo scopo primario della politica, si sostituiscono i bisogni egoistici e individualisti. Così questo fenomeno si rivelò il distruttore della coerenza politica italiana.

Avendo chiara la distinzione,  a che tipo di trasformismo appartengono   i nostri politici attuali, da sempre nemici e rivali che adesso si ritrovano a trattare per un possibile governo di coalizione?

La risposta appare ovvia: i meccanismi di coalizione a cui stiamo assistendo sono il frutto della degenerazione del trasformismo politico, quello che diviene alibi per poter cambiare idea ogni volta che conviene. E tutto ciò semplicemente perché l’amore per il proprio posto di prestigio supera quello per i princìpi, si tenta il tutto per tutto pur di non perdere le luci della ribalta. Ma durante la strada si perde qualcosa: la credibilità. Tutti stanno venendo meno alla parola data perdendo così il senso profondo delle ideologie di partito. E se si giungerà ad un accordo  (tra chiunque) possibilmente ci ritroveremo dinnanzi a un governo già diviso prima di cominciare, ma unito solo al fine unico di non perdere i seggi tanto cari.

In questa smania di conquista si sta come dimenticando, o si cerca di far dimenticare, il principio su cui si basa la nostra costituzione,che ricorda come teoricamente dovrebbero andare le cose:

"La sovranità appartiene al popolo",  popolo che  all’atto pratico, a meno che non si decida di andare alle elezioni,  è inerme in attesa di un responso nel quale tutti confidano più o meno fiduciosi. In due parole, il popolo deve credere che l´accordo tra le prime due forze  delle elezioni del marzo 2018 sia cercato per il suo supremo interesse o certificare la verità,  cioè che due partiti - anzi , uno e una parte dell´altro - vogliono a tutti i costi evitare che il popolo sovrano (SIC!) li mandi a casa inevitabilmente?

Sembra quasi che ci sia un grosso divario tra precetti e realtà, parole e fatti. Basti pensare all´Italia, che è una Repubblica democratica, ma quanto può definirsi concretamente democratica una nazione che non elegge direttamente suoi rappresentanti dal lontano  2008?



Cinzia Testa

 

ALTRE NOTIZIE

Il 14 giungo si terrà a Partinico il convegno "In principio erano i pomodori. Storia di diritti, doveri e nuova cittadinanza"
Il 14 giugno alle ore 17.00 presso l’atrio del Palazzo dei Carmelitani a Partinico in c/so Dei Mille 252 si terrà il convegno: “IN PRINCIPIO ER...
Leggi tutto
A Scopello, la due giorni di degustazioni "Tastavino"
Una due giorni di degustazioni, attività e musica: al via oggi, venerdì 31 maggio, nella piazza del borgo di Scopello, la prima edizione...
Leggi tutto
Erice. Commemorato il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito
E´ stato celebrato questa mattina il 32° anniversario della morte del Carabiniere Gennaro Esposito, avvenuta nel 1992 -durante il servizio nottu...
Leggi tutto
Favignana. Vietato circolare in costume da bagno in centro.
Con ordinanza sindacale, in vigore dalll´1 giugno, è stato disposto dal primo cittadino, il divieto di circolazione in costume e a torso ...
Leggi tutto
Impresa Trapani: è granata la Coppa Italia di Serie D!
Niente è impossibile. Il Trapani ha vinto 2-0 in trasferta e, ribaltando lo 0-1 subito all´andata -ed ogni pronostico sfavorevole-, ha pi...
Leggi tutto
Trapani. Rimosso un residuato bellico dagli artificieri su richiesta della prefettura.
Rinvenuto sulla spiaggia innanzi alle mura di Tramontana a Trapani, il residuato bellico è stato sottoposto immediatamente ad area interdetta -...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web