Home    Politica    Cronaca    Salute    Un caffè con...    Sport    Nera    Economia    Cultura    Tempo libero    Gusto    Turismo    Contatti
 
 
 

Inserita in Cronaca il 16/12/2018 da Direttore

Infanzia: Save the Children, presentata oggi ai padiglioni di CRE.ZI.PLUS presso i Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo la nona edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio 2018- Le periferie dei bambini

Infanzia:
A Palermo vivono in aree ´periferiche´ il 60% dei bambini al di sotto dei 15 anni[1], dove per periferie si intendono zone o quartieri sensibili da tanti punti di vista differenti, non solo rispetto alle distanza dal centro città, ma in base ai diversi deficit urbanistici, funzionali o sociali dei territori. Sono ad esempio “periferie funzionali” i quartieri dormitorio, privi di opportunità e poveri di relazioni sociali Più in generale, i quasi 3,6 milioni di bambini e adolescenti che vivono nelle 14 principali aree metropolitane del Paese (2 su 5 del totale in Italia) [2], crescono spesso in zone che possiamo definire “periferie”. Quando bambini e adolescenti del Sud e delle isole si guardano intorno, l’8,8% vede strade scarsamente illuminate e piene di sporcizia, non respira aria pulita e percepisce un elevato rischio di criminalità, un dato che sale al 17,5% nelle grandi aree urbane del meridione e delle isole[3]. In Sicilia il 42% dei bambini e adolescenti vive in condizioni di povertà relativa. Ma non sono solo le condizioni economiche del nucleo familiare a pesare sul loro futuro. L’ambiente in cui vivono ha un enorme impatto nel condizionare le loro opportunità di crescita. Pochi chilometri di distanza, tra una zona e l’altra, possono significare riscatto sociale o impossibilità di uscire dal circolo vizioso della povertà: la segregazione educativa allarga sempre di più la forbice delle disuguaglianze, in particolare nelle grandi città come Palermo, dove vivono moltissimi bambini, ed è lì che bisogna intervenire con politiche coraggiose e risorse adeguate. 

All’interno di una stessa città, l’acquisizione delle competenze scolastiche da parte dei minori segna un divario sconcertante. A Palermo i 15-52enni senza diploma di scuola secondaria di primo grado segnano il dato più basso (2,3%) a Malaspina-Palagonia per impennarsi al 23% a Palazzo Reale-Monte di Pietà[4]. Differenze sostanziali tra una zona e l’altra riguardano anche i NEET, ovvero i ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studiano più, sono senza lavoro e non sono inseriti in alcun circuito di formazione: anche in questo caso le differenze tra aree della città sono significative e vanno dai numeri più bassi di Libertà (8,8%) a zone dove la concentrazione è più alta come Pallavicino (26,1%)[5]. Anche i dati tratti dai test INVALSI confermano il divario nell’apprendimento scolastico e questi stessi quartieri sono divisi da una distanza siderale di 21 punti INVALSI[6].

Questi sono alcuni dei dati messi in luce dal IX Atlante dell’infanzia a rischio “Le periferie dei bambini” di Save the Children, l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita ai bambini e garantire loro un futuro, dedicato alle periferie educative in Italia, e pubblicato per il terzo anno consecutivo Treccani, che dopo l’anteprima alla Camera il 15 novembre, è stato presentato stamattina nei locali di CRE.ZI.PLUS presso i Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.

La pubblicazione è la fotografia in chiaroscuro dello stato dell’infanzia nel nostro Paese, e quest’anno, in particolare, analizza i diversi modi in cui si declina la periferia dal punto di vista dei bambini.

La periferia, territorio apparentemente condannato alla marginalità demografica, economica e politica, come metafora stessa dell´infanzia, viene raccontata in un viaggio ricco di mappe, dati inediti, interviste e immagini originali. Alla presentazione sono intervenuti Cristina Alga, Ecomuseo Mare Memoria Viva; Giulio Cederna, Curatore dell´Atlante dell´Infanzia a rischio 2018; Pasquale D’Andrea, Garante dei diritti dell´Infanzia del Comune di Palermo; Francesco Di Giovanni, Centro Tau - Associazione Inventare Insieme; Antonietta Fazio, San Giovanni Apostolo Onlus; Christian Paterniti, Rapper e operatore sociale; Marco Picone, Università degli Studi di Palermo. Ha moderato i lavori Mariangela Di Gangi del Laboratorio Zen Insieme.

Sono stati allestiti anche corner informativi sui progetti attivi a Palermo nell´ambito del contrasto alla povertà educativa e contemporaneamente sono stati organizzati laboratori per bambini e bambine a cura di Mare Memoria Viva, Laboratorio Zen Insieme e San Giovanni Apostolo Onlus.

Save the Children è presente nelle periferie più svantaggiate di 18 città italiane[7] grazie a una rete di 23 Punti Luce nei quali offre a bambini e ragazzi tra i 6 e i 16 anni l’opportunità di partecipare ad attività formative ed educative, come accompagnamento allo studio, laboratori artistici e musicali, gioco e attività motorie, che solo nell’anno in corso hanno coinvolto oltre 8.130 minori. In particolare Save the Children è presente in Sicilia con tre Punti Luce, due a Palermo (Zisa e Zen2) e uno a Catania (San Giovanni Galermo), per un totale di quasi 1500 bambini e adolescenti che hanno potuto usufruire delle attività a loro dedicate

-----------------------------------------------
[1] Le 6 città campione analizzate in dettaglio nell’Atlante

[2] Torino, Milano, Genova, Venezia, Firenze, Bologna, Roma, Cagliari, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Messina, Catania e Palermo

[3] Fonte Istat, Aspetti Vita Quotidiana 2016, elaborazioni per Save the Children

[4] Dati Istat Censimento 2011 rielaborati per la Commissione Periferie 

[5] ibidem

[6] Invalsi, dati a.s. 2016/17

[7] Ancona, Bari, Brindisi, Casal di Principe, Catania, Genova, L’Aquila, Marina di Gioiosa Ionica, Milano, Napoli, Palermo, Potenza, Roma, San Luca, Sassari, Scalea, Torino, Venezia

 

ALTRE NOTIZIE

Termini Imerese, Corso di analisi sensoriale: quarta lezione dedicata al vino
Si terrà venerdì 25 novembre 2022 dalle ore 16,30 alle ore 19,30 la quarta e ultima lezione del Corso di analisi sensoriale dedicata al ...
Leggi tutto
"Acchianata Ecologica", si svolgerà a Palermo il 4 dicembre la grande manifestazione di Confcommercio per l´ambiente e contro il degrado
Si svolgerà domenica 4 dicembre la “Acchianata Ecologica”, la grande manifestazione per l’ambiente organizzata da Confcommercio Palermo, che er...
Leggi tutto
MARSALA (TP): MAMMA CORAGGIO DENUNCIA LE VIOLENZE DEL FIGLIO. ARRESTATO DAI CARABINIERI
Una pensionata di 70 anni, disperata, ha trovato il coraggio, qualche giorno fa, di denunciare le continue violenze subite dal figlio 38enne che, per ...
Leggi tutto
Confasi Sicilia, Liborio Del Giudice nominato responsabile del sindacato a Trapani.
Liborio Del Giudice è stato nominato responsabile dei servizi del sindacato nella città di Trapani, “Con la nomina del Giudice- afferma ...
Leggi tutto
Davide Simeone con "Domani mi sveglio presto" alla libreria Palmieri
«Io voglio tornare indietro, voglio portare indietro gli orologi. E più passa il tempo, più la vita va avanti per te e per chiunque altr...
Leggi tutto
Laboratorio creativo tenutosi a Roma per le donne ucraine, ospite d’onore: Valerio Ranciaro manager romano
Upe4Inclusioncreative: “Fede, Fiducia, Cambiamento”. Domenica 13 novembre 2022 si è tenuto Via Pietro Bembo 30 a Roma, nella sala conferenze di...
Leggi tutto

Video
Guardali tutti

Oggi al Cinema

Orario voli aeroporto Trapani

Oroscopo giornaliero

Nicola su Il sindaco di Castellammare del Golfo: "Pronti ad ospitare la seconda stagione di Màkari":
In effetti sono tutti rimasti particolarmente attratti da Castelluzzo del Golfo


clorinda su LE OLIMPIADI: TRA MITO E STORIA:
Grazie per l´articolo, è stato molto utile per integrare le conoscenze dei miei alunni impegnati con la maturità 2020


Gioacchino Lentini su Gorghi Tondi: il villaggio perso nel tempo:
Fino al 1945 il villaggio in questione era abitato dai proprietari dei vari caseggiati, che lo popolavano dalla stagione estiva, durante la vendemmia, fino al termine della raccolta delle olive. I bossoli delle cartucce che affiorano dalla vegetazione risalgono a prima del 1998, anno in cui venne istituita la riserva naturale, e da allora nessun cacciatore si è permesso di esercitare bracconaggio all’interno della stessa in quanto porta alla violazione delle normative vigenti per i pos


raffaela vergine su UNA NUOVA CASA PER I CANI PIÙ BISOGNOSI:
lodevole l´iniziativa ma sarebbe bene finanziare campagne di sterilizzazione di massa sopratutto dalle grandi associazioni nazionali che potrebbero anche spingere sul governo a legiferare l´obbligo della sterilizzazione. Invece la parola sterilizzazione viene usata da pochi o da nessuno .


Claudia Cardinale su Al Giotto Park tutti i giorni giostre a solo un euro:
E aperto


Antonio Lufrano su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Se riceveremo altri comunicati li pubblicheremo.


Giorgio pACE su Oggi il Decreto del Ministero sulla ´Campagna di pesca del tonno rosso – Anno 2019´. A Favignana si torna a pescare:
Gradirei essere aggiornato in previsione di condurre Gruppi di Soci CAI (Club Alpino Italiano) ad assistere, come ho già fatto alcuni anni prima della chiusura, alle attività della pesca, dalla calate delle reti, alla lavorazione. Grazie, cordiali saluti e Buona Pasqua. Giorgio Pace


Antonio su VIII GRANFONDO DELLE VALLI SEGESTANE:
Da 3 anni che partecipiamo a questa gara e ogni anno è sempre un´emozione incredibile, la gara è abbastanza dura ma la bellezza del paesaggio e gli innumerevoli single track, sono la ricompensa alla fatica. Una Granfondo diversa che ogni appassionato dovrebbe fare.


Ignazio Pollina su Lettera agli ex studenti di Salvatore Agueci:
Ovviamente grazie per il pensiero, porto con me dei bei ricordi soprattutto dell´ultimo anno 95/96. Con affetto.


Carmelo De Rubeis su Gelarda (Lega): ´Orlando veloce a iscrivere migranti all´anagrafe, con le vittime palermitane di racket e usura invece sonnecchia´:
grandissima verità - anche perchè, non può esser solo un caso, che tra Orlando e Falcone, a suo tempo, non scorresse buon sangue!


TrapaniOk - registrazione Tribunale di Palermo n° 17/2014 - Direttore responsabile Antonio Pasquale Lufrano

Via N. Turrisi, 13 - 90139 Palermo - iscritta al ROC n. 17155 ISSN: 2037-1152 - P.Iva: 05763290821

Tutti i diritti riservati. Le immagini, i video e i contenuti di questo sito web sono di proprietà di TrapaniOk. Ogni utilizzo del materiale on-line senza consenso scritto è assolutamente vietato

Cookie policy | Privacy policy

powered by
First Web