Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cultura il 01/05/2019 da Direttore

Poesia e letteratura araba di donne perseguitate.

Poesia
LIBERE DI PENSARE A VOCE ALTA!
Poesia e letteratura araba di donne perseguitate.


Si è svolta in data 30 Aprile, presso il Museo Pepoli di Trapani – Aula Capitolare, la conferenza “LIBERE DI PENSARE A VOCE ALTA!” avente ad oggetto la condizione di sopraffazione delle donne arabe, perseguitate dai rigidi dettami islamici.
La conferenza ha preso avvio con i saluti istituzionali del Direttore del Museo Pepoli di Trapani Dott. Luigi Biondo, al quale l’Associazione Co. Tu. Le Vi. ha riservato una targa di riconoscimento; del Sindaco del Comune di Trapani Giacomo Tranchida e dell’Assessore Andreana Patti; e della Presidente dell’Associazione Co. Tu. Le Vi. Aurora Ranno.
La Dott.ssa Chiara Lombardo, Sociologa e Criminologa, ha quindi introdotto l’argomento oggetto dell’incontro, intrattenendo il pubblico con una toccante poesia di Joumana Haddad - Sono una donna.
Il Dott. Marco Amato, giurista e volontario del Servizio Civile Nazionale di Trapani, ha sostenuto un intervento, redatto in collaborazione con la Dott.ssa Serena Savona, sulla difficoltà di essere nata donna in estremo Oriente, raccontando in particolare la storia di NASRIN SOTOUDEH ed il dramma di NADIA MURAD.
Difatti, in Iran le donne, prive di avere una libertà personale e di espressione, sono obbligate dalle autorità locali ad indossare il velo. Esse non possono andare in giro con parti del corpo scoperte e devono necessariamente coprire i capelli, le braccia e le gambe con veli e abiti molto larghi e poco aderenti. La violazione di tale obbligo giuridico comporta una sanzione pecuniaria o detentiva. A tal proposito, è stata ricordata Masih Alienejad, giornalista ed attivista che ha diretto numerose campagne contro l’obbligo del velo, creando altresì una pagina Facebook, volta ad incoraggiare le donne iraniane a pubblicare loro foto senza velo.
Il relatore ha quindi posto l’attenzione su Nasrin Sotoudeh, avvocato iraniano, conosciuta per aver difeso donne che avevano tolto il velo al fine di protestare contro l’obbligo di indossarlo. Specializzata nella difesa delle madri e dei bambini maltrattati, si è impegnata per la difesa dei minori arrestati in Iran e condannati a morte. Per tale ragione è stata arrestata nel 2010 con l’accusa di diffondere menzogne contro lo Stato e nel giugno del 2018 per reati di sicurezza nazionale. Con sentenza confermata nell’aprile 2019, è stata infine condannata a 33 anni di carcere e 148 frustate.
Proprio su questi fatti si è creata una sentita mobilitazione nazionale ed anche gli Avvocati di Trapani hanno denunciato e sollecitato l’attenzione sulla vicenda, richiedendo la sua iscrizione alla Camera Penale di Trapani.
L’intervento si è poi concluso con il riferimento alla vita di Nadia Murad, attivista irachena catturata, insieme ad altre cinquemila donne e bambine, dall’ISIS nel 2014, riuscita a scappare dallo sfruttamento dei miliziani. Nel 2018 ha vinto il Premio Nobel proprio per la lotta all’uso della violenza sessuale come arma da guerra.
La Dott.ssa Jessica Fici, volontaria del Servizio Civile Nazionale di Trapani, in collaborazione con le Dott.sse Federica Sorrentino, Marilena Scifo e Martina Piacentino, ha relazionato sulla storia di Malala Yousafzai.
Nata in una famiglia che le ha permesso di coltivare le sue più grandi passioni, ovverosia lo studio, la curiosità per il mondo e per la vita, la voglia di affermarsi., si è distinta attraverso un blog ed uno pseudonimo, denunciando un sistema in cui non esiste il diritto all’istruzione e raccontando la quotidianità di una bambina privata della sua indipendenza e della sua possibilità di affermazione. Tuttavia, quando nel dicembre del 2009 fu svelata la sua identità, la ragazza è stata condannata a morte. La situazione peggiorò nel 2012, anno in cui alcuni talebani assaltarono il pulmino con l’intento di ucciderla. Sopravvissuta all’attentato, fu trasferita a Birmingham, per evitare un nuovo attacco.
Nel corso degli anni la giovane ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali, tra cui il Premio Nobel per la pace ricevuto nel 2014, come una delle attiviste più giovani al mondo. Nel 2015, la sua vita, raccontata anche nel libro “Io sono Malala”, è diventata un film documentario.
Il Prof. Renato Lo Schiavo, insegnante del Liceo “Fardella- Ximenes”, assistito da due sue alunne impegnate nella lettura di poesie di donne arabe, ha esposto al pubblico presente l’evoluzione della figura femminile nella storia. Attraverso immagini di famose opere greche e di donne poetesse, ha altresì testimoniato la passata condivisione degli usi e costumi del mondo arabo. L’uso del velo, infatti, risale a 600 anni prima della nascita di Maometto ed ha rappresentato un consueto costume di altre civiltà affinché la bellezza del suo corpo non diventasse un’arma di seduzione per gli uomini.
La conferenza si è conclusa con un toccante intervento di un’alunna del Liceo Sociale Rosina Salvo, tramite cui ha invitato a porre attenzione alle donne del nostro territorio ed a riflettere sulle opportunità di sviluppo delle loro potenzialità.

 

ALTRE NOTIZIE

Il direttore generale Areu, incontra il Presidente ANAS Lombardia e il Presidente della consulta Nazionale per definirà l´offerta formativa sanità 2024
In data odierna il Presidente ANAS Lombardia nella persona della Dott.ssa Anna Lo Bosco e il Presidente della consulta nazionale Giuseppe Coniglio, so...
Leggi tutto
A.N.A.S Nazionale e FITA Sicilia vi invitano all´evento conclusivo del progetto "Fuori dagli Schermi"
Giovedì 16 maggio presso i Teatro Savio di Palermo, a partire dalle ore 10:30,  si terrà l´evento conclusivo del progetto "Fuori d...
Leggi tutto
Cefra: la presidenza regionale Lombardia convoca le associate ANAS
Il presidente ANAS Regionale Lombardia ha convocato  per oggi alle ore 16:00 un´assemblea, alla quale parteciperanno tutte le associate, per pre...
Leggi tutto
Bagheria, Conferenza: Di “donne” e di “miti”. Una storia per immagini
Si terrà sabato 16 marzo 2024 alle ore 17,30 presso la Sede di BCsicilia – Dimora Storica Mineo – Cirrincione in Via Sant’Elia, 5 a Bagheria la...
Leggi tutto
Ecco “Pedagogia Interiore” il rivoluzionario metodo educativo per una scuola nuova, il nuovo libro della prof.ssa Mariangela di Pasquale
“Dicono che il primo amore non si scorda mai. Credo che sia così anche per un insegnante appassionato che conosce la sua prima classe. E&...
Leggi tutto
Parte da Napoli la prima data dello spettacolo “L’infinito dei campi di Grano” di Roberto Michelangelo Giordi, con la regia di Giancarlo Moretti
È edito da Mariù edizioni, il libro scritto da Roberto Michelangelo Giordi da cui è tratto lo spettacolo “L’infinito dei campi di grano”...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


LUIGI su Prestiti senza busta paga, alcune opportunità:
OFFERTA DI PRESTITO RAPIDA E AFFIDABILE Indirizzo: WhatsApp: +33754190105 E-mail: financec99@gmail.com Grazie


Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web